Home > GERMOGLI - l'aforisma della settimana > L’allegra pazzia del vino

È del celebre Dioniso o, per chi preferisce, di Bacco, il merito di aver inventato il vino. Bevanda che venne ottenuta casualmente dal figlio di Zeus, quando un caldo giorno d’estate, trovandosi a riposare sotto delle viti colme di grappoli, iniziò a giocare con questi ultimi, spremendone i chicchi. Il succo ottenuto risultò miracoloso: da stanchi si diveniva allegri e pieni di energie!
L’ebbrezza, che il vino conferisce per eccellenza, fa divertire e ballare, proprio come i satiri dell’antica mitologia. Dal culto di Bacco sono nate commedie e tragedie, che ancor oggi proseguono.

“Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone, e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare, e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.”
Omero

Una quotidiana pillola di saggezza o una perla di ironia per iniziare bene la settimana…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Dopo il naufragio
L’amante perduta
Giovani, nudi e spensierati scheletri
Il vecchio Sant’Anna del tempo che fu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi