COMUNICATI STAMPA
Home > Primo piano > La strage di Capaci
strage-capaci
Tempo di lettura: < 1 minuto

di Roberto Dall’Olio

Il fragore di un applauso
salito dal carcere dell’Ucciardone
fece irruzione
nel teatro naturale
della primavera
siciliana

poi un boato

un vulcano di morte
stava affogando nel sangue

Palermo
l’Italia intera
una lava scrosciante
il corpo disintegrato
della giustizia
offuscava il cielo

la luce in pieno giorno
si fece nera

—–
La strage di Capaci
(nel ricordo di un amico siciliano)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
presidente della repubblica
Presidente della res-pubblica? Un’altra possibilità
PER CERTI VERSI
Due agosto…
L’estate dell’Ottanta
La vacanza, la bomba, la scelta di mio padre
SCHEI
Senza infamia niente Lodi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi