Home > COMUNICATI STAMPA > La newsletter del 18 ottobre 2016

La newsletter del 18 ottobre 2016

Tempo di lettura: 37 minuti

Da: Comune di Ferrara

Biblioteca Ariostea – Incontro a cura di Arianna Chendi mercoledì 19 ottobre alle 17
Ariosto sul grande schermo

Sarà un itinerario alla scoperta delle produzioni cinematografiche legate all’opera di Ariosto, quello lungo il quale Arianna Chendi condurrà il pubblico della sala Agnelli della biblioteca Ariostea mercoledì 19 ottobre dalle 17. L’incontro, dal titolo ‘Ariosto: ciak si gira!’, è organizzato in occasione dei Cinquecento anni dalla pubblicazione della I edizione dell’Orlando furioso, con il patrocinio del Comitato Nazionale V Centenario dell’Orlando furioso – Mibact
Celeberrima la trasposizione teatrale e la conseguente riduzione televisiva dell’Orlando furioso, firmata da Luca Ronconi. Essa però non è l’unica testimonianza cinematografica dei personaggi e delle figure tratte dal poema ariostesco. Anche le gesta dei paladini di Francia, che fanno da sfondo alle vicende narrate da Ludovico Ariosto, sono state numerose volte il soggetto di pellicole più o meno famose. Ancora, scandagliando il mondo del cinema si possono trovare alcune sorprendenti presenze ariostesche che verranno scoperte insieme nel corso dell’incontro.

Commissione controllo servizi pubblici locali – Mercoledì 19 ottobre alle 15.30 nella sala Zanotti del Municipio

Informativa sull’andamento semestrale delle società partecipate
La Commissione Controllo servizi pubblici locali – presieduta dal consigliere Balboni – si riunirà mercoledì 19 ottobre alle 15.30 nella sala Zanotti della residenza municipale. L’assessore Luca Vaccari terrà un’ “Informativa su andamento semestrale delle Società Partecipate – Evoluzione normativa Madia”. Sarà presente il presidente di Holding Ferrara Servizi srl, Paolo Paramucchi.

Conferenza stampa – Giovedì 20 ottobre alle 17 nella sala degli Arazzi della residenza municipale

Presentazione della squadra Ariosto Pallamano femminile 2016/2017
Giovedì 20 ottobre 2016 alle 17 nella sala degli Arazzi della residenza municipale verrà presentata la squadra Ariosto Pallamano femminile 2016/2017.
All’incontro con la stampa interverranno l’assessore comunale allo Sport Simone Merli, la delegata del Coni Point Ferrara Luciana Boschetti Pareschi, il delegato provinciale CIP Francesco Alberti e rappresentanti della società.

Scuola e famiglie – Mercoledì 19 ottobre alle 19 al Campus Universitario in via Borsari 4/c
‘Voglio vivere così’, i giovani incontrano il sindaco Tagliani alla Fondazione Zanotti

‘Voglio vivere così’ è il titolo dell’incontro della Fondazione Enrico Zanotti con il sindaco Tiziano Tagliani in programma mercoledì 19 ottobre 2016 alle 19 al Campus Universitario in via Borsari 4/c.
Apriamo un dialogo in Fondazione Enrico Zanotti con il sindaco Tiziano Tagliani a partire dal saluto da lui rivolto a tutti gli studenti per l’inizio dell’anno. Ecco il testo integrale: ‘Alzi la mano chi non ama viaggiare, stare in buona compagnia, scoprire storie e fare nuove conoscenze’. Ecco, il 15 settembre inizia (o ricomincia) il viaggio più emozionante, in compagnia di amiche e amici di vecchia data e altri appena incontrati. Gli zaini in spalla carichi di vite, affetti, avventure e, talvolta, peripezie; perché ‘viaggiare vuol dire divenir del mondo esperti’, ma avere dei compagni di strada è un’esperienza ancora più preziosa. ‘La storia siamo noi, nessuno si senta escluso’, non è solo la frase di una bella canzone. È un inno alla partecipazione collettiva a qualcosa di più grande, a quella Storia fatta di vite, fatti, eventi che formano, cambiano, arricchiscono, impediscono di commettere gli errori di cui avremmo voluto fare a meno. Probabilmente nei libri di testo e sui muri delle vostre aule non ci saranno tutte le soluzioni, ma ognuno di voi con le sue domande e le sue risposte può contribuire alla crescita dell’amica o amico di viaggio. Le vostre aule talvolta sembreranno troppo piccole o scomode,talora vi sembrerà di trascorrere in classe un tempo infinito. Ma ogni attimo resterà per sempre nei ricordi e nella formazione personale, purché non si impari per la scuola, ma per la vita; a condizione che si punti al voto non come misura, ma come gratificazione del percorso fatto; a patto che non ci si accontenti mai, si cresca assieme alle altre e agli altri in una comunità di intenti non competitiva; che si diventi esigenti con i docenti e si chieda ogni giorno chiarezza, curiosità, entusiasmo. E non ci si accontenti di essere ‘come vuole la moda’. ‘Ribellatevi, ne avete l’età’, diceva don Milani: solo così avrete la possibilità di fare le vostre scelte liberamente, di andare ‘oltre’ nel vostro viaggio, di non abbandonarvi al conformismo, di essere creativi. Perché ogni cento metri il mondo cambia, ma se condividerete preoccupazioni, passioni e interessi di sicuro non sarete mai soli». Tiziano Tagliani, sindaco della Città di Ferrara – Annalisa Felletti, assessora comunale alla Pubblica Istruzione

Museo Risorgimento e Resistenza – Gli spazi di corso Ercole I d’Este sono visitabili dal martedì alla domenica: 9,30-13 e 15-18
Prorogata al 30 ottobre la mostra di immagini e parole per una cultura di pace ‘Abbasso la guerra’

E’ stata prorogata di una settimana – e quindi fino al 30 ottobre prossimo – la mostra fotografica e documentaria a cura di Francesco Pugliese dal titolo ‘Abbasso la guerra’, allestita al Museo civico del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara (corso Ercole I d’Este 19).
‘Il Museo del Risorgimento e della Resistenza – spiega la responsabile del museo Antonella Guarnieri – dopo aver dedicato, in occasione del centenario, innumerevoli mostre alla I Guerra mondiale, ha deciso di dare voce a quanti, ormai da più di un secolo, hanno lavorato, partendo spesso da collocazioni politiche ed ideologiche differenti, perché le guerre non esistessero, consci che i primi a pagare nei conflitti bellici sono i popoli e, quindi, anche i soldati che li combattono. A questi uomini che hanno consacrato la propria vita al sogno, realizzabile, della ‘Pace’, Ferrara dedica questa mostra, perché anche i più giovani conoscano questa storia e possa essere loro utile nel loro cammino di esseri umani’.
La mostra sarà visitabile fino a domenica 30 ottobre 2016, dal martedì alla domenica: 9,30-13 e 15-18
Info: biglietteriamrr@comune.fe.it.
Tel. e fax 0532-244922

Museo Risorgimento e Resistenza – Esposizione aperta al pubblico fino al 23 ottobre
‘Abbasso la guerra’: in mostra immagini e parole per una cultura di pace

E’ dedicata a ‘persone e movimenti per la pace dall”800 a oggi’ la mostra fotografica e documentaria, a cura di Francesco Pugliese, dal titolo ‘Abbasso la guerra’ che sabato 24 settembre alle 11 sarà inaugurata al Museo civico del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara (corso Ercole I d’Este 19). All’incontro inaugurale interverranno il vice sindaco Massimo Maisto, la responsabile del Museo Antonella Guarnieri e il presidente emerito del Movimento Nonviolento Daniele Lugli.
‘Il Museo del Risorgimento e della Resistenza – spiega Antonella Guarnieri – dopo aver dedicato, in occasione del centenario, innumerevoli mostre alla I Guerra mondiale, ha deciso di dare voce a quanti, ormai da più di un secolo, hanno lavorato, partendo spesso da collocazioni politiche ed ideologiche differenti, perché le guerre non esistessero, consci che i primi a pagare nei conflitti bellici sono i popoli e, quindi, anche i soldati che li combattono. A questi uomini che hanno consacrato la propria vita al sogno, realizzabile, della ‘Pace’, Ferrara dedica questa mostra, perché anche i più giovani conoscano questa storia e possa essere loro utile nel loro cammino di esseri umani’.
La mostra sarà visitabile fino a domenica 23 ottobre 2016, dal martedì alla domenica: 9,30-13 e 15-18
Info: biglietteriamrr@comune.fe.it.
Tel. e fax 0532-244922

‘Abbasso la guerra’ una mostra in giro per l’Italia

La Mostra illustra attraverso immagini e documenti il multiforme impegno, spontaneo e organizzato, contro la guerra e contro la cultura della guerra di persone, movimenti, associazioni. Le ragioni e la ragione dei movimenti pacifisti italiani e internazionali.
Iniziative e mobilitazioni, elaborazioni e pensiero, successi e sconfitte, idee e proposte, cultura della pace sono rappresentati e illustrati con testi e documentazione in gran parte inedita in 24 pannelli dal titolo: ‘Abbasso la guerra. Persone e movimenti per la pace dall’800 ad oggi. Mostra fotografica e documentaria’ curata da Francesco Pugliese.
Una iniziativa che mira a:
– sostenere la memoria storica dell’opposizione e degli oppositori alla guerra e agli armamenti (‘pazzia bestialissima’, Leonardo)
– sensibilizzare sui temi della pace e della educazione alla pace, per un sapere e una scuola impegnati per la pace
– sostenere la diffusione di coscienze e pratiche pacifiste e nonviolente a tutti i livelli e per un rinnovato impegno di massa per il disarmo
– ricordare il principio del ripudio della guerra scolpito nell’art. 11 della Costituzione italiana e sulla Carta delle Nazioni Unite
– riaffermare le finalità di pace del processo di costruzione europea proprio nel centenario della inutile strage (Benedetto XV)
La Mostra ha ricevuto l’alto patrocinio del Parlamento europeo e quello della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze; ha inoltre l’adesione della Fondazione Museo Storico del Trentino, del Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani e di altri enti pubblici e associazioni. Si compone di 24 pannelli di cm. 70×100; ha una struttura e contenuti divulgativi ed è rivolta in particolare alle scuole.
‘Una mostra importante perché restituisce ‘dignità’ al movimento pacifista e alle sfide che questo ha posto e affrontato negli ultimi 150 anni, perché racconta una storia in cui tanti e tante cittadini si riconoscono, perché pone sul tavolo molte questioni ancora aperte legate al disarmo, alla nonviolenza, alla prevenzione dei conflitti…’ (Francesco Penzo, Venezia, personeperlapace.blogspot.it)
Dopo l’anteprima di Trento dal 18 al 25 aprile 2013, in meno di tre anni ha avuto oltre 50 esposizioni in giro per la penisola; è stata esposta in varie scuole, biblioteche, teatri, musei, festival, piccoli e grandi centri e manifestazioni varie; tante delle esposizioni sono state accompagnate da iniziative di contorno: presentazioni di libri, dibattiti e incontri, conferenze, teatro, film.
Tra le altre si ricordano le esposizioni al Centro di Educazione alla Pace e alla Campana dei Caduti di Rovereto; al Centro di Documentazione di Luserna; a Brescia, al Museo Africano di Verona; a Livo (TN) per le iniziative dei 50 anni di sacerdozio di padre Alex Zanotelli; al Festival ‘Tra le rocce e il cielo’ di Vallarsa (TN); al Festival del Diritto di Piacenza (2014); in Valsusa (Torino); a Bologna, a Venezia, a Chioggia, al convegno dell’Istituto Luce Cinecittà “Anni di pace-anni di guerra” del 26 febbraio 2015 presso il Vittoriano a Roma, in varie scuole di Monza tra marzo e aprile 2015, al festival del libro di Cerignola, al convegno nazionale “La guerra è follia” di Monteleone di Puglia del dicembre 2015, a Roma alla Casa della Memoria e della Storia nell’ottobre 2015, a Milano presso la Biblioteca Sormani dal 20 gennaio al 13 febbraio 2016. Quindi a Storo, Tione, Sulmona. Nell’autunno 2016 è in programma a Ferrara e Firenze.
L’ultimo pannello della Mostra a chiusura del percorso riporta le parole dell’Unesco: ‘Poiché le guerre nascono nella mente degli uomini, è nella mente degli uomini che devono essere costruite le difese della pace’, parole riportate sul marmo davanti ad una scuola di Pienza, in Toscana.

Servizio Civile – Dal 20 ottobre al 16 novembre incontri in via Guido d’Arezzo 2 a Ferrara.
‘L’ABC del Servizio Civile’, tutto quello che Enti, Associazioni e cittadini devono sapere per avviare un progetto e partecipare ai bandi

Si è svolta questa mattina, martedì 18 ottobre 2016 in residenza municipale, la conferenza stampa di presentazione dei seminari informativi “L’ABC del Servizio Civile”, in programma dal 20 ottobre al 16 novembre 2016 a cura del Coordinamento Provinciale degli Enti di Servizio Civile (Copresc) di Ferrara.
All’incontro con i giornalisti sono intervenuti Massimo Maisto (vicesindaco di Ferrara e Presidente del Copresc), Antonella Silvestro (operatrice Copresc di Ferrara) ed Elena Pazzi (referente settore Promozione Copresc).
‘Dopo anni di riduzione dei posti disponibili per il Servizio Civile Volontario – ha affermato il vicesindaco Maisto in veste di presidente del Copresc – oggi enti pubblici, associazioni e cooperative sociali hanno l’opportunità di coinvolgere un numero più ampio di giovani in progetti di formazione e lavoro importanti e utili alla società. Il mio appello va a quelle realtà che operano nel settore sociale e culturale, con l’auspicio che non si lascino sfuggire l’occasione di partecipare agli incontri informativi in programma finalizzati all’elaborazione di nuovi progetti di servizio civile. Queste attività sono state e saranno strategiche, anno dopo anno, per centinaia di giovani del nostro territorio territorio’.

Ciclo di incontri ‘L’ABC del Servizio Civile’

Il Coordinamento Provinciale degli Enti di Servizio Civile di Ferrara organizza il seminario ‘L’ABC del Servizio Civile’. Si tratta di un ciclo di quattro incontri informativi, aperti gli Enti soci del Coordinamento, alle Organizzazioni del Terzo Settore (Associazioni, Cooperative, Fondazioni, Organizzazioni non Governative) e in generale a tutti i referenti degli Enti che quotidianamente lavorano nel No-Profit, pensati per fornire una panoramica a 360° del sistema del Servizio Civile. I Seminari saranno tenuti da Michele Luciani (Referente per il Servizio Civile della Caritas Diocesana di Ferrara – Comacchio e consulente per la Formazione Generale dei Volontari in SC per il Co.Pr.E.S.C.). Le quattro giornate proposte sono rivolte a tutte le figure già coinvolte nella progettazione e nella gestione dei progetti di Servizio Civile Nazionale e Regionale (progettisti, OLP, selettori, responsabili del Servizio Civile, tutor, referenti per il monitoraggio e formatori), ma anche a tutti quegli Enti che fossero interessati ad approcciarsi per la prima volta al “mondo del Servizio Civile”.
Il ciclo di Seminari, infatti, costituirà un’opportunità di approfondimento per chi già da anni progetta nell’ambito del Servizio Civile e, allo stesso tempo, un’occasione per far conoscere le opportunità date dall’impiego di Giovani in Servizio Civile a tutti coloro che volessero saperne di più al fine di accreditare il proprio ente e progettare per l’inserimento dei giovani Volontari.
Pur lasciando aperta la possibilità di frequentare soltanto i moduli di maggior interesse si consiglia (soprattutto a chi si affaccia per la prima alla tematica trattata) di frequentare l’intero ciclo di incontri.
La partecipazione ai seminari è libera e gratuita.
Gli incontri si terranno tutti dalle 9.30 alle 13.30 nella sede delle “Istituzione per i servizi educativi, scolastici e per le famiglie” del Comune di Ferrara in via Guido d’Arezzo 2 a Ferrara.
Di seguito il programma:
Giovedì 20 Ottobre 2016: Storia e Organizzazione del servizio civile
Dall’Obiezione di Coscienza al Servizio Civile Nazionale; L’evoluzione dei concetti di Patria e di difesa della Patria; Difesa civile e nonviolenza; I giovani e il Servizio Civile; La normativa di riferimento (leggi, decreti, circolari, determine); I referenti istituzionali: DGSCN, RER, COPRESC, Consulta del Servizio Civile.

Mercoledì 26 Ottobre 2016: L’accreditamento e la progettazione.

Cosa è e chi può chiedere l’accreditamento; Capacità organizzative dell’ente; Procedure e tempistiche; Il sistema informatico Helios; Elementi di base della progettazione (contesto, obiettivi, azioni); Punteggi e criteri aggiuntivi; Elementi teorici sulla progettazione sociale; Prontuario e modalità di redazione dei progetti di SC (analisi della scheda progetto); I tempi e le procedure (dalla presentazione del progetto all’avvio dei volontari); Differenza tra SCR ed SCN; Il gruppo di lavoro.
Mercoledì 9 Novembre 2016: La selezione dei volontari
La promozione del servizio civile; I bandi di selezione; I criteri UNSC; i colloqui di selezione; le graduatorie.
Mercoledì 16 Novebre 2016: La gestione dei volontari in Servizio Civile
La gestione amministrativa; L’affiancamento operativo dei volontari; La formazione; Il monitoraggio; La sensibilizzazione (monte ore, eventi coordinati ed in autonomia, registri)

Assessorato alla cultura – Venerdì 28 ottobre alle 17, nella sala Estense di piazza Municipio
Letture, musica e spettacolo per presentare il libro ‘Viaggio nella memoria’

Venerdì 28 ottobre 2016 alle 17 nella sala Estense di piazza Municipale a Ferrara l’assessore comunale alla Cultura e vicesindaco Massimo Maisto introdurrà l’evento culturale con il patrocinio del Comune di Ferrara, dedicato a un ‘Viaggio nella memoria. Sulle orme di Ulisse’ tra letteratura, filosofia, teatro, musica in occasione della presentazione del libro di Tommaso La Rocca “Con gli occhi del dopo. Il Figlio del pescatore sulle orme di Ulisse” (Susil Edizioni, terza edizione ampliata, agosto 2015, ristampa gennaio 2016).
La formula che si intende adottare per la presentazione è quella di ‘Un libro che si presenta da sé’ attraverso tre momenti:
– proiezione del foto-film ‘Immagini nella memoria’, ricavato dalle 161 foto d’epoca (dal 1902 al 1957) con il montaggio di Renato Fregna, movimentate e musicate con colonna sonora appositamente composta dal musicista Sergio Rossoni, direttore dell’Orchestra Il Mulino del Po e del gruppo musicale I Dia-Logo di Ferrara;
– lettura di brani selezionati del libro fatta dall’attore e regista Saverio Vallone, che presta la voce ai testi scritti;
– intervista all’autore da parte di Dalia Bighinati giornalista di Telestense.
L’evento sarà aperto e chiuso con motivi musicali del Gruppo ‘I Dia-logo’ di Sergio Rossoni. Con sorpresa musicale anche di Stefano Bottoni, direttore del Buskers festival di Ferrara.

Ferrara città solidale e sicura – Da sabato 22 ottobre a lunedì 7 novembre in diverse sale della città. Pronto un ricco programma di iniziative
La ‘Festa della legalità e della responsabilità’ alla settima edizione crede nella forza del cambiamento

Si è svolta in mattinata (martedì 18 ottobre) nella residenza municipale la presentazione della settima edizione della ‘Festa della legalità e della responsabilità’, in programma da sabato 22 ottobre a lunedì 7 novembre in diverse sale della città.
All’incontro con i giornalisti erano presenti l’assessora comunale ai Servizi alla persona Chiara Sapigni, l’assessore ai Lavori pubblici e Sicurezza urbana Aldo Modonesi, Donato La Muscatella (Libera Ferrara), Paolo Marcolini (Arci Ferrara), Alessandro Zangara (Ufficio stampa del Comune), Antonella Silvestro ed Elena Pazzi (Copresc Ferrara), Giorgio Benini (Ufficio Sicurezza urbana) e rappresentanti del Centro di Mediazione del Comune.
‘Anche in questa settima edizione, dal programma più che mai poliedrico, siamo riusciti a riunire insieme elementi importanti dell’associazionismo e delle Istituzioni. – ha affermato l’assessora Chiara Sapigni – Ogni anno cerchiamo di trarre dalla realtà nuovi stimoli, per proporre via via le specifiche tematiche su sicurezza e legalità legate al nostro territorio e coinvolgere al meglio i diversi target della popolazione’.
‘Senza uno sforzo soggettivo alla responsabilità anche le politiche di sicurezza urbana rischiano di essere depotenziate. – ha ricordato l’assessore Aldo Modonesi – Grazie quindi alle associazioni coinvolte nella festa e al lavoro che nella formazione mettono in campo durante tutto l’anno. Penso che questa sarà una nuova e ulteriore occasione per crescere insieme’.
Per costruire un’Italia che non si limita a dire cosa non va, ma si mette in gioco per farle andare è necessaria ‘l’opera quotidiana di cittadini responsabili per tradurre la speranza di cambiamento in forza di cambiamento’. ‘Le mafie e la corruzione non troveranno spazio in comunità solidali, inclusive’, se ‘insieme sapremo vincere l’egoismo, l’indifferenza, l’opportunismo: i peccati più grandi della nostra epoca’. Sono parole pronunciate da don Luigi Ciotti a Messina in occasione dello scorso 21 marzo.
Ancora il fondatore di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie ci ricorda che la legalità non è un valore in quanto tale: è l’anello che salda la responsabilità individuale alla giustizia sociale: l’io e il noi. ‘Le regole funzionano se incontrano coscienze critiche, responsabili, capaci di distinguere, di scegliere, di essere coerenti con quelle scelte. La regola parla a ciascuno di noi, ma non possiamo circoscrivere il suo messaggio alla sola esistenza individuale: in ballo c’è il bene comune, la vita di tutti, la società’. Legalità, responsabilità e comunità: senza l’una non si danno le altre.
Ecco perché è nata la Festa della Legalità e della Responsabilità, giunta nel 2016 alla sua settima edizione.
‘Crescere la legalità’ è il sottotitolo di questa edizione della ‘Festa della Legalità e della Responsabilità’. L’educazione e la divulgazione, in tutte le sue forme, è il tema conduttore di questa edizione: formazione per i ragazzi, per gli addetti ai lavori, per gli amministratori, per le forze dell’ordine così come per i cittadini, attraverso tante iniziative dedicate.
Organizzata da Centro di Mediazione Sociale – Progetto Ferrara Città Solidale e Sicura del Comune di Ferrara, Coordinamento di Ferrara di Libera, Ufficio Stampa del Comune di Ferrara, Ufficio Diritti dei Minori del Comune di Ferrara, Pro Loco Voghiera, con la collaborazione di Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara, Arci Ferrara, Cinema Boldini, Presidio Studentesco di Libera di Ferrara ‘Giuseppe Francese’, COPRESC Ferrara e con il sostegno della Regione Emilia Romagna e di Avviso Pubblico, la festa quest’anno si tiene dal 22 ottobre al 7 novembre, con un calendario ricco di appuntamenti.
Si comincia la mattina di sabato 22 ottobre alle 9.30 con ‘Legalità e Lavoro: Fondi rubati all’Agricoltura’ presso la Sala della Musica (Via Boccaleone, 19): un seminario formativo per i giornalisti, ma aperto a tutta la cittadinanza. Verrà presentata la video-inchiesta ‘Fondi rubati all’agricoltura’, che indaga come la criminalità si infiltra nel sistema delle sovvenzioni europee di sostegno al reddito degli agricoltori. L’autore Alessandro Di Nunzio – insieme a Diego Gandolfo vincitore del Premio Roberto Morrione 2015 proprio per questo lavoro – e Luigi Russo, Associato di Diritto Agrario del Dipartimento di Giurisprudenza dell’ Università degli Studi di Ferrara , ne discutono con Alessandro Zangara – responsabile Ufficio Stampa Comune di Ferrara – e Federica Pezzoli del settore Informazione del Coordinamento di Ferrara di Libera. Introduce l’Assessora all’Ambiente Caterina Ferri.
Martedì 25 ottobre alle 17 nella Sala Arengo della residenza Municipale Chiara Sapigni, (Assessora alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari del Comune di Ferrara e Referente provinciale di Avviso Pubblico), Massimo Mezzetti, (Assessore alla cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità della Regione Emilia Romagna), Gian Guido Nobili, (responsabile Area Sicurezza Urbana e Legalità Regione Emilia Romagna), ed Elena Buccoliero, (Direttrice della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati), dialogheranno sul tema ‘Una Regione per la Legalità. Il nuovo Testo Unico e la Fondazione per le vittime dei reati’. Durante l’incontro dedicato alla presentazione del nuovo ‘Testo Unico per la promozione della Legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili’ verrà proiettato il video ‘Noi parti offese. La solidarietà va in scena’ sull’attività della Fondazione E-R per le vittime dei reati e verrà consegnato il Premio ‘Cittadino Responsabile’ 2016.
Sempre il 25 ottobre alla Sala Arengo alle 20.30 il Dirigente della Squadra Mobile e ViceQuestore Aggiunto Andrea Crucianelli, Gian Guido Nobili, responsabile Area Sicurezza Urbana e Legalità Regione Emilia Romagna, e l’ Assessore Lavori Pubblici e Palio, Sicurezza Urbana, Mobilità, Protezione Civile Aldo Modonesi parleranno con Alessandro Zangara delle tendenze dell’andamento della delittuosità a livello nazionale e locale. In particolare, Nobili presenterà il Rapporto di ricerca ‘La criminalità in Italia. Tendenza evoluzione e caratteristiche di alcuni fenomeni criminosi’ a cura del Forum Italiano per la Sicurezza Urbana’, mentre Crucianelli approfondirà in merito a ‘L’evoluzione dei fenomeni criminosi nella provincia di Ferrara’.
Si tratta di un seminario formativo per i giornalisti ma aperto a tutta la cittadinanza.
Mercoledì 26 ottobre alle 9 il Comandante della Polizia Locale del Comune di Ravenna Stefano Rossi presso la Sala Congressi del Comando della Polizia Municipale (via Bologna 534) terrà il seminario ‘Immigrazione e Legalità’ evento gratuito (per i crediti formativi i non soci ANVU pagano € 5).
Grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Ferrara, nell’ambito del Labortatorio MaCrO, giovedì 27 ottobre alle 15 nell’Aula Magna Dipartimento (Corso Ercole I d’Este 37), tre relatori d’eccezione: Antonio Balsamo (Procura generale della Corte di Cassazione), Roberto Chenal (Corte Europea dei Diritti dell’Uomo), Alberto Ziroldi (Tribunale di Bologna) discuteranno di ‘Misure patrimoniali e contrasto alla criminalità organizzata’.
Gli avvocati possono iscriversi al seminario formativo inviando un’email all’indirizzo laura.salvadego@unife.it; l’evento è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ferrara con il riconoscimento di 2 crediti formativi.
Nel programma della Festa sono presenti non solo incontri di approfondimento, ma anche aperitivi, concerti e proiezioni cinematografiche.
La Sala Boldini di via Previati ospiterà sabato 22 ottobre alle 18 la proiezione del film ‘Deephan’ e mercoledì 2 novembre alle 21 la presentazione del progetto ‘The Harvest’, film sul nuovo caporalato agricolo in Italia. The Harvest è un documentario sulla vita delle comunità Sikh stanziate stabilmente nella zona dell’Agro Pontino e il loro rapporto con il mondo del lavoro. I membri di queste comunità vengono principalmente impiegati come braccianti nell’agricoltura della zona. Gli episodi di sfruttamento (caporalato, cottimo, basso salario, violenza fisica e verbale) sono stati rilevati in numerosi casi, quasi sempre da associazioni che operano sul territorio locale. A fianco di questi fenomeni è inoltre cresciuto in maniera esponenziale l’uso di sostanze dopanti per sostenere i faticosi ritmi del lavoro nei campi.
La giovane crew di registi e videoreporter (SMK Videofactory, di Bologna) presenterà il progetto, proiettando qualche spezzone del film (che è anche un musical) ancora in lavorazione, per chiedere il sostegno tramite crowdfunding.
Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.
Il 22 e 23 ottobre in piazza Castello il Coordinamento di Libera di Ferrara, il Presidio Studentesco ‘Giuseppe Francese’ e Pro Loco Voghiera, vi aspettano dalle 19.30 con gli Aperitivi della Legalità, in occasione della manifestazione ‘Autunno Ducale’.
Sabato 29 ottobre dalle 21 alla Sala Estense in Piazza Municipale si terrà Musica Libera – una canzone per la legalità, a cura di Centro Mediazione e Sonika. Un concerto di band giovanili per avvicinare i giovani ai concetti di legalità e responsabilità.
Tanti anche gli appuntamenti per la scuola e con la scuola, perché l’educazione alla legalità è la strada per la cittadinanza responsabile di domani.
Due importanti incontri di formazione per insegnati sono organizzati con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale.
Giovedì 20 ottobre alle 15 nelle aule dell’Istituto di Istruzione Superiore G.Carducci (via Canapa): Non era un gioco – riflessioni e strumenti per educare gli adolescenti alla legalità. A cosa serve punire in educazione? con Elena Buccoliero, l’Assessore del Comune di Ferrara Chiara Sapigni, Giordano Barioni, educatore e formatore alla Città del Ragazzo, e Mario Schermi, formatore del Dipartimento di Giustizia Minorile, docente all’Università di Messina e autore del libro ‘Educare e Punire. L’esperienza educativa nella difficile impresa di liberare e contenere’ (ed. La Meridiana, 2016).
Una delle caratteristiche dei contesti educativi è la presenza di regole e uno tra i compiti più spinosi per gli adulti – insegnanti, genitori, educatori… – è confrontarsi con le trasgressioni dei ragazzi e trovare il giusto modo per reagire.
Nella quotidianità si ha spesso la sensazione che punire serva a poco. Perché i ragazzi hanno un’autonomia e una consapevolezza maggiore di alcuni decenni or sono e perché forse abbiamo bisogno di ritrovare il fondamento delle nostre regole. Senza questo, le punizioni rischiano di restare una stanca ripetizione tesa a rassicurare più che altro gli adulti e l’istituzione che rappresentano. Il secondo appuntamento della formazione ‘Non era un gioco’ si tiene Ancora nei locali dell’Istituto Carducci alle 15, giovedì 3 novembre: Non era un gioco: kit per l’educazione alla legalità, con Mirko Stifano, magistrato del Tribunale per i minorenni di Bologna, Alessandra Ugolini, docente di diritto all’ITI Copernico-Carpeggiani. Coordina Elena Buccoliero.
A partire dai 14 anni, ragazzi e ragazze diventano responsabili delle loro azioni davanti alla legge, ma quasi mai ne sono consapevoli. È un compito educativo quello di far crescere tale consapevolezza. A Ferrara nell’ottobre 2014 la simulazione di un processo penale minorile, che ha coinvolto magistrati e operatori del territorio e visto tra il pubblico centinaia di studenti, ha permesso di vedere da vicino che cos’è un processo penale minorile e di riflettere su un istituto tipico, la messa alla prova, che apre percorsi di cambiamento per ragazzi che sanno di avere commesso un errore e vogliono rimettersi in gioco. La simulazione è diventata un video e, ora, un kit didattico che verrà presentato, sperimentato e offerto gratuitamente alle scuole. Il confronto in sottogruppi tra insegnanti, operatori dei servizi e del Terzo Settore sarà uno stimolo per confrontarsi su come questo strumento può essere integrato nei percorsi educativi.
Venerdì 28 ottobre alle 9 presso la Sala Boldini (Via Previati 18) si terrà F(ilm)a la cosa giusta – Il rapporto tra comunicazione audiovisiva e legalità (Ingresso riservato alle scuole superiori di secondo grado).
Sarà un’occasione per gli studenti per vedere e discutere dei prodotti audiovisivi giunti in finale al concorso denominato appunto ‘Film(a)’ la cosa giusta’. (realizzati da giovani residenti in Emilia Romagna tra i 18 ed i 28 anni di età).
Verrà presentata anche una selezione di opere ‘fuori concorso’ che hanno partecipato (ed in molti casi vinto) altri concorsi legati al tema della legalità.
Il dialogo con gli studenti sarà condotto dal Centro di Mediazione e Libera Coordinamento di Ferrara. I ragazzi saranno coinvolti e si chiederà loro di riflettere sui seguenti punti: Che tipo di messaggi vengono veicolati dai video? Che linguaggio utilizzano? Che target di riferimento hanno? Fanno presa sull’audience giovanile? Come si fa a “parlare di legalità” attraverso un video?
Sarà un’occasione di confronto ed apprendimento sul rapporto tra comunicazione audio visiva e legalità, dal punto di vista dei ragazzi.
Infine venerdì 4 novembre in Sala Estense alle 10 andrà in scena lo spettacolo ‘Keep calm and follow the law’, ideato dall’IIS N. Copernico A. Carpeggiani nell’ambito del progetto: ‘Educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva’ (Incontro ad invito riservato a studenti del terzo anno delle scuole secondarie di primo grado).
La festa si conclude il 7 novembre con un grandissimo ospite, Roberto Scarpinato, magistrato, Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Palermo. Dalle 18, presso il Dipartimento di Giurisprudenza (Corso Ercole I d’Este 37), Scarpinato tratterà il tema di grande interesse:’La criminalità economica e le sue connessioni con i network politico-mafiosi.
Valore aggiunto della Festa della legalità e della Responsabilità di quest’anno è la partecipazione di una decina di ragazzi volontari in Servizio Civile del COPRESC di Ferrara, che interverranno negli incontri della rassegna fungendo da supporto organizzativo e comunicativo, portando un giovane e fresco punto di vista.
Social: Facebook: Festa della Legalità e della Responsabilità Instagram: c_mediazione
Coordinamento organizzativo della festa: Centro di Mediazione del Comune di Ferrara – Viale Cavour 177 e Piazzale Castellina 5 tel. 0532/770504 mail: centro.mediazione@comune.fe.it

Conferenza in municipio – Giovedì 20 ottobre alle 17 nella Sala dell’Arengo
La personalità geniale e contraddittoria di Biagio Rossetti raccontata da Francesco Scafuri

Sarà lo storico Francesco Scafuri a dare il via, giovedì 20 ottobre alle 17 nella Sala dell’Arengo della residenza municipale di Ferrara, al ciclo di tre conferenze su Biagio Rossetti organizzate in occasione della mostra del grafico Claudio Gualandi, allestita sempre in Municipio.
Nel corso dell’incontro, dal titolo: ‘Biagio Rossetti (1447 ca. -1516), ingegnere civile e militare con un grande senso per gli affari’ Scafuri analizzerà alcune delle opere del celebre artefice dell’Addizione Erculea, oltre ad alcuni aspetti curiosi e poco conosciuti della sua vita, da cui emerge una personalità geniale, ma allo stesso tempo complessa e contraddittoria. Saranno presi in esame sia l’impegno straordinario di Rossetti nel campo dell’architettura civile e religiosa, sia la sua intensa attività nella costruzione di innovative fortificazioni al servizio di Ercole I d’Este.
La mostra di Claudio Gualandi dedicata a Biagio Rossetti rimarrà aperta al pubblico fino al 14 novembre prossimo nel Salone d’Onore del Municipio (piazza Municipio 2 a Ferrara), dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 18. I visitatori avranno, tra l’altro la possibilità, di assistere alla proiezione (a ciclo continuo) nella Sala delle Lapidi del Municipio del video della scultrice Flavia Franceschini dal titolo ‘Nel sogno e nel segno: La magica regìa di Biagio’, cortometraggio che offre un quadro suggestivo delle opere rossettiane nel tessuto urbano di Ferrara.
Le iniziative, a ingresso gratuito, sono promosse dagli assessorati alla Cultura e ai Beni Monumentali del Comune di Ferrara.

Giunta comunale – Le principali delibere approvate nella seduta del 18 ottobre 2016
Fondi regionali per il progetto di partecipazione ‘Officina dei saperi’, variazione al Bilancio di Previsione comunale, sostegno a progetti culturali, sociali e giovanili

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 18 ottobre:
Assessorato all’Urbanistica, Edilizia, Rigenerazione Urbana, assessore Roberta Fusari:
Processi partecipativi: in arrivo fondi regionali per il progetto ‘Officina dei saperi’
E’ di 14mila euro il contributo assegnato dalla Regione al progetto del Comune di Ferrara intitolato ‘Officina dei saperi – verso una rete tra le comunità di pratiche’, che si è classificato 9° (su 75 partecipanti) al bando regionale per il finanziamento di progetti di partecipazione per l’anno 2016. Il progetto, curato dall’Urban Center del Comune e approvato ufficialmente oggi dalla Giunta, nasce in continuità con il progetto ‘Ferrara mia, persone e luoghi non comuni’ finanziato dalla Regione nel 2015 e rappresenta la prima fase di un processo più ampio, chiamato appunto ‘Officina dei saperi’, sul quale si concentrerà l’attività dell’Urban Center nel 2017 per “l’attivazione di un laboratorio cittadino che coinvolga cittadini e Amministrazione comunale, da intendersi come una sorta di scuola per la condivisione libera e gratuita di informazioni, idee e relazioni”.
Oggetto d’attenzione del progetto è il ‘Regolamento comunale per la disciplina delle forme della partecipazione popolare all’amministrazione locale’, strumento normativo già esistente ma del quale è necessaria un’attualizzazione, anche alla luce degli esiti dei percorsi partecipativi promossi dall’Amministrazione negli ultimi anni.
Il progetto prevede una serie di passaggi di preparazione per l’incontro pubblico che si terrà a fine marzo 2017 e che vedrà il confronto e il dibattito cittadino concentrarsi sulla condivisione di proposte di variazione e integrazione del Regolamento comunale e sulla predisposizione dell’Officina.
In vista dell’appuntamento di marzo sarà organizzato un primo incontro pubblico, a metà dicembre, dedicato al tema della sostenibilità economica degli interventi, e un Tavolo di Negoziazione agli inizi di marzo, con il coinvolgimento dei tecnici del Comune e dei soggetti rappresentativi delle Comunità di pratiche oggetto di accompagnamento e valutazione nel corso del progetto. Ulteriori due incontri del Tavolo di Negoziazione (uno in apertura e l’altro a chiusura del percorso), interviste e ricerche su possibili avamposti territoriali sono i principali strumenti previsti dal progetto per sollecitare i gruppi di cittadini già coinvolti o in avvicinamento, e per prevedere l’inclusione di nuovi soggetti interessati. Infine, per un reale e tempestivo impatto delle riflessioni e proposte su iter e normative, sarà attivo un ambito operativo specifico interno alla pubblica amministrazione.
Il prodotto finale del progetto sarà la redazione di un Documento di Proposta Partecipata, condiviso tra i partecipanti al percorso e l’Amministrazione comunale.
Al contributo regionale andrà a sommarsi un cofinanziamento comunale di 6mila euro.
Assessorato alla Contabilità e Bilancio, Partecipazioni, assessore Luca Vaccari
(note a cura dell’Assessorato):
Variazione al Bilancio di Previsione 2016-18
La Giunta ha approvato oggi una variazione al Bilancio di Previsione 2016-18 con la quale si procede alla ridefinizione di poste in entrata e in uscita, richieste dai Servizi perché emerse dopo la variazione di luglio. Viene inoltre applicata una quota di avanzo libero (865mila euro) per far fronte a ulteriori esigenze di spesa sia in parte corrente, sia in parte investimenti, inclusa l’erogazione del contributo di 500mila euro ad ASP, stanziato a fine 2015, ma non ancora erogato. La delibera di variazione proseguirà il suo iter in I Commissione, prima di approdare in Consiglio.
Variazione al Programma dei Lavori Pubblici 2016-18 e al DUP 2016-18
Le variazioni di bilancio relative agli interventi sulle opere pubbliche sono state precedute da una modifica al piano triennale delle opere 2016-18 e, conseguentemente, al DUP (Documeno Unico di Programmazione) 2016-18. Di particolare rilevanza l’inserimento dei lavori collegati al progetto del Ducato Estense. Anche queste variazioni verranno esaminate in I Commissione, prima di passare in Consiglio per l’approvazione.
Prelevamento dal Fondo di Riserva
In parallelo alla delibera di variazione del Bilancio di previsione 2016-18 – che proseguirà il suo iter in I Commissione, prima di approdare in Consiglio -, la Giunta ha deliberato l’utilizzo di una parte delle risorse accantonate nel Fondo di Riserva. L’importo complessivo è di 348.661,86 euro e le voci più rilevanti riguardano: la quota di pertinenza del Comune di Ferrara nel ripianamento della perdita dell’esercizio 2015 di ASP (132.535,46 euro); il contributo all’Ente Palio per lo svolgimento dei Campionati giovanili Sbandieratori e Musici (40mila euro); l’integrazione dei compensi per la gestione della camera mortuaria (38.726,40 euro); un’integrazione dell’accantonamento per interessi passivi sul derivato (35mila euro); e l’acquisto di materiale bibliografico per le biblioteche comunali (20mila euro). Verrà data comunicazione del prelievo al Consiglio Comunale nella prima riunione utile.
Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani e Personale, vicesindaco Massimo Maisto:
Progetto ComunEbook: prosegue la collaborazione con il liceo Roiti per la pubblicazione di e-book
Nata sulla scia delle evoluzioni dell’editoria, la collaborazione tra il Comune di Ferrara e il liceo scientifico Roiti, per la produzione di libri in formato digitale, proseguirà anche per i prossimi tre anni. In base al protocollo d’intesa, rinnovato oggi dalla Giunta fino al giugno 2019, il Comune continuerà quindi ad avvalersi delle competenze dei docenti e degli alunni dell’istituto superiore cittadino per la trasposizione digitale dei testi realizzati nell’ambito delle attività culturali curate dal Comune stesso o in collaborazione con altre Istituzioni e associazioni del territorio.
L’attività del progetto è documentata sul sito web: www.comunebookferrara.it, dal quale è possibile scaricare gratuitamente i testi già pubblicati in formato epub o pdf.
Rinnovata la convenzione per la gestione del Maf
Sarà rinnovata anche per gli anni 2017 e 2018 la convenzione con l’associazione di promozione sociale Mondo agricolo ferrarese (Maf) per la gestione del Centro di documentazione di San Bartolomeo in Bosco. L’Associazione MAF, a fronte di un contributo comunale annuo di 25.100 euro, si impegna a mantenere a disposizione del pubblico, con ingresso gratuito, la raccolta del ‘Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese’ che comprende la più ampia raccolta di strumenti, attrezzi e materiali relativi alle attività contadine dell’area ferrarese e tra le più ricche a livello regionale e nazionale. L’associazione si impegna inoltre a continuare a ospitare nei locali del Centro una serie di beni di proprietà comunale (tra cui il fondo bibliografico ‘Minerbi’, la collezione ‘Ex Orio Sarti’ e raccolte di burattini), oltre che a valorizzare il patrimonio e la frequentazione del Centro attraverso apposite iniziative culturali e l’allestimento di mostre temporanee di carattere storico-etnografico.
Sostegno a progetti rivolti ai giovani del territorio
Ammontano complessivamente a 22.500 euro i contributi che il Servizio Politiche giovanili del Comune di Ferrara destinerà alla realizzazione di quattro progetti rivolti ai giovani del territorio, utilizzando parte del finanziamento regionale ricevuto per l’attuazione del Piano per il benessere sociale e sanitario 2016 del Distretto Centro Nord, Area Adolescenti e giovani.
In particolare, 6mila euro andranno all’associazione Ultimo Baluardo per la prosecuzione della gestione del centro musicale comunale ‘Sonika’ di viale Alfonso I d’Este, sulla base di una convenzione con il Comune. Altri 6mila euro andranno all’Associazione Occhiaperti.net che
da 3 anni gestisce il progetto ‘Ragazzi digitali’ con interventi laboratoriali negli istituti secondari di primo grado per l’utilizzo consapevole e responsabile della rete e dei social network. Di 5.500 euro è invece l’erogazione a favore dell’Associazione Balamòs per il prosieguo del progetto ‘Sguardi diversi’, risultato efficace per una fattiva integrazione dei ragazzi stranieri nella scuola
secondaria di I grado Tasso ad alta incidenza di presenza di immigrati. Mentre di 5mila euro è il contributo a favore di Agire Sociale-Centro Servizi per il Volontariato, per la gestione di tutte le azioni coordinate e congiunte interistituzionali di contrasto alla dispersione e all’abbandono scolastico (così come anche indicato essere una priorità dalla Regione Emilia Romagna e dal Tavolo provinciale Adolescenza).
Possibilità di tirocini in Comune per gli studenti dei corsi di formazione della Fondazione Cineteca di Bologna
Gli studenti dei corsi di formazione promossi dalla Fondazione Cineteca di Bologna in collaborazione con la Regione Emilia Romagna potranno svolgere periodi di tirocinio formativo negli uffici del Comune di Ferrara, e in particolare alla Videoteca Vigor, per sperimentare sul campo le conoscenze acquisite con lo studio. La Giunta ha infatti approvato la convenzione da sottoscrivere con la Fondazione felsinea per consentire l’avvio di periodi di formazione e orientamento all’interno della struttura comunale ferrarese, per permettere ai giovani studenti di completare il proprio percorso formativo.
Contributi per iniziative culturali e musicali
E’ di 5mila euro il contributo che il Comune di Ferrara erogherà all’Associazione culturale ‘Gruppo del Tasso’ per la realizzazione del festival di letteratura ‘Giallo Ferrara’ che si svolgerà negli spazi della biblioteca Ariostea e delle librerie Ibs e Feltrinelli nelle giornate dell’11,12 e 13 novembre prossimi.
Di 4mila euro è invece l’erogazione destinata dal Comune all’Associazione Rock Circus per l’organizzazione di una manifestazione musicale che si è svolta nel campo sportivo di San Bartolomeo dal 26 al 31 luglio scorsi.
Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:
Sostegno alle attività dell’Emporio solidale Il Mantello
Ammonta a 10mila euro il contributo che il Comune di Ferrara assegnerà all’Associazione Agire Sociale a sollievo delle spese per l’avvio delle attività dell’Emporio Solidale ‘Il Mantello’ di Ferrara. Inaugurato lo scorso 4 ottobre, l’emporio di via Mura di Porta Po 9, è un piccolo market rivolto a persone a rischio povertà, cui si affiancano servizi di accompagnamento e orientamento al lavoro e ai servizi socio-sanitari.
Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:
Supporto alle attività culturali e ricreative del Comitato VivaBarcoViva
E’ di 2mila euro il contributo destinato dal Comune al Comitato VivaBarcoViva a parziale sostegno delle spese per le attività culturali, didattiche, ricreative e sportive svolte da giugno a settembre 2016, a favore degli abitanti del quartiere Barco e zone limitrofe, per favorire la socializzazione, l’integrazione e l’accoglienza.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi