Home > COMUNICATI STAMPA > ‘La Monaca innocente: una misteriosa vicenda di sangue del Seicento ferrarese’

‘La Monaca innocente: una misteriosa vicenda di sangue del Seicento ferrarese’

Da: Faust Edizioni

Giovedì 12 gennaio 2017, alle ore 17, presso la Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea (via Scienze 17, Ferrara), a cura della “Associazione De Humanitate Sanctae Annae” e in collaborazione con la casa editrice “Faust Edizioni di Fausto Bassini”, sarà presentato l’evento dal titolo ‘La Monaca innocente: una misteriosa vicenda di sangue del Seicento ferrarese’.

Si tratta, infatti, proprio di una misteriosa vicenda storica, sul finire del Secolo di Ferro, il ‘600 ferrarese, al cui centro troviamo la figlia di un famoso speziale ferrarese, Margherita Violante Botticini.

Tale fatto viene rievocato, grazie a un contributo filmato e alla presenza di protagonisti teatrali.
Dopo aver scoperto e tradotto alcuni libelli in latino scovati nell’archivio di famiglia di un giudice ferrarese contemporaneo, la nota associazione culturale ferrarese “De Humanitate Sanctae Annae” ha voluto metterla in scena, per disegnare il profilo di una donna dall’intelligenza vivace che cerca di affermare la propria personalità di fronte alla protervia di interessi e norme maschiliste, sullo sfondo di una società ancorata a valori tradizionali e bigotti.
Valenti ricercatori locali hanno approfondito i diversi aspetti di questa inquietante vicenda in alcuni contributi del volume storico Spezieria ferrarese. L’arte degli Speziali e i giardini dei Semplici, recentemente pubblicata da Faust Edizioni (31 saggi, 29 autori docenti universitari, storici, studiosi di fama nazionale e internazionale).

Interverranno:
ISABELLA BAGNARESI (Storia dell’Arte – UNIFE)
ANDREA FAORO (Cultore di storia locale)
DANIELA FRATTI (medico, cultrice di Storia sociale delle donne ferraresi tra ‘600 e ‘800)
ROMOLO MAGNANI (storico e libraio antiquario in Ferrara)

Associazione De Humanitate Sanctae Annae. Nata nel 2012 a Ferrara, i suoi scopi primari sono lo studio, l’approfondimento e la diffusione delle conoscenze e delle ricerche nell’ambito della storia della medicina e della salute, delle professioni mediche in tutti i loro aspetti, dei suoi protagonisti all’interno di una prospettiva umanistica e interdisciplinare.
Pubblica libri e organizza convegni, dibattiti, mostre, eventi teatrali e cinematografici capaci di riscuotere vasta eco anche in campo nazionale. Con il volume “Il silenzio e la cura: vite di medici e cittadini ferraresi nelle Grandi Guerre del Novecento” (Faust Edizioni) ha recentemento vinto il premio per la saggistica ‘Gian Antonio Cibotto’ al concorso letterario internazionale Locanda del Doge.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi