Home > COMUNICATI STAMPA > La newsletter del 24 gennaio 2018

La newsletter del 24 gennaio 2018

Da Ufficio Stampa Comune di Ferrara

 

SALA NEMESIO ORSATTI – Venerdì 26 gennaio alle 16 a Pontelagoscuro. Incontro-conferenza promosso dalla locale Pro loco

Presentazione dell’Archivio della fondazione ‘Associazione Famiglie Caduti e Dispersi di Guerra di Ferrara’

24-01-2018

Venerdì 26 gennaio alle 16, alla sala Nemesio Orsatti del Centro civico di Pontelagoscuro (piazza Buozzi/via Risorgimento), verrà presentato il riordino, a cura del ricercatore GianPaolo Bertelli, dell’Archivio dell’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi di Guerra di Ferrara nel centenario della fondazione. La conferenza-presentazione, aperta a tutta la cittadinanza, è promossa dalla Proloco di Pontelagoscuro e organizzata in collaborazione con ANCI Associazione Nazionale Carristi d’Italia e ANGET Associazione Nazionale Genieri Trasmettitori e patrocinata dal Comune di Ferrara. Verranno presentati documenti inediti provenienti dagli archivi e da ulteriori ricerche in ambito nazionale e internazionale.

Nella stessa occasione verrà commemorato il 75° anniversario della battaglia di Nikolajewka l’ultimo grande scontro che permise alle divisioni Alpine Italiane nel gennaio 1944, di sfondare le linee Russe e uscire dalla sacca del Don.Saranno Presenti Autorità, Associazioni, familiari e discendenti.

CONFERENZA STAMPA – Venerdì 26 gennaio alle 11 nella sala degli Arazzi della residenza municipale

Presentazione del percorso formativo di gestione della sicurezza in luogo d’interesse storico

24-01-2018

Venerdì 26 gennaio 2018 alle 11 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la presentazione del percorso formativo culturale dell’Istituto ITI“Copernico-Carpeggiani” di Ferrara. Il Progetto, denominato “Impianti e gestione della sicurezza in un luogo di interesse storico-artistico sede di attività amministrativa: il Palazzo delle Poste di Ferrara”, vede coinvolte due classi della sezione di Elettronica e comprende, tra l’altro, un incontro e una visita guidata al complesso architettonico. L’iniziativa è organizzata dal medesimo istituto, in collaborazione con il Comune di Ferrara e Poste Italiane.

All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessore ai Lavori pubblici e beni monumentali Aldo Modonesi, il dirigente scolastico dell’ITI Roberto Giovannetti, il responsabile Ufficio Ricerche Storiche del Comune Francesco Scafuri, i docenti Paolo Zabini e Laura Cristando, e la direttrice filiale Poste Italiane di Ferrara Patrizia Zagnoli.

ASSESSORATO ALLA CULTURA – Presentata dagli organizzatori la rassegna in programma nella sede di viale Alfonso I d’Este

‘Uno, nessuno, centomila’: ecco la programmazione invernale del teatro Ferrara Off

24-01-2018

Uno, nessuno, centomila… La programmazione invernale del teatro Ferrara Off è stata ufficialmente presentata questa mattina, mercoledì 24 gennaio 2018 in residenza municipale a cura degli organizzatori Marco Sgarbi e Giulio Costa, insieme ai collaboratori del teatro e alla presenza del vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Massimo Maisto.

Alla presentazione sono intervenute anche Carola Peverati (Ass. Cittadini del Mondo) e Francesca Gallini (Agire Sociale) per illustrare la terza edizione della rassegna “MONDOVISIONI – Quando l’Uomo si affianca all’Uomo. Visioni di umanità e frontiere liquide”, ciclo di docufilm organizzato da una rete di associazioni ferraresi – Agire Sociale, Gruppo giovani di Amnesty International Ferrara, Cgil, Cittadini del mondo, Emmaus, Ferrara Off, Ibo, Intercultura, Movimento Nonviolento, Parrocchia Santa Francesca Romana, Pax Christi, Segnidipace – ospitato nella sede del Teatro Ferrara OFF e inserito nella programmazione ufficiale invernale.


LA SCHEDA – “Uno, nessuno, centomila” 
Inverno 2018 – Programmazione culturale di Ferrara Off

A distanza di un mese dall’inizio reale dell’inverno, parte la programmazione invernale del teatro Ferrara Off che in questa pausa natalizia ha rinnovato e rinfrescato i propri spazi grazie al bando Por Fesr 2014-2020, asse 3, Azioni 3.3.2 e 3.3.4 – Contributi per le imprese operanti nel settore turistico, commerciale, culturale/creativo.

Se la stagione passata, “Forme umane”, si era ispirata ai percorsi di crescita e formazione dell’individuo, la nuova stagione di Ferrara Off “Uno, Nessuno, Centomila” si compone di una serie di appuntamenti che, tramite varie discipline artistiche, esplorano la condizione della persona all’interno della comunità.
Sabato 27 gennaio, alle ore 21, in occasione del Giorno della Memoria, va in scena “Venti mesi”, il primo titolo della programmazione teatrale. A dare vita alla storia vera di Renzo Segre sarà Giulio Costa che, tramite la lettura del diario dell’autore, porterà alla luce una vicenda, poco conosciuta, di un ebreo che sfugge alla deportazione rifugiandosi in una clinica psichiatrica. La serata è patrocinata dal Comitato provinciale 27 gennaio – Ferrara.
Il secondo appuntamento teatrale è tratto dall’omonimo romanzo di Andrej Longo “Dieci”, interpretato da Elena Dragonetti, in scena sabato 3 febbraio, alle ore 21. Si tratta di una grande prova di recitazione per l’attrice genovese che, ambientando il suo racconto a Napoli, porterà il pubblico in dieci storie differenti ispirate ai dieci comandamenti. Lo spettacolo, prodotto dalla celebre compagnia di teatro civile Narramondo, ha vinto il Premio Calandra 2014 e la menzione speciale al Bando Storie di Lavoro 2015.

Sabato 10 febbraio, alle ore 21, il primo dei quattro appuntamenti musicali di questa stagione è animato dal trio composto dal “poeta delle percussioni” Peppe Consolmagno, dalla voce della brasiliana, ferrarese di adozione, Daniella Firpo e dal chitarrista Rocco Papia. Il concerto “Come un’onda” creerà un’atmosfera sudamericana con canzoni originali e tradizionali brasiliane.

Domenica 11 febbraio, alle ore 21, torna a Ferrara Off Daniele Timpano che, dopo gli spettacoli “Dux in scatola” e “Digerseltz”, mette in scena sul palco ferrarese uno dei suoi più celebri lavori: “Ecce Robot!”. Molto personale e identificativo della poetica di Timpano, lo spettacolo è il divertito e autocritico racconto di una generazione, quella cresciuta tra gli anni ’70 e ’80, che ignara di vivere negli anni di piombo, cresceva nel mondo dei robot d’acciaio dei cartoni giapponesi.

Nella settimana di San Valentino, non a caso, sabato 17 febbraio, alle ore 21, va in scena lo spettacolo più romantico della stagione. Ispirato al romanzo di Tobias Wolff “Due ragazzi e una ragazza” la performance “Banana Split”, con Elisabetta Mazzullo e Davide Lorino, è il racconto della nascita dell’amore tra due ragazzi impacciati, in una cornice musicale basata sui “Sonetti” di Shakespeare interpretata dal vivo dai due attori.

Il 24 febbraio, alle ore 21, significativo appuntamento con la danza, frutto di un percorso intrapreso dalla coreografa e ballerina Elisa Mucchi che, sostenuta da Ferrara Off, mette in scena il terzo capitolo dello spettacolo “Poema degli atomi_quanti”. Il lavoro, nato come un solo nel 2016, sviluppatosi in un duo nel 2017, giunge ora a una dimensione più ampia coinvolgendo un gruppo di performer di differenti culture ed etnie.

Altro esempio di lavoro in evoluzione è lo spettacolo “Ci si vede ancora”, produzione di Ferrara Off, tratto dal testo “Presque Jour” di Sylvie Neeman Romascano, con Roberta Pazi, Matilde Buzzoni e Sofia Chioatto per la regia di Giulio Costa. La storia, l’incontro tra una ragazza e una donna, mette in risalto il disagio del dialogo tra adulti e adolescenti. Lo spettacolo, che in ogni replica prevede una modalità differente di incontro tra le attrici sul palcoscenico, andrà in scena a Ferrara Off sabato 3 marzo alle ore 21.
Venerdì 9 e sabato 10 marzo, alle ore 21, doppio appuntamento con la musica e la poesia. Due eventi strettamente collegati tra loro in due luoghi della città che consentono un rapporto di vicinanza col pubblico: il Jazz Club Ferrara e Ferrara Off.
“Il salotto di Clara” e “Il salotto di Robert” – Clara e Robert Schumann – restituiscono allo spettatore l’atmosfera dei salotti romantici dove la musica e la letteratura si incontravano in un ambiente familiare. La selezione musicale, curata dal progetto LAUTER, sarà eseguita dalla pianista Elisabeth Brauß e dal violinista ferrarese Nicola Bruzzo, mentre la selezione dei testi è curata da Monica Pavani. Per la serata del 10 marzo, grazie al partner tecnico, ppIANISSIMO, la sala teatrale di Ferrara Off si trasformerà nel perfetto luogo per ospitare la musica da camera.

Ultimo appuntamento teatrale, sabato 17 marzo alle ore 21, con Roberto Anglisani e il suo “Giovanni Livigno”, ispirato al romanzo “Il gabbiano Jonathan Livingston”. Il celebre narratore terrà, nello stesso weekend, un workshop di narrazione dedicato all’arte del racconto.
Oltre a questo workshop, durante la stagione invernale, Ferrara Off propone altri due approfondimenti formativi: “Lo sguardo dell’altro”, sabato e domenica 24 e 25 febbraio, dedicato al ritratto fotografico in relazione col teatro, tenuto da Rachele Cassetta; sabato 14 aprile “Feldenkrais workshop. La forza del centro” tenuto da Lisa Haardt Spaeth.

Ad aprire ufficialmente e a chiudere la stagione invernale (21 gennaio – 18 marzo) è la rassegna cinematografica “Mondovisioni – I documentari di Internazionale” che, dopo l’esperienza dello scorso anno, torna a Ferrara Off riproponendo tutti e otto i documentari proiettati lo scorso ottobre per il Festival di Internazionale.
La rassegna, che occuperà tutte le domeniche della stagione alle ore 18, ad eccezione dell’11 febbraio, è iniziata domenica 21 gennaio con il film “An insignificant man” e proseguirà con “Boiling point” domenica 28 gennaio, “Stranger in Paradise” il 4 febbraio, “Brexitannia” il 18 febbraio, “The workers cup” domenica 25 febbraio, “Jaha’s promise” il 4 marzo, “Free lunch society” l’11 marzo e si concluderà domenica 18 marzo con “Entre os homens de bem”.
La programmazione dei film, che trattano temi di attualità e di informazione, è un progetto della rete di associazioni formata da: Agire Sociale, Gruppo giovani di Amnesty International Ferrara, Cgil, Cittadini del mondo, Emmaus, Ferrara Off, Ibo, Intercultura, Movimento Nonviolento, Parrocchia Santa Francesca Romana, Pax Christi, Segnidipace, sostenuta dal contributo del Comune di Ferrara.

 

 

Pagina ufficiale Teatro FerraraOFF http://www.ferraraoff.it/

 

 

 

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

FERRARA FIERE – Sabato 27 e domenica 28 gennaio negli spazi di via della Fiera in mostra un quarto di secolo di motori e storia

Appuntamento alla 25.a edizione di ‘Auto e Moto del Passato -Salone d’Inverno’

24-01-2018

Si è svolta in mattinata (mercoledì 24 gennaio) nella residenza municipalela conferenza stampa di presentazione dell’evento “Auto e Moto del Passato 2018 – Salone d’inverno“, storica manifestazione del motorismo d’epoca in programma al Quartiere fieristico di Ferrara sabato 27 e domenica 28 gennaio.

Per illustrare l’iniziativa erano presenti il sindaco Tiziano Tagliani, il presidente e AD di Ferrara Fiere e Congressi Filippo Parisini, il presidente e AD di “Marcello Eventi srl” organizzatori della manifestazione Marcello Trevisan, il project manager dell’evento Mario Pellegrini, il responsabile della comunicazione dell’evento e storico capo redattore di Auto Sprint e Moto Sprint Arturo Rizzoli.

(Comunicazione a cura degli organizzatori)

La storica manifestazione approderà il prossimo fine settimana (27 e 28 gennaio) nell’ormai classica location del quartiere fieristico di Ferrara ad aprire il calendario eventi di Ferrara Fiere 2018.

“Un pezzo di Italia che tanto piace all’estero – è l’apertura del padrone di casa Filippo Parisini, presidente e AD di Ferrara Fiere e Congressi – un cardine nel mondo dei motori e per tutti gli appassionati, la tappa estense di ‘Auto e Moto’ ambisce anche quest’anno a confermare nel panorama fieristico la propria leadership anche in questa edizione, proponendo un programma vincente, con tante novità, come la maggiore presenza di auto in vendita, grazie all’arrivo di affermati operatori specializzati.
Nei 15.000 metri quadri di Fiera ci saranno 400 aree espositive per ripetere ed aumentare le già numerosissime presenze delle passate edizioni, l’invito è assolutamente quello a non mancare”.

Il primo cittadino Tiziano Tagliani apre così il proprio intervento:

“E’ un piacere in qualità di sindaco dare il benvenuto in città ad un evento che racchiude tante passioni, assecondando i gusti di mondi di osservatori e anche di visitatori specializzati. ‘Auto e Moto del Passato’ mette sempre insieme un pezzo di storia e di economia e di territorio.
Ed è bello che ciò avvenga in un quartiere fieristico che da mesi sta riqualificando i propri spazi, per essere ancora più competitivo e accogliente. Penso si possa tranquillamente affermare che in questo segmento di mercato non siamo da meno di due realtà da sempre leader nel settore come Modena e Bologna”.

“Oltre al fronte commerciale , – spiega Mario Pellegrini, organizzatore della manifestazione – cerchiamo sempre di curare con attenzione la parte storica e culturale. Ci collochiamo in una città di arte e cultura, ‘Auto e Moto’ del passato intende fare quindi cultura motoristica. Siamo partiti l’anno scorso con la mostra interamente dedicata ai motori giapponesi e quest’anno proseguiremo con l’Off Road, per far comprendere ai visitatori l’origine del fenomeno SUV e Enduro nel mercato delle auto e delle moto, proprio in occasione dei 40 anni della Parigi Dakar”.

“L’allestimento della mostra tematica, – spiega Arturo Rizzoli, storico giornalista del settore e coordinatore della comunicazione dell’evento – è stata pensata per essere agevole e di facile godimento per tutti i visitatori, non solo per gli appassionati. Abbiamo cercato l’osmosi con le altre componenti dell’allestimento fieristico, per consentire al pubblico di imbattersi nella parte tematica che sarà continua e costante nei padiglioni, insieme agli altri allestimenti.
‘Auto e Moto’ cerca da sempre di creare mercato per chi vuole vendere e comprare, ma anche creare curiosità e consapevolezza nel pubblico visitatore”.

Info utili:

Orari di apertura della fiera
Sabato 27 dalle 9.00 alle 18.00
Domenica 28 dalle 9.00 alle 17.70

Prevendita biglietti alle casse della Fiera dalle 7.30

Prezzo biglietti: 12,00 euro intero; 10,00 ridotto

Da segnalare infine la “carta fedeltà”, che permette l’acquisto dei biglietti di Auto e moto del passato a prezzi scontati e di essere sempre informati dalla newsletter, richiedibile anche nelle giornate di fiera, durante la prevendita a partire dalle 7.30.

BIBLIOTECA RODARI – Giovedì 25 gennaio alle 17 nella sala di lettura di viale Krasnodar

“Storie da ridere e sognare” per bambini dai 3 ai 7 anni

24-01-2018

Giovedì 25 gennaio 2018 alle 17.15 alla Biblioteca G. Rodari, in viale Krasnodar 102 a Ferrara, si terrà l’incontro dedicato a “Belle Storie da ridere e sognare”: attività di promozione della lettura per bambini dai 3 ai 7 anni.
In questo ormai consolidato appuntamento con le “Belle Storie” del giovedì pomeriggio saranno Anna Venturoli e Irene Catani a leggereo “Shh! Abbiamo un piano” di Chris Haughton (Lapis, 2014), “Dalla testa ai piedi” di Eric Carle (La margherita, 2009), “Voglio il mio cappello!” di Jon Klasse (ZOOlibri, 2012).
La partecipazione è gratuita e non servono prenotazioni.

Per info: biblioteca Rodari, viale Krasnodar 102, Ferrara, tel. 0532 904220, email bibl.rodari@comune.fe.it

 

 

 

 

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Giovedì 25 gennaio alle 17 conferenza in via Scienze

Olimpia Morata: gli anni della formazione umanistica raccontati da Antonella Cagnolati e Sandra Rossetti

24-01-2018

E’ incentrata sugli anni della formazione culturale di Olimpia Morata la prima delle tre conferenze, giovedì 25 gennaio 2018 alle 17nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara) che Antonella Cagnolati e Sandra Rossettidedicheranno alla celebre umanista ferrarese del ‘500. Il ciclo di incontri, che ha per titolo ‘Genius in abiti femminili: Olimpia Fulvia Morata’, è promosso dal Servizio Biblioteche e archivi del Comune, dall’Associazione Olimpia Morata di Ferrara e dall’Associazione Amici della biblioteca Ariostea, e proseguirà con le conferenze in programma il 22 febbraio 2018 alle 17, con il titolo ‘Esilio religionis causa: Olimpia in Germania’, e il 22 marzo 2018 sempre alle 17 alla biblioteca di via Scienze, con il titolo ‘La creazione del mito’. (v. locandina in allegato a fondo pagina)

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

Ciclo di conferenze sulle biografie di donne ferraresi
Il ciclo di conferenze che verrà proposto annualmente ha l’esplicito scopo di illuminare alcune figure nate e/o vissute a Ferrara che si sono distinte nell’ambito della cultura, lasciando cospicue tracce di sé nell’epoca in cui vissero, per essere tuttavia in seguito dimenticate e talvolta obliate completamente. Per il 2018 si è scelto di dedicare tre conferenze alla figura di Olimpia Fulvia Morata, prodigio di erudizione, le cui vicende giovanili si dipanarono nella Ferrara rinascimentale.
Ella nacque nel 1526 a Ferrara, fu allevata ed educata dal padre Fulvio Pellegrino Morato all’amore per la cultura classica. Avendo creato una piccola “accademia femminile” presso la corte ferrarese, Renata di Francia aveva chiamato a vivere nel castello alcune giovinette che avrebbero formato un ideale gruppo di scolare per condividere gli insegnamenti con la figlia Anna, la quale avrebbe così trovato in loro compagne di studio e di giochi, ma anche esempi da emulare. Fra queste giunse anche Olimpia nel 1540, anno che possiamo indicare verosimilmente come data del suo ingresso a corte. Dunque Olimpia si trovò a vivere in un ambiente colto: grazie alla fornita biblioteca di corte e ai libri che Renata aveva acquistato espressamente per le compagne di studio della figlia Anna, anche Olimpia ebbe facoltà di dedicarsi all’approfondimento delle opere classiche: nei suoi scritti si può sempre sentire l’eco di un profondo conoscimento, non solo formale o retorico bensì culturalmente meditato, della classicità greca e latina, con frequenti riferimenti e citazioni che ben esprimono richiami a momenti personali di vita e di riflessioni filosofiche. L’anno 1548 può davvero dirsi annus horribilis per il destino della giovane Olimpia: il padre muore e la condizione della sua famiglia diventa oltremodo precaria. La sorte le avrebbe riservato ancora pochi anni di vita, donandole brevi sprazzi di serenità grazie all’amore del marito, il tedesco Andreas Grundler, e molte sofferenze fino alla precoce morte avvenuta a soli 29 anni nel 1555 ad Heidelberg.
La prima conferenza intende analizzare gli anni giovanili di Olimpia: la famiglia, il decisivo ruolo svolto dal padre nella formazione della giovane, nonché l’atmosfera dotta dell’ambiente ferrarese che gravitava intorno a Renata di Francia, in cui la giovinetta ebbe modo di interiorizzare una vasta e profonda cultura classica sotto la guida di maestri oltremodo eruditi quali Kilian Sinapius.

 

Il calendario completo degli eventi e delle attività culturali, aperti liberamente a tutti gli interessati, in programma nelle biblioteche e archivi del Comune di Ferrara su: http://archibiblio.comune.fe.it

MUSEO STORIA NATURALE – Il 27 e 28 gennaio alle 15,30 attività didattiche per bambini e ragazzi

Apprendisti scienziati alle prese con la ‘Natura geometrica’

24-01-2018

Due pomeriggi riservati ai giovani ‘Apprendisti scienziati’, per scoprire che la natura parla anche con i numeri. L’appuntamento è per sabato 27 gennaio, alle 15.30, per i bambini dai 5 ai 7 anni e domenica 28, sempre alle 15.30, per i ragazzi dagli 8 ai 12 anni, che potranno partecipare ai laboratori organizzati dal Museo civico di Storia Naturale di Ferrara (via de Pisis 24) sul tema ‘ Natura geometrica’.
I laboratori rientrano nel calendario di attività didattiche ‘Apprendisti scienziati inverno 2018’, organizzate dal Museo civico di Storia Naturale in collaborazione con l’Associazione Didò, che conduce le attività. Per partecipare è necessaria la prenotazione, da effettuare contattando la sezione didattica del Museo al numero 0532 203381 (lunedì, mercoledì, venerdì – dalle 9 alle 12.30) o all’indirizzo dido.storianaturale@gmail.com. Potranno partecipare 20 persone per pomeriggio al costo previsto di 6 euro per bambino e 2 euro per adulto. E’ necessaria la presenza di un adulto accompagnatore pagante.
Ulteriori informazioni alla pagina: http://storianaturale.comune.fe.it

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Natura geometrica
Sabato 27 gennaio, ore 15.30,
 per bambini dai 5 ai 7 anni
Domenica 28 gennaio, ore 15.30, 
per bambini dagli 8 ai 12 anni
Se numeri e geometria sono per te cose strane, vieni a riconciliarti con loro e a scoprire i misteri della simmetria e delle spirali: scoprirai che la natura parla anche con i numeri! Sabato giocheremo con le simmetrie e i quadretti, mentre domenica faremo conoscenza con gli specialissimi numeri di Fibonacci, giocheremo con i “suoi” conigli e scopriremo quali legami ci sono fra pigne, rettangoli, margherite, ananas e tanto altro ancora.

 

MUSEI CIVICI – Domenica 28 gennaio alle 16 attività per bambini e ragazzi

Esperimenti di ceramica graffita per piccoli artisti alla Palazzina Marfisa

24-01-2018

Un pomeriggio alla Palazzina di Marfisa d’Este alla scoperta dei segreti della ceramica graffita ferrarese. L’appuntamento è per i bambini e i ragazzi dai 5 ai 12 anni che domenica 28 gennaio 2018 alle 16 vorranno partecipare, nella sale della Palazzina di corso Giovecca 170 a Ferrara, al nuovo appuntamento con ‘Giocando si impara’, dal titolo ‘Coppe amatorie: pegno d’amore’, organizzato dai Musei civici d’Arte antica di Ferrara in collaborazione con l’associazione culturale Artena.
I partecipanti potranno scoprire la tradizione della lavorazione artistica della ceramica di epoca rinascimentale a Ferrara, con le sue varie tipologie di realizzazioni, fra cui anche le coppe amatorie, dono fra gli innamorati. In vista della festa di San Valentino, i piccoli partecipanti potranno poi decorare un piatto a tema con la tecnica dello sgraffio.
Le attività per bambini e ragazzi accompagnati da un adulto avranno una durata di un’ora e trenta minuti, con un costo di 6 euro per bambini + 2 euro per gli adulti. E’ richiesta la prenotazione all’associazione culturale Arte.Na da effettuare telefonando al n. 328 4909350 oppure scrivendo a: ferrara@associazioneartena.it (www.associazioneartena.it – FB: Arte-Na Associazione culturale).

In allegato il calendario completo degli appuntamenti di ‘Giocando s’impara’ previsti per l’inverno 2018

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi