Home > IL QUOTIDIANO > La più bella storia d’amore di tutti i tempi

La più bella storia d’amore di tutti i tempi

piante e vasi
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Quanto sottovalutiamo l’importanza di vivere tra le piante? Probabilmente molto. Una scelta ecologica per la sopravvivenza; non solo a livello mondiale.  Lo dicono gli esperti che essere attorniati da queste meraviglie, è un vero toccasana. E non solo per il corpo, l’ossigeno che ci regalano, ma anche e soprattutto per la mente.

Non a caso, il verde è il colore della serenità, oltre che della natura, me lo faceva notare una mia cara amica albanese. Un giardino pieno di piante con un orto di spinaci e altre verdure, dove, quando era in Albania, passava la maggior parte del tempo. “In quel giardino esisto solo io e la terra”, come dice un’altra amica bolognese. E un’altra amica con una splendida casetta con giardino nel Mugello: “L’orto è impegnativo, mi tiene impegnata, i suoi frutti mi fanno sentire bene”.
Pensieri, grovigli, preoccupazioni scivolano via, e tu senti solamente altre vite che crescono, grazie alla tua cura e al tuo amore. Cosa c’è di meglio? Sentirsi utili alla terra, e sapere che lei sarà utile a te: la più bella storia d’amore di tutti i tempi. Soprattutto di questi tempi.

Ricordo quando anni fa, avevo un’impressione, forse suggerita solo da un pensiero sbagliato, che ogni pianta che avessi avuto tra le mani, sarebbe stata destinata alla morte. Parlando con le mie amiche ho sentito, – sì, forse sono più le donne che sentono questo – di non essere mai abbastanza per quello che la vita, di volta in volta ci propone. E qui le piante diventano metafora.

Invece dovremmo essere più indulgenti con noi stessi. Accettare che l’errore è umano, e niente e nessuno può toglierci la possibilità di crescita, che esso ci propone.
Le piante sono dalla nostra parte, sempre. Coltiviamole come coltiviamo noi stessi. Non è sempre facile, il ‘pollice verde’ non è da tutti, quindi non si tratta solo di colore, ma di sentirsi bene con se stessi, attraverso la premura che dedichiamo a un altro essere vivente. Una piantina in ogni casa allora, e non solo una soluzione decorativa o una scelta ecologica: proviamo a farla crescere, avere cura di lei, perché lei abbia cura di noi.

Ti potrebbe interessare:
alpi apuane
DAL MARMO ALLA MONTAGNA
Stregoneria capitalista ed ecologia nelle Alpi Apuane
bottiglie vetro riuso
Perchè il nostro impegno per il riciclo e il riuso è un atto politico
Quali no vax?
bambino neonato solo
CONTROVERSO
Ninna-ò della mamma

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi