Home > FOGLI ERRANTI > LA MATITA
Una poesia di Carla Sautto Malfatto per la Giornata Internazionale della Donna

LA MATITA
Una poesia di Carla Sautto Malfatto per la Giornata Internazionale della Donna

Shares

di Carla Sautto Malfatto

LA MATITA

Come un temperino la vita mi scarnifica l’involucro,
mi trita l’anima.
Sono caduta troppe volte
e spezzata
da credere di essere ormai finita
inutile,
e doloroso, a scarti, è stato ripristinare la punta.
Ora incido, con il moncherino rimasto,
ridicolo, tra le dita,
insicuro, instabile,
e il tratto ha meno efficacia,
dialoga piano.
Eppure, per ogni graffio,
metto più forza di prima
e stanchezze.
Quasi spolpata,
antro cavernoso,
ho intenzione di scrivere
anche solo con il legno
anche senza carta
magari con lo sputo.

(Carla Sautto Malfatto – tutti i diritti riservati)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
PER CERTI VERSI
da Ferrara a Bologna
Giornata mondiale della poesia
Luna dolcissima di materna pietà
Donne e mimose
PER CERTI VERSI
Campagna antica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi