COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > La newsletter del 24 febbraio 2017

La newsletter del 24 febbraio 2017

Da ufficio stampa

 

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Ciclo ‘Chiavi di lettura’: incontro lunedì 27 febbraio alle 17

‘Ferrara violenta?’ dati e opinioni sulla criminalità in città, fra realtà e suggestione

24-02-2017

Proporrà un’analisi sul fenomeno della criminalità a Ferrara ‘fra realtà e suggestione’ l’incontro a cura di Federica Pezzoli in programma lunedì 27 febbraio alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. L’appuntamento è inserito ciclo “Chiavi di lettura – Opinioni a confronto sull’attualità” organizzato in collaborazione con il quotidiano online Ferraraitalia – L’informazione verticale. Interverranno tra gli altri: Daniele Lugli (Movimento Nonviolento), i ragazzi di ‘Occhio ai Media’ e alcuni cittadini del Comitato Zona Stadio.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Ferrara è davvero violenta come talvolta appare leggendo le cronache locali? O si tratta invece di fallaci percezioni, come sostengono le istituzioni esibendo statistiche? E i mezzi di informazione locali influiscono su questo ipotetico condizionamento? Il secondo appuntamento del ciclo di incontri organizzati dalla testata online Ferraraitalia tenterà di sviluppare un ragionamento più ampio, per fornire, come di consueto, “chiavi di lettura” che, partendo dal vivere quotidiano e dai suoi protagonisti, offrano elementi di consapevolezza e spunti per una riflessione critica più ampia.

CONFERENZA STAMPA – Lunedì 27 febbraio alle 11 nella sala degli Arazzi

Presentazione della “3.a Granfondo del Po” manifestazione inserita nell’Unesco Cycling Tour

24-02-2017

Lunedì 27 febbraio alle 11 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la presentazione del programma della “3.a Granfondo del Po”, manifestazione ciclistica inserita nell’Unesco Cycling Tour e nel Circuito Romagna Challenge 2017, in programma il 4 e 5 marzo a cura dell’associazione Po River asd.

All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessore allo Sport e il vice sindaco del Comune di Ferrara Simone Merli e Massimo Maisto, il presidente di Po River asd Simone Zannini, il responsabile circuito Unesco Cycling Alessandro Gualazzi e il responsabile circuito Romagna Challenge Franco Chini.

VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore fra il 26 febbraio e il 5 marzo 2017

Modifiche al traffico per iniziative di Carnevale a Ravalle, Francolino e Villanova

24-02-2017

– Sfilata dei carri a Ravalle
In occasione della sfilata dei carri allegorici del carnevale di Ravalle, nelle giornate di domenica 26 febbraio e domenica 5 marzo 2017 sarà in vigore dalle 10 alle 19 il divieto di circolazione e sosta per tutti i veicoli (ammessi gli autorizzati) in: piazza SS. Filippo e Giacomo e in via Martelli, dal civico 17 all’intersezione con vicolo del Noce.

– Carnevale di Francolino
In occasione del ‘Carnevale di Francolino’ organizzato dalla Pro loco di Francolino, dalle 14 alle 16 di domenica 26 febbraio sarà sospesa la circolazione dei veicoli per il tempo strettamente necessario a consentire il passaggio dei carri allegorici. Le vie interessate dal provvedimento saranno in particolare: via Pianelle, via Calzolai e piazza Fetonte.

– Carnevale di Villanova
Per consentire lo svolgimento della sfilata di carnevale dei bambini organizzata dalla scuola di Villanova, martedì 28 febbraio dalle 10,30 alle 12 in via Ponte Assa sarà sospesa la circolazione dei veicoli per il tempo strettamente necessario a consentire il passaggio del corteo.

CARNEVALE RINASCIMENTALE 2017 – Tutti gli appuntamenti di sabato 25 febbraio a Ferrara

Il Corteo storico per Eleonora d’Aragona incanta Ferrara per il Carnevale Rinascimentale

24-02-2017

(Comunicato a cura degli organizzatori)

Sabato 25 febbraio 2017 il giorno clou della manifestazione con la sfilata in costumi d’epoca, da Palazzo Schifanoia (alle 16) a piazza Municipale dove andrà in scena lo spettacolo di strada “Il Draaago”.

Partirà da Palazzo Schifanoia, in via Scandiana 23, il corteo storico che rievoca l’ingresso in città  della prima duchessa di Ferrara, Eleonora d’Aragona sposa del duca Ercole I d’Este, nel 1473 . Dame e cavalieri, duchi e nobili, sabato 25 febbraio 2017 alle 16.00 attraverseranno le strade e le piazze del centro storico, per dar vita all’evento più suggestivo del Carnevale Rinascimentale, che fino a domenica 26 vedrà tantissimi appuntamenti tra visite guidate, laboratori ludico didattici per bambini,  banchetti a menù rinascimentale, rappresentazioni teatrali e conferenze a tema. Il corteo storico composto da 250 figuranti raggiungerà piazza Municipale, dove a partire dalle 16.45, la compagnia di Modena “Teatro dei Venti” darà vita allo scenografico spettacolo di teatro di strada “Il Draaago” (alto 5 metri). Al mattino da non perdere, alle 11.00, la conferenza sulla vita e la personalità di Eleonora d’Aragona, a Palazzo Bonacossi, a cura di Marialucia Menegatti. Sempre alle 11.00 al Museo Archeologico, in via XX Settembre 122, si potrà partecipare ad una visita guidata ai luoghi nascosti del museo. Alle 15.00, invece, l’apertura straordinaria dei “Tesori nascosti di Casa Romei” condurrà i visitatori in un viaggio speciale, a cura del Gruppo Archeologico Ferrarese, nelle aree del Palazzo tra lo studiolo segreto e il giardino privato di questo splendido esempio di architettura medievale e rinascimentale. Appuntamento alle 21 all’antico Teatro di Corte, la Sala Estense di piazza Municipale, per la rappresentazione teatrale della divertente commedia “La Fantesca” di Giambattista Della Porta, a cura della Compagnia del Vado. Diversi i banchetti animati da danze rinascimentali, balli in maschera in Castello e a Palazzo Roverella tra antiche mura e affreschi. Tanti i laboratori per bambini presso il Castello e i musei della città. I Musei civici in occasione del Carnevale Rinascimentale saranno aperti gratuitamente al pubblico, sabato 25 e domenica 26 febbraio.

Per scoprire tutti gli eventi del Carnevale rinascimentale 2017 consultare il sito www.carnevalerinascimentale.eu e per prenotare le attività e le proposte di soggiorno, il sito del Consorzio Visit Ferrara: https://www.visitferrara.eu/it/eventi/carnevale-rinascimentale-2017

Per ulteriori dettagli sul Carnevale v. CronacaComune del 9 febbraio 2017

CULTURA E TURISMO – Il calendario illustrato da sindaco Tagliani e assessore Maisto

Gli eventi culturali del 2017 a Ferrara, un giro lungo un anno

24-02-2017

E’ stato presentato ufficialmente questa mattina, venerdì 24 febbraio 2017 nella sala degli Arazzi in residenza municipale il “Calendario e20” del 2017.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, l’assessore alla Cultura e Turismo Massimo Maisto e la dirigente del servizio comunale Manifestazioni Culturali e Turismo Maria Teresa Pinna.

 

LA SCHEDA (A cura del Servizio Manifestazioni Culturali e Turismo. Politiche per la Pace

Comune di Ferrara)

“A yearlong trip”, un giro lungo un anno attraverso la città e le sue proposte

Se lo scorso Calendario e20 ha avuto un solo protagonista letterario, un filo rosso che ha accompagnato tutti gli appuntamenti dell’anno, nel 2017 la proposta del Comune di Ferrara punta sulla grande varietà che la città sa offrire, associando il patrimonio storico ai nuovi mezzi espressivi, ai nuovi linguaggi. L’ORIGINALITÀ è l’elemento che ha caratterizzato questa selezione di manifestazioni, premiando chi ha saputo coniugare cultura e intrattenimento, senza scinderli l’una dall’altro. Gli eventi spaziano da dentro a fuori le mura, dal centro storico alla periferia, con eventi coerenti e utili a rivitalizzare il tessuto urbano.

«Spesso mi si chiede dal resto dell’Emilia-Romagna come siamo riusciti a migliorare la qualità dell’offerta con meno risorse – esordisce il vicesindaco Massimo Maisto – Il percorso è articolato, ma la risposta è semplice. Abbiamo investito sulla SUSSIDIARIETÀ, quindi coinvolto e responsabilizzato associazioni e imprenditori nell’organizzazione, formando al contempo i nostri tecnici come facilitatori. Fianco a fianco con il mondo dei privati ci stiamo concentrando sempre più su quello che sta intorno all’evento. Dalla MyFe Card all’enogastronomia in modo che chi partecipa non venga in città con un approccio “mordi e fuggi”, ma con l’intenzione di viverla a pieno. In questi anni sono cresciute grandi professionalità sul territorio proprio grazie alle manifestazioni, che hanno contribuito a sviluppare il brand Ferrara Città d’Arte e di Cultura applicato ai lavori creativi. In un periodo in cui i ragazzi non trovano sbocco ai loro studi e perdono la motivazione per proseguire, il nostro resta tra i pochi Comuni del Nord Italia ad accogliere ancora stagisti e a impiegarli accanto al nostro staff anche in progetti culturali e turistici ambiziosi. La speranza è riuscire a formare gli UNDER35 che credono ancora nelle potenzialità attrattive del paese e nella capacità aggregante del settore pubblico. Offrendo esperienza sul campo le istituzioni possono davvero diventare delle palestre per il nostro domani».

Il nuovo Calendario e20 ha un carattere trasversale: nello stesso contesto troviamo la passione per l’arte e le sfide sportive, le specialità culinarie e il divertimento per i più piccoli, le rievocazioni storiche e gli antichi giochi del Palio. Si confermano quindi le manifestazioni che hanno reso famosa la città oltre i confini nazionali, come Ferrara Sotto le Stelle, il Ferrara Buskers Festival e il Festival Internazionale a Ferrara, insieme a eventi di alto profilo culturale, come Ferrara in Jazz al Torrione, o impegnati socialmente, così il Tag Festival di Cultura Lgbt. Alcune novità arricchiscono il calendario come il FEcomics&games che porta in città cosplayer di qualsiasi provenienza e Interno Verde, che apre i giardini segreti agli occhi dei visitatori, un’occasione per rafforzare il legame tra gli eventi e il paesaggio urbano. Accanto alle manifestazioni sportive “storiche” per la città, come la Ferrara Marathon, crescono la Gran Fondo del Po e la Bike Night che accompagna gli appassionati delle due ruote sino al mare. Aumenta l’attesa per due appuntamenti imperdibili: la monografica a Palazzo dei Diamanti su Carlo Bononi. L’ultimo sognatore dell’officina ferrarese, tra i pittori più influenti del Seicento, e Viaggio alle origini dell’Italia ebraica, la mostra inaugurale del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah. Persino le location sono tra le più disparate, dai monumenti ai parchi cittadini, dai palazzi storici ai prati del sottomura. Rendere Ferrara attraente per i flussi turistici tanto nostrani quanto stranieri significa declinare l’ACCOGLIENZA insieme a tutti gli operatori culturali ed economici, dall’esordiente a chi si è affermato, da chi vende un prodotto a chi si spende per il volontariato.

 

«Ferrara crede nel TURISMO SLOW – prosegue il sindaco Tiziano Tagliani – perché da un lato invita i visitatori a scoprire la nostra città avendone cura, dall’altro responsabilizza la comunità locale a valorizzare la propria tipicità e a salvaguardare il benessere comune. Si tratta di un approccio cosciente e motivato alla destinazione prescelta nel rispetto dell’ambiente. In questa direzione la pratica del CICLOTURISMO collega le vie del centro alle mura, sino alle piste ciclabili che solcano la provincia e seguono il corso del Grande Fiume. Turismo “lento” significa non perdere i particolari che rendono unica la nostra cifra architettonica, ma anche godere della natura mentre l’attraversiamo verso le valli e il Parco del Delta del Po». La SOSTENIBILITÀ degli eventi in calendario è garantita, a tal punto che Ferrara è stato il primo Comune in Italia a decidere di certificarsi Iso 20121. Non solo, con il sostegno di Hera l’amministrazione ha intrapreso un percorso rivolto agli organizzatori delle singole manifestazioni e finalizzato al corretto smaltimento dei rifiuti. Ognuno nel proprio piccolo è chiamato a ridurre gli sprechi: l’impegno di chi anima le nostre piazze e le nostre strade è fondamentale perché coinvolge migliaia di persone. Con una crescita annuale del 10,3% le presenze turistiche sono salite oltre le 425mila, dimostrando che la città è tra le mete in cui vale la pena di tornare. Mantenere un’affluenza del genere, secondo l’analisi degli imprenditori che scelgono di investire sulla città, permetterà di superare la crisi. «Il trend di crescita di Ferrara è ben superiore alla media regionale – ha sostenuto di recente Andrea Corsini, assessore regionale al Turismo e al Commercio – il 10,3% contro l’8,1% delle altre città d’arte. Il Comune di Ferrara insieme agli operatori privati è riuscito a mettere a sistema le eccellenze locali, in primis gli eventi».

L’aspetto del Calendario e20 si rinnova senza rinunciare ai riti della tradizione. Il progetto grafico, firmato dallo studio WE Associates, ritorna al gusto per l’analogico, quando tutto sembra essere rigorosamente digitale. I bollini adesivi che riportano le singole manifestazioni possono essere staccati e applicati sulle pagine di un’agenda. Abituati a leggere gli appuntamenti sullo schermo di uno smartphone, ecco invece che gli eventi acquistano volume e rimandano a gesti che non bisogna dimenticare, come sfogliare le pagine di un diario. Parte integrante del concept è la bicicletta di sfondo: A yearlong trip – Un giro lungo un anno attraverso la città e le sue proposte, che deve incuriosire anche chi arriva dall’estero.

– Il Calendario e20 del 2017

  • Fino al 27 dicembre 2017 | L’arte per l’arte. Da Previati a Mentessi, da Boldini a De Pisis

Castello Estense

  • Da gennaio a maggio e da ottobre a dicembre 2017 | Stagione Concerti Ferrara Musica

Teatro Comunale “Claudio Abbado”

  • Da gennaio a maggio e da ottobre a dicembre 2017 | Stagione Danza

Teatro Comunale “Claudio Abbado”

  • Da gennaio ad aprile e da ottobre a dicembre 2017 | Ferrara in Jazz

Torrione San Giovanni

  • Dal 23 al 26 febbraio 2017 | Carnevale Rinascimentale a Ferrara

Centro storico

  • Dal 3 al 5 marzo 2017 | Tag – Festival di Cultura Lgbt

Sala Estense

  • 4 e 5 marzo 2017 | Gran Fondo del Po

Centro storico e Parco Urbano “Giorgio Bassani”

  • 19 marzo 2017 | Ferrara Marathon

Centro storico

  • Dal 22 al 24 marzo 2017 | Salone del Restauro – Musei

Ferrara Fiere Congressi

  • Dal 22 al 25 aprile 2017 | Vulandra – Festival Aquiloni

Parco Urbano “Giorgio Bassani”

  • Dal 29 aprile al 1 maggio 2017 | Giardini Estensi

Centro storico

  • 13 e 14 maggio 2017 | Interno Verde

Centro storico

  • 19 maggio 2017 | Mille Miglia Ferrara Memorial “Cesare Borsetti”

Piazza Trento e Trieste

  • Dal 26 al 28 maggio 2017 | Ferrara Sharing Festival

Centro storico

  • 20 e 28 maggio 2017 | Corteo storico e Palio

Centro storico e Piazza Ariostea

  • Dal 9 all’11 giugno 2017 | Ferrara in Fiaba

Piazza XXIV Maggio

  • 17 giugno 2017 | Bike Night Ferrara – Mare

Dal centro storico al mare

  • 17 e 18 giugno 2017 | Fecomics&games

Centro storico

  • giugno – luglio 2017 | Ferrara Sotto le Stelle

Piazza Castello e cortile del Castello Estense

  • Dal 19 al 27 agosto 2017 | Ferrara Buskers Festival

Centro storico

  • Dall’8 al 17 settembre 2017 | Ferrara Balloons Festival

Parco Urbano “Giorgio Bassani”

  • 16 e 17 settembre 2017 | Festa del Libro Ebraico in Italia

Centro storico e MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

  • Dal 22 al 24 settembre 2017 | EuropAFerrara

Piazza XXIV Maggio e Piazzale Giordano Bruno

  • Dal 29 settembre al 1 ottobre 2017 | Internazionale a Ferrara

Centro storico

  • Dal 14 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018 | Carlo Bononi. L’ultimo sognatore dell’officina ferrarese

Palazzo dei Diamanti

  • 25 novembre 2017 | Novembre Magico – Inkantesimo

Teatro Nuovo

  • Dal 18 novembre 2017 al 7 gennaio 2018 | Natale è in Centro a Ferrara

Centro storico

  • 13 dicembre 2017 | Mostra inaugurale “Viaggio alle origini dell’Italia ebraica”

MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

  • 31 dicembre 2017 | Festa di Capodanno a Ferrara

Centro storico

A cura del Servizio Manifestazioni Culturali e Turismo. Politiche per la Pace

Comune di Ferrara

AGIRE SOCIALE – Sabato 4 marzo visite guidate su prenotazione in via Mura di Porta Po 9

“I sabati del Mantello”: porte aperte all’emporio solidale

24-02-2017

Un negozio dove approvvigionarsi dei beni di prima necessità per l’alimentazione della famiglia, l’igiene personale e la pulizia della casa. Per chi si trova in un periodo di temporanea difficoltà è stato creato l’Emporio Solidale Il Mantello, operativo dal novembre 2016. Sabato 4 marzo in via Mura di Porta Po 9 chi vuole potrà visitare il negozio. E’ un market riservato a persone e nuclei familiari, selezionati attraverso una graduatoria e dotati di una tessera a punti calcolata in base alla complessità familiare. La tessera si ricarica mensilmente e permette per un determinato periodo di tempo l’accesso agli scaffali di prodotti e ai servizi connessi. Tutte le info sul sito www.ilmantelloferrara.it.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
I sabati del Mantello. Conosci da vicino l’emporio solidale il primo sabato del mese. Prenota una visita in via Mura di Porta Po. Ti aspettiamo il 4 marzo!
Sabato 4 febbraio è stata la FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta a inaugurare l’appuntamento mensile I Sabati del Mantello per conoscere da vicino l’emporio solidale di Ferrara. L’iniziativa è su prenotazione, il primo sabato di ogni mese.
Conoscere da vicino Il Mantello. “L’iniziativa mira soprattutto a rafforzare e ampliare la conoscenza di questo progetto di comunità e a diffondere le opportunità di offrire la propria collaborazione. Questo è tanto più importante perché l’emporio è operativo da poco tempo (novembre 2016) e quindi richiede le energie di tutta la comunità per proseguire il suo cammino nel modo più proficuo possibile”.
(Anna Zonari, Agire Sociale)
Questa nuova realtà aiuta già 57 nuclei familiari, per un totale di 229 persone – di cui 105 minori – in disagio economico a rimettersi in gioco nella propria comunità e si prefigge di raddoppiare questo numero entro la fine del 2017. Scopri di più sulle finalità del progetto.
L’iniziativa “I Sabati del Mantello” si rivolge a tutti: associazioni, gruppi parrocchiali, scuole, Comuni, realtà imprenditoriali, cittadini. La prenotazione si può effettuare contattando Agire Sociale, ente gestore del Mantello telefonando allo 0532 205688 o scrivendo a segreteria@agiresociale.it.
Ti aspettiamo!

Cos’è Il Mantello. Il Mantello si caratterizza in primis come una forma di sostegno al reddito per un periodo che va dai 6 ai 18 mesi come massimo, attraverso la distribuzione di beni di prima necessità a persone e nuclei familiari in condizione di impoverimento, attraverso un luogo tipo “market” che permette la scelta dei prodotti più adeguati al soddisfacimento del proprio fabbisogno nutrizionale. Il Mantello vuole proporsi anche come uno strumento capace di attivare servizi ed accompagnamenti alla persona capaci di valorizzare e rinforzare l’empowerment dei beneficiari, attraverso opportunità formative, orientamento al lavoro e ai servizi socio-sanitari, gestione del bilancio familiare, educazione al consumo consapevole, promozione della cittadinanza attiva e tanto altro.
A chi si rivolge. Il Mantello si rivolge a persone che rischiano di scivolare da una situazione di impoverimento a una di povertà ed esclusione sociale: persone che a causa della perdita del lavoro, pur avendo le competenze e le capacità di essere autonome, hanno visto svanire le loro certezze e si trovano oggi in una condizione grave di vulnerabilità, anche emotiva e psicologica. Stiamo parlando dei cosiddetti nuovi poveri a volte chiamati “gli invisibili”, proprio perché non facilmente intercettati dai Servizi e dal volontariato storicamente impegnato nel contrasto alle povertà.
Come funziona. Le persone/nuclei familiari ammessi verranno dotati di una tessera a punti calcolata in base alla complessità familiare. La tessera si ricarica mensilmente e permette l’accesso al market e ai servizi connessi per un periodo di 6 mesi. E’rinnovabile per altri 6-12 mesi in base alla persistenza o meno della condizione di difficoltà e alla «generatività» del percorso. Un patto di co-responsabilità tra la persona e «Il Mantello» impegna entrambi in un percorso che non vuole essere solo assistenziale, ma capace di condividere e monitorare reciprocamente obiettivi e risultati di percorso.
Come accedere. A fine estate 2016 è uscito un bando rivolto a residenti e regolarmente soggiornanti nel Comune di Ferrara, Masi Torello, Voghiera. La commissione di valutazione, in stretta sinergia con i servizi sociali e le associazioni impegnate nel contrasto alla povertà assoluta, ne ha ammesse 57. Il prossimo bando è previsto per maggio 2017.
Chi siamo. I soggetti promotori hanno visitato gli Empori già attivi a Parma, Prato, Modena per acquisire una conoscenza diretta del funzionamento di progetti simili già avviati in quei territori e anche dei percorsi e le criticità riscontrati altrove, ognuno per la sua specificità. n seguito ad accurata riflessione, il gruppo di lavoro rappresentato da volontari di molte delle Associazioni storicamente impegnate in città nel contrasto alle povertà, coordinati da Agire Sociale, ha valutato che il modello di Emporio ferrarese non voleva essere sostitutivo a quello agito in città da Associazioni e Caritas parrocchiali ma integrativo, dal momento che il target di beneficiari individuato non è quello di persone in condizione di povertà estrema, ma di impoverimento. Persone quindi che, solo in minima parte, si sono rivolte finora ad Associazioni o Servizi. Per l’importanza che in un progetto di tale portata e valenza ci fosse anche il Pubblico, il progetto dell’Emporio ha incontrato un analogo impegno assunto dall’Amministrazione Comunale. Sono così stati intrapresi periodici e continuativi momenti di lavoro e riflessione fra operatori dell’Asp-Centro servizi alla persona, del Comune di Ferrara e Agire Sociale i cui rappresentanti compongono la cabina di regia del progetto Emporio Solidale.

Per info: Emporio Solidale Ferrara, via Mura di Porta Po 9, Ferrara, tel. 0532 205688, info@ilmantelloferrara.org, http://www.ilmantelloferrara.it

BIBLIOTECA TEBALDI – Martedì 28 febbraio alle 17 nella sala di via Ferrariola a San Giorgio

Storie col brivido per bambini dai 3 ai 10 anni

24-02-2017

Martedì 28 febbraio alle 17 alla biblioteca comunale Dino Tebaldi di San Giorgio (via Ferrariola 12) prosegue il ciclo di appuntamenti per bimbi dai 3 ai 10 anni “Io leggo a te e tu leggi a me” sul tema del mese intitolato “Storie col brrrivido”.

I temi misteriosi e magici che tengono con il fiato sospeso caratterizzano infatti gli incontri di febbraio. L’appuntamento di questa settimana sarà dedicato alla lettura di ‘Coraggio vampiretto’ di G.Wagener. Dopo la narrazione da parte della persona adulta, come ormai consuetudine verrà data la possibilità ai bambini presenti di esprimesi a loro volta in veste di narratori in erba portando le proprie proposte, idee, suggerimenti.

Per info: Biblioteca comunale Tebaldi del quartiere di San Giorgio, via Ferrariola 12 a Ferrara, email bibl.sangiorgio@comune.fe.it, tel. 0532 64215.

BIBLIOTECA LUPPI – Martedì 28 febbraio alle 17.20 nella sala di via Arginone a Porotto

Storie a sorpresa scelte dai ragazzi della terza media

24-02-2017

E’ dedicato a “Storie di mostri e…” il ciclo di letture ‘Belle storie a Porotto’, in programma per questo mese. Martedì 28 febbraio alle 17.20 saranno i ragazzi e le ragazze della terza media della scuola De Pisis di Porotto a raccontare storie a sorpresa dedicate a un pubblico di bambini dai 2 agli 8 anni e oltre, alla biblioteca Aldo Luppi di via Arginone 320 a Porotto.
Al termine dell’iniziativa ci sarà un piccolo laboratorio sempre a cura dei volontari del gruppo ‘Briciole di fole’, che curano l’attività di promozione della lettura.

Per info: biblioteca Aldo Luppi, via Arginone 320, Ferrara, tel. 0532 731957, email bibl.porotto@comune.fe.it

ASSESSORATO ALL’AMBIENTE – Dal 28 febbraio all’1 marzo il Centro IDEA parteciperà al primo incontro a Barcellona

Il Comune di Ferrara partner del progetto europeo ”EcoWaste4Food” per la riduzione degli sprechi alimentari

24-02-2017

Dal 28 febbraio all’1 marzo prossimi due operatori del Centro IDEA del Comune di Ferrara interverranno a Barcellona, insieme a rappresentanti di Finlandia, Grecia, Regno Unito, Spagna, Polonia e Francia, al primo incontro del progetto ‘‘EcoWaste4Food’/Supporting eco-innovation to reduce food waste and promote a better resource efficient economy’, incentrato sul tema “Eco innovazione per lo spreco alimentare”.

Al progetto europeo ‘‘EcoWaste4Food’‘, che si pone l’obiettivo di migliorare gli strumenti di programmazione delle policy locali integrandole con azioni di sostegno all’uso efficiente delle risorse tramite promozione di eco-innovazione per la riduzione dello spreco alimentare, il Comune di Ferrara partecipa in qualità di partner assieme ad altri enti e istituti regionali e locali di Stati membri dell’Unione Europea.

Inserito nel Programma di cooperazione internazionale Interreg-Ue – Priorità 4 e finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – FESR , il progetto ha ottenuto, nelle scorse settimane, l’ok al finanziamento da parte del Comitato di Monitoraggio del Programma stesso, con l’assegnazione al Comune di Ferrara di una quota di 159mila euro per lo svolgimento delle attività previste. E ora, per il Comune, il prossimo passo è quello della firma di un accordo con il lead partner del progetto, l’International Centre for Advanced Agronomic-Studies Mediterranean Agronomic Institute di Montpellier (FR), per definire i principi e le procedure della cooperazione nonché gli obblighi reciproci.

Obiettivo generale del progetto è nello specifico quello di migliorare gli strumenti di programmazione delle policy locali integrandole con azioni di sostegno all’uso efficiente delle risorse, tramite la promozione di eco-innovazione per la riduzione dello spreco alimentare e la promozione della conoscenza del rapporto tra cibo e risorse.
Il progetto avrà durata di quattro anni e si articolerà in due fasi: la prima, della durata di 2 anni (2017 – 2018), prevede un’analisi a livello internazionale volta ad identificare e a trasferire buone pratiche all’interno dei contesti territoriali, tramite un percorso di trasferimento supportato da un Gruppo di stakeholder locale, appositamente individuato, con cui si condivideranno necessità territoriali e risultati delle attività svolte a livello transnazionale anche mediante pilot actions; mentre la seconda fase, della durata di altri 2 anni (2019 – 2020), sarà dedicata al monitoraggio dell’implementazione delle azioni previste dai piani d’azione delle città partner.
Oltre al capofila del progetto e al Comune di Ferrara gli altri partner sono: la Regione della Wielkopolska (PL), la Regione della Macedonia Occidentale (GR), la Regione della Ostrobothnia (FI), la Regione della Provenza – Costa Azzurra (FR), la Contea del Devon (UK), e l’Agenzia Rifiuti Catalana (ES). Nell’ambito del progetto il Comune di Ferrara sarà da un lato fornitore di buone pratiche e dall’altro beneficiario del processo di apprendimento interregionale.

LAVORI PUBBLICI E VIABILITA’ – I principali cantieri attivi dal 27 febbraio al 5 marzo 2017

Un nuovo tratto ciclabile in via Maragno, in corso interventi su edifici pubblici, strade, illuminazione e verde

24-02-2017

Questo l’elenco dei principali interventi e cantieri operativi o in fase di attivazione nel territorio comunale di Ferrara nel periodo dal 27 febbraio al 5 marzo 2017, condotti sotto la supervisione dei tecnici e degli operatori del Settore Opere pubbliche e Mobilità del Comune di Ferrara. Maggiori informazioni sugli interventi più significativi sono disponibili sul sito http://mappaopere.comune.fe.it

 

>> NUOVI LAVORI

INTERVENTI STRADALI
Interventi di completamento di percorsi ciclabili in via Maragno e via Plebiscito

Saranno consegnati alla ditta esecutrice lunedì 27 febbraio i lavori programmati dal Comune di Ferrara per la realizzazione di un percorso ciclabile in via Maragno, a Barco, a ricucitura dei percorsi ciclabili esistenti di via Bentivoglio e di via Padova. L’intervento prevede la ricostruzione di un tratto del marciapiede in asfalto esistente e il suo allargamento fino a 2,5 metri. Mentre in un altro tratto di circa 40 m di lunghezza è prevista la costruzione ex-novo del percorso a bordo strada, per il raggiungimento della pista ciclabile di via Padova.
Lo sviluppo complessivo del nuovo percorso sarà di circa 230 metri di lunghezza ed è previsto il posizionamento di nuove caditoie stradali per lo smaltimento delle acque meteoriche, oltre alle opere di segnaletica stradale necessarie.
Il progetto rientra fra quelli previsti dall’Amministrazione Comunale per migliorare e potenziare la mobilità sostenibile nel territorio cittadino e comprende anche un ulteriore intervento, che sarà eseguito in seguito, in via Plebiscito, per la realizzazione di un attraversamento stradale a continuità del percorso ciclabile esistente parallelo a via Padova. Qui saranno compiute alcune opere edili per l’apertura di appositi varchi nelle aiuole esistenti a lato della sede stradale ed opere di segnaletica orizzontale e verticale. (v. in allegato immagine dell’area interessata dagli interventi)

————

VIABILITA’
Via Pergolato

Nelle giornate di lunedì 27 e martedì 28 febbraio, dalle 8 alle 18, via Pergolato a Ferrara sarà chiusa al transito per lavori, ammessi residenti e autorizzati

————

 

>> AGGIORNAMENTI DAI CANTIERI

INTERVENTI STRADALI
– In via del Gregorio lavori di ripristino della pavimentazione con chiusura al transito per sei giorni

Sono in corso dal 20 febbraio in via del Gregorio, nel tratto compreso tra via Mascheraio e piazza Ariostea, i lavori programmati dall’Amministrazione comunale per il ripristino della pavimentazione in acciottolato e l’eliminazione di buche a avvallamenti. Nel periodo di esecuzione dei lavori, della durata presunta di 6 giorni lavorativi (salvo avverse condizioni meteo) saranno interdetti il traffico veicolare e la sosta nel tratto di strada interessato. Saranno ammessi al transito, nei tratti non interessati dai lavori, i veicoli con possibilità di ricovero in aree al di fuori della sede stradale.

– Un nuovo tratto ciclabile in via Bologna, tra le vie Caselli e Malagù
Proseguono i lavori (iniziati il 21 novembre scorso) per la realizzazione del nuovo percorso ciclo-pedonale nel tratto di via Bologna compreso tra via G. Caselli e via G.U. Malagù
AGGIORNAMENTO DEL 17 FEBBRAIO 2017:
Al momento risulta realizzato circa il 60% dell’opera; le lavorazioni mancanti riguardano prevalentemente  la realizzazione di conglomerati bituminosi e cordoli di separazione del percorso ciclabile dalla sede stradale (in allegato foto dello stato attuale di avanzamento dei lavori)
LA SCHEDA:
Il percorso avrà una lunghezza di circa 500 metri, sarà destinato a cicli e pedoni, e si svilupperà, sul lato destro della strada con direzione centro città, andando a costituire un ulteriore tassello del  percorso realizzato, in più fasi, in questi ultimi anni, dall’Amministrazione comunale, nel segmento di via Bologna da via Malagù sino a piazza Travaglio. Il nuovo percorso avrà una larghezza di 2,5 metri, con pavimentazione in conglomerato bituminoso, e a separazione dalla sede stradale sarà realizzato un bauletto di 50 cm di larghezza. E’ previsto anche il rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione.
L’intervento sarà eseguito dalla ditta Asfalti Zaniboni di Finale Emilia per conto della Società Sara Costruzioni srl, sulla base di una convenzione sottoscritta con il Comune di Ferrara nell’ambito dell’attuazione del comparto Poc ‘5ANS-03’. La durata stimata dei lavori è di circa 90 giorni.
Nel periodo di esecuzione dell’intervento la viabilità potrebbe subire variazioni (restringimenti di carreggiata, modifiche agli attraversamenti pedonali esistenti, eventuale modifica di una fermata bus,…), che saranno indicate sul posto da segnaletica provvisoria, per consentire all’impresa di lavorare in sicurezza. Il costo totale dell’opera è di 274.044 euro (a carico della Società Sara Costruzioni srl).

– In corso sull’asse viale Cavour-corso Giovecca i lavori di adeguamento dei semafori alle esigenze dei non vedenti
Sono in corso dal 15 febbraio 2017, i lavori per l’adeguamento alle esigenze dei non vedenti degli impianti semaforici esistenti sull’asse viale Cavour-corso Giovecca, oltre che per la realizzazione dei relativi percorsi tattili plantari. Le opere hanno lo scopo di facilitare e rendere più sicura la mobilità pedonale dei non vedenti ed ipovedenti sul principale asse viario cittadino, dalla Stazione ferroviaria alla Prospettiva, secondo un progetto concordato tra il Comune di Ferrara (Servizio Infrastrutture Mobilità e Traffico e Ufficio Benessere Ambientale) e la Sezione Provinciale di Ferrara dell’Unione Italiana Ciechi. I lavori hanno preso il via dall’incrocio corso Giovecca-via Mortara/via U. Bassi e interesseranno poi tutte le altre intersezioni dell’asse viario, ossia: viale Cavour-corso Isonzo/via Cittadella; viale Cavour-via Ariosto/via Aldighieri; viale Cavour- via Armari/via Spadari; largo Castello (solo adeguamento semafori); corso Giovecca-via Palestro/via Bersaglieri; corso Giovecca-via Montebello/via Terranuova; corso Giovecca-via Mortara/via U. Bassi.
Durante il periodo di esecuzione degli interventi saranno possibili rallentamenti sulle strade interessate, ma sarà garantito comunque il transito veicolare; non sono previste deviazioni nè chiusure.
LA SCHEDA a cura del Servizio Mobilità
L’intervento prevede:
– adeguamento degli impianti semaforizzati
consiste nell’installazione di specifici dispositivi di chiamata con relativi apparati acustici da applicare sui pali semaforici esistenti o dove necessario su nuovi pali; tali dispositivi serviranno 18 attraversamenti pedonali che con i 6 già esistenti porteranno a 24 il numero totale di attraversamenti disponibili. In tal modo i non vedenti potranno percorrere in sicurezza tutti gli attraversamenti pedonali semaforizzati presenti su entrambi i lati dell’asse Cavour-Giovecca e potranno attraversare in sicurezza lo stesso asse ad ogni incrocio semaforizzato.
– adeguamento degli attraversamenti pedonali mediante l’applicazione dei percorsi tattili plantari che in prossimità degli impianti semaforizzati segnaleranno sia la posizione dei pulsanti di chiamata che la posizione degli attraversamenti pedonali. Tali percorsi serviranno 17 attraversamenti pedonali e saranno realizzati in materiale termoplastico (a garanzia di una maggior durata) di colore bianco (per agevolare anche gli ipovedenti).
v. anche CronacaComune del 26 gennaio 2017

————

LAVORI A CURA DI HERA (ripristino manti stradali, illuminazione pubblica, manutenzione reti gas, idrica e fognaria e teleriscaldamento)
AGGIORNAMENTO del 24 febbraio 2017:

Proseguiranno anche la prossima settimana in via San Maurelio (zona San Giorgio), nel tratto da viale M. Polo a viale Alfonso I d’Este, i lavori a cura di Hera per la posa di una nuova condotta fognaria con possibili modifiche al traffico segnalate da cartellonistica presente sul posto.
Sono inoltre in corso lavori, sempre a cura di Hera, per la posa di nuove condotte fognarie in via A. Tagliaferri (località Porotto) e in via Penavara a San Martino (le richieste e/o informazioni da parte degli utenti di via Penavara per gli allacciamenti alla nuova condotta fognaria devono essere indirizzate al Servizio Ambiente del Comune di Ferrara in via Marconi 39 Ferrara, tel. 0532 418855).
Nelle vie interessate dagli interventi sono possibili modifiche al traffico indicate con segnalazioni sul posto.

————

ILLUMINAZIONE PUBBLICA – AGGIORNAMENTO del 24 febbraio 2017
(Tutti gli interventi sono realizzati da Hera Luce, nell’ambito dei lavori di manutenzione straordinaria previsti nel contratto di servizi con il Comune di Ferrara):
– Lavori di rifacimento della pubblica illuminazione in via Montebello, via Palestro, vicolo del Voltino, via De Pisis, via Mentessi, via Boldini
Il progetto in corso di realizzazione prevede il completo rifacimento di complessivi 108 punti luce, con il passaggio da alimentazione di tipo “in serie” ad alimentazione di tipo in “derivazione”.
Al momento risultano completati da Hera Luce con l’installazione di lampade a ioduri ad alta efficienza gli impianti di via Montebello, via Palestro, vicolo del Voltino e via San Guglielmo. I lavori proseguiranno la prossima settimana nelle Vie De Pisis, Mentessi e Boldini.

————

EDILIZIA SCOLASTICA
Interventi di manutenzione
alla scuola primaria Poledrelli
Inizieranno lunedì 20 febbraio
alla scuola primaria Poledrelli (via Poledrelli 3, Ferrara) i lavori di ripristino della pavimentazione in gomma della scala interna metallica e di risanamento puntuale di intonaci del vano della scala interna in muratura, per l’adeguamento alle prescrizioni dei Vigili del Fuoco.

————

EDIFICI STORICI E MONUMENTALI
– Intervento di restauro e valorizzazione dei locali ex Bazzi di piazza del Municipio

Sono partiti il 13 febbraio scorso i lavori a cura del Comune di Ferrara per il restauro e la valorizzazione dei locali comunali ex Bazzi di piazza del Municipio, in vista dell’affidamento in gestione dell’immobile tramite bando di gara. La conclusione è prevista per il dicembre 2017.
LA SCHEDA:
Per l’edificio Ex Bazzi sono state individuate soluzioni progettuali, ispirate da principi di tutela e conservazione, volte a sanare sia le vulnerabilità in ambito sismico che le deficienze statiche. In particolare si interverrà sui solai aumentando la rigidezza di piano e creando dei collegamenti mutui fra le strutture verticali e orizzontali. Gli interventi di restauro riguarderanno i dipinti murari e un raffinato solaio ligneo a cassettoni della seconda metà del quattrocento, che seppur manomesso e degradato può essere in gran parte recuperato nei suoi preziosi dettagli decorativi.
Parte dei locali saranno posti in concessione e parte rimarranno in diretta gestione comunale. A tal proposito la progettazione dei locali da porre a concessione, non conoscendo l’attività che ivi si potrà insediare, non entrerà in dettagli funzionali, ma dovrà comunque valutare e individuare sistemi impiantistici compatibili e prevedere le predisposizioni realizzabili.
Importo complessivo dell’opera € 650.000. Tipologia di finanziamento: € 499.432,90 Contributi Regionali assegnati con Programma Speciale d’Area “Azioni per lo sviluppo urbanistico delle aree di eccellenza della città di Ferrara”; € 150.567,10 con fondi comunali. (v.. CronacaComune del 13 febbraio 2017)

– Restauro post sisma della Certosa monumentale di Ferrara
Sono iniziati il 26 settembre scorso i lavori programmati dall’Amministrazione comunale per il restauro e il miglioramento strutturale post sisma della Certosa monumentale di Ferrara.
Il progetto è stato impostato dopo una attenta analisi del quadro fessurativo e dopo avere individuato i principali meccanismi che lo hanno determinato. Gli interventi saranno realizzati per cantieri distinti e successivi, tutti all’interno dell’area cimiteriale.
Saranno eseguiti interventi sulle strutture in elevazione, sugli archi, sulle volte in muratura, e sulle coperture lignee e in laterizio.
Durata prevista dei lavori 510 giorni (conclusione al 17/02/2018)
Per tutti i dettagli del progetto v. CronacaComune del 26 settembre 2016

– A Palazzo Massari in corso i lavori di consolidamento post sisma
Sono in corso i lavori di consolidamento di Palazzo Massari, sede del Museo Boldini, in corso Porta Mare, pesantemente lesionato in occasione del sisma del maggio 2012. Conclusa questa fase di lavorazione verrà attivata l’operazione di restauro di interni ed esterni. L’importo dei lavori appaltati è di € 1.610.663,26. Il finanziamento è a carico del Commissario Delegato per il recupero delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dal Sisma 2012 (per un importo di  790.917 euro) e delle Assicurazioni stipulate dal Comune (per un importo di € 819.745 euro). Il costo totale dell’intervento è di € 2.504.557.
A eseguire gli interventi è l’impresa Emiliana Restauri soc. coop di Ozzano Emilia (Bo).
Gli interventi riguarderanno sia Palazzo Massari che l’adiacente Palazzina dei Cavalieri di Malta. Entrambi i fabbricati hanno subito lesioni importanti ma non gravi, che hanno comunque peggiorato un quadro fessurativo preesistente e da anni trascurato. Le operazioni di consolidamento comunque sono varie e articolate e coinvolgono tutti gli elementi strutturali del complesso in oggetto, implicando inevitabilmente anche aspetti tipicamente architettonici. Per entrambi i Palazzi sarà eseguito il restauro di tutti gli elementi decorativi, in cotto, pietra e stucchi.
Per tutti i dettagli del progetto v.
CronacaComune del 6 ottobre 2016)

– Alla Palazzina ex Mof interventi di riqualificazione nel segno della conservazione
Sono in corso gli interventi di riqualificazione della Palazzina ex Mof destinata a ospitare la sede dell’Urban Center comunale e dell’Ordine degli Architetti di Ferrara. La conclusione dell’opera è prevista per il luglio 2017. Per tutti i dettagli del progetto v. CronacaComune del 7 luglio 2016

– Casa Niccolini in ristrutturazione per ospitare la sezione ragazzi della biblioteca Ariostea e la sede della Società Dante Alighieri
Sono in corso a Casa Niccolini i lavori per la ristrutturazione dell’edificio destinato a ospitare la sezione della biblioteca Ariostea dedicata ai ragazzi con spazi appositi per la lettura e per la didattica. Al proprio interno, Casa Niccolini ospiterà anche la sede della Società Dante Alighieri. La conclusione dell’opera è prevista per il luglio 2017. Per tutti i dettagli del progetto v. CronacaComune dell’1 luglio 2016

————

VERDE PUBBLICO
In corso interventi di abbattimento di piante con problemi di stabilità o colpiti da epidemia

Riguardano una serie di piante ‘ammalorate’, principalmente platani, le operazioni di abbattimento in corso nel territorio comunale. Gli interventi sono stati concordati dall’Ufficio Verde del Comune di Ferrara con il Servizio Fitosanitario Regionale, nell’ambito del piano di contenimento dell’epidemia di ‘Cancro colorato del Platano’, previsto dal Decreto di Lotta Obbligatoria (D.M. 29 febbraio 2012). I lavori, che si concluderanno entro il periodo invernale, saranno eseguiti a cura dall’ente gestore del servizio di manutenzione del verde in città, Ferrara Tua srl.
Questo l’elenco degli alberi interessati dagli interventi di abbattimento:
– via del Lavoro: abbattimento di 2 platani
– viale IV Novembre sopramura: abbattimento di platani, 9 piante tra infette e adiacenti, oltre ad altri 2 platani ammalorati in vicinanza del monumento
– viale Alfonso I d’Este: abbattimento di 2 platani di fronte al civ. 2 di via Formignana
– via Foro Boario: abbattimento di 5 platani dal civ. 87 al 97
– via Malagù, area verde: abbattimento di un pioppo bianco con fusto bicormico con carie all’inserzione delle branche
– via Pagliarini: abbattimento di un pioppo secco di fronte al civ. 10
– via degli Amanti 18: abbattimento di un pioppo
– via Bentivoglio/F.lli Rosselli: abbattimento di un platano nei pressi della fermata bus di via F.lli Rosselli
– via Calzolai 577: abbattimento di 2 platani
– via Pioppelle: abbattimento di un platano
– via Comacchio 310: abbattimento di un platano
– via Copparo 175/177: abbattimento di 2 platani
– via Zanatta/Colagrande: potatura di rimonda del secco, rialzo e contenimento di piante all’interno dell’area verde.

In corso, con conclusione entro il 25 marzo, è anche un altro programma di abbattimenti nel territorio comunale di piante, principalmente platani, che presentano evidenti problemi di stabilità, emersi nel corso di indagini, o affetti dalla patologia del ‘Cancro colorato del Platano’. Questo l’elenco degli alberi interessati dagli interventi di abbattimento:
– via Calzolai da via Conchetta a Francolino: abbattimento di 43 platani a seguito di indagini di stabilità
– Sottomura di via Bacchelli: abbattimento di un pioppo
– via Milano: abbattimento di un Acero negundo e un esemplare di Celtis australis per rami che interferiscono con cavi Enel
– via Finati: abbattimento di un Prunus cerasifera spontaneo che invade la sede stradale
– via Oppietto 10: abbattimento di un Ulmus
– via Marco Polo (Centro Maccacaro): abbattimento 2 Aceri negundo, un melo, un Ippocastano
– via Valle Boniola – Valle Mantello: abbattimento 3 piante secche (olmo, quercia e abete)

Sono riprese anche le attività di manutenzione del verde pubblico comunale, con potature in programma nei parchi pubblici e nei giardini scolastici.

VIABILITA’ – Sabato 25 febbraio: indicazioni per l’accesso allo stadio Mazza e la sosta nelle aree limitrofe

I provvedimenti di viabilità in occasione della partita di calcio Spal – Perugia

24-02-2017

(Comunicato a cura del Corpo della Polizia Municipale Terre Estensi)

Anche in occasione della partita di calcio Spal – Perugia, che si disputerà sabato 25 febbraio alle 15, verranno adottati particolari provvedimenti di viabilità idonei a garantire un corretto e sicuro afflusso dei tifosi sia ospiti sia locali allo stadio Paolo Mazza di Ferrara.
L’area riservata al parcheggio dei veicoli dei tifosi ospiti sarà quella solitamente a loro riservata di corso Vittorio Veneto, nel tratto compreso tra il corso Piave e la via Cassoli, mentre per i tifosi locali viene confermato il parcheggio a loro dedicato nel viale IV Novembre con accesso e uscita dal varco di viale Costituzione/viale Cavour.
Il viale IV Novembre pertanto, chiuso alla normale circolazione veicolare, sarà di fatto a fondo chiuso con sbarramento all’intersezione con la via Fortezza.
L’afflusso dei tifosi locali allo stadio siano essi a piedi, in velocipede od in auto, dovrà avvenire esclusivamente dal lato del viale IV Novembre ovvero sfruttando le vie Ortigara, Paolo V o Fortezza.

Inoltre:
>> l’accesso allo stadio dei veicoli dei disabili per raggiungere le aree a loro riservate di Corso Piave e Polo V e degli autorizzati a raggiungere il parcheggio interno allo stadio, dovrà avvenire dal varco di via Fortezza/Casteltedaldo raggiungibile dalla via Podgora – Piazza XXIV Maggio – via Casteltedaldo;
>> è consigliabile per coloro che raggiungono lo stadio con il proprio velocipede di non sostare lo stesso nella via Paolo V poiché al termine della partita, la stessa via, dall’intersezione con il corso Piave, potrebbe essere inibita al transito anche pedonale fintanto che non si sarà esaurito il deflusso dei tifosi ospiti;
>> per consentire la realizzazione degli appositi sbarramenti atti a separare le tifoserie, verrà inibita la circolazione veicolare nel corso Vittorio Veneto, nella via Cassoli e nel corso Piave a partire dalle ore 10.30. Sarà comunque consentita la circolazione pedonale ciclabile sino al momento della chiusura totale della viabilità prevista per le ore 12.30;
>> considerato lo sbarramento che verrà realizzato all’intersezione tra il corso Vittorio Veneto e la via Cassoli, il tratto dello stesso corso Vittorio Veneto compreso tra la via Cassoli e la via Poledrelli, sarà di fatto a fondo chiuso, con ingresso ed uscita dalla via Poledrelli. Sempre a fondo chiuso sarà anche il tratto di via Fiume compreso tra la via Pasubio ed il corso Piave;
>> i divieti di sosta nelle aree adiacenti lo stadio che riguardano la via Ortigara da corso Piave a via Poledrelli, il corso Piave da viale IV Novembre a viale Vittorio Veneto, la via Fortezza da via Casteltedaldo a corso Piave, la via Montegrappa, la via Cassoli da viale IV Novembre a corso Vittorio Veneto ed il corso Vittorio Veneto da Piazza XXIV Maggio a via Poledrelli, saranno in vigore dalle 07;

Si comunica inoltre che l’accesso allo stadio da parte dei tifosi locali, sarà inibito già dalle intersezioni corso Isonzo/corso Piave e corso Isonzo/via Cassoli.

Il traffico veicolare, dalle 12.30, oltre che nelle citate intersezioni, sarà inibito come al solito alle intersezioni viale IV Novembre/via Darsena, viale IV Novembre/via Fortezza, corso Piave/via San Giacomo, via Cassoli/via Ticchioni e via Ortigara/via Poledrelli.

Dal parcheggio di viale IV Novembre, non sarà consentito accedere al corso Piave ed alla via Cassoli fintanto che non sarà completamente ripristinata la normale circolazione.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi