COMUNICATI STAMPA
Home > IL QUOTIDIANO > LA NOTA
Rispettare i vivi

LA NOTA
Rispettare i vivi

Tempo di lettura: < 1 minuto

In questi giorni del ” Ricordo” abbondano eventi, convegni, visite nei lager, conferenze al grido di :” Mai più”. Mai più, mai più…
Sembrerebbe un’ipocrisia visto il dilagare, in Europa, di un antisemitismo pericolosissimo. Difatti, a causa di questo, oggi in Europa circa 700.000 ebrei vogliono lasciarla, ovvero un terzo degli ebrei. Oserei dire che la situazione è gravissima.
A questo punto sarebbe il caso di dire che non ha più senso rivolgere il pensiero esclusivamente a coloro che da oltre 70 anni furono vittime del più atroce genocidio che la storia ricordi, ma bisognerebbe anche rispettare tutti gli ebrei che sono fra noi, combattendo per distruggere l’antisemitismo. Il rispetto per i vivi è l’unica via d’uscita, non ne vedo altre.
Credo che questo sia l’unico modo per Ricordare degnamente e onestamente il 27 gennaio.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Draghi e Macron attaccano
kiev
Crisi Ucraina: una forte iniziativa dei pacifisti può scongiurare la guerra.
Vladimir Putin e Ursula von der Leyen Russia e Europa
Perché cooperare con i russi farebbe bene agli europei
La Grande Russia: Il nemico alle porte… o forse no.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi