Home > COMUNICATI STAMPA > L’associazione politecnica italiana visita i laboratori di ingegneria del tecnopolo

L’associazione politecnica italiana visita i laboratori di ingegneria del tecnopolo

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Ripartizione Marketing e Comunicazione Unife

Nei giorni scorsi una delegazione dell’Associazione Politecnica Italiana, guidata dal Presidente Peter Di Gianantonio e composta da ingegneri e tecnici impegnati in diversi settori industriali ha fatto visita ai laboratori del Tecnopolo di Ferrara e gli altri laboratori del Dipartimento di Ingegneria per conoscere servizi e attrezzature a disposizione per la ricerca industriale e stabilire sinergie e collaborazioni, al fine della creazione di opportunità di business.

Il prof. Giorgio Dalpiaz, Responsabile Scientifico del Laboratorio MechLav del Tecnopolo, dopo aver fatto un quadro generale del nostro Ateneo e del Dipartimento, ha illustrato le competenze e le attrezzature presenti presso le strutture, le collaborazioni in corso, il volume di attività in progetti di ricerca e contratti con Imprese, presentando best practice in vari ambiti: progettazione meccanica e termo-fluidodinamica, vibro-acustica, materiali e corrosione, informatica, elettronica, compatibilità elettromagnetica, eccetera. A seguire una visita alle insfratture: Laboratorio SEM, Laboratorio LUCE (Camera Anecoica di Compatibilità Elettromagnetica), Laboratorio di Vibrazioni (Tavola Vibrante Triassiale) e di Ingegneria Industriale, alla Camera Anecoica Acustica e alla Camera Riverberante, per concludere con il Centro Studi sulla Corrosione e Metallurgia Aldo Daccò.

Aderiscono all’Associazione Politecnica Italiana tecnici, liberi professionisti, dipendenti di Enti pubblici e Imprese private, nonché ricercatori e studenti universitari ad indirizzo tecnico scientifico. L’Associazione svolge attività per l’aggiornamento professionale con riguardo ai settori della Ricerca scientifica fondamentale ed applicata, dell’Aerospazio, della Meccanica e dell’Automotive, della Produzione di energia, delle Infrastrutture, delle grandi opere e delle Telecomunicazioni.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi