COMUNICATI STAMPA

di Francesca Ambrosecchia

La capitale dell’Ungheria ha davvero il fascino della Parigi dell’est. Una volta che ci si lascia alle spalle la periferia, la maestosità dell’impero austro-ungarico emerge: è evidente in ogni angolo, in ogni palazzo.
Ho avuto la sensazione di non aver mai visto delle strutture così imponenti.
Le due parti della città, Buda e Pest, sono connesse da svariati ponti tra cui il celebre Ponte delle Catene, grazie ai quali il Danubio non costituisce più una barriera naturale.
Come tutte le città attraversate da un fiume, di notte risplende di un fascino ancora maggiore: le luci della città si specchiano e vibrano sulla sua superficie, creando bellissimi giochi di luce.
Ammirando la città dall’alto, si gode di un panorama a cui non si può rinunciare: ciò si ritrova recandosi al Bastione dei Pescatori o, ancor di più, salendo fino al punto più alto della città ovvero la Cittadella. In quest’ultima, oltre ai belvedere di cui si può godere durante la salita, è possibile ammirare l’imponente statua e la fortezza costruita dagli Asburgo alle sue spalle.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
grand-budapest-hotel
I segreti del concierge: benvenuti al ‘Grand Budapest Hotel’

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi