Home > LE STANZE > Federico Di Bisceglie > La violenza sulle donne
Tempo di lettura: < 1 minuto

 

tolte dal lager malsano di stoviglie panni muri
assi da stiro
l’ infinito tempo
di cibo e cucito
le donne italiche
dagli occhi spianati lontano
moderne Mnemosine cadono
sotto i colpi
dei loro uomini imbestialiti
di ferocia muti
come la morte
che procura
no…   troppi i torti troppi cambiamenti
le viltà
la storia accelerata
le solitudini
i pregiudizi
sotto traccia
di una società esteriore
che spaccia l’uguaglianza
la parità
come acquisite
per diritto
senza l’amore

 

ROBERTO DALL’OLIO

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Uomini che odiano le donne
Ignoranza
GLI SPARI SOPRA
La dittatura dell’ignoranza
difesa-razza
Entro mezzogiorno
PER CERTI VERSI
Era caldo (in memoria di Alexander Langer)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi