Home > COMUNICATI STAMPA > Lavori al terzo piano del San Camillo per nuovi servizi, a partire dalla Pediatria di gruppo

Lavori al terzo piano del San Camillo per nuovi servizi, a partire dalla Pediatria di gruppo

Tempo di lettura: 3 minuti

da: ufficio stampa Comune di Comacchio

Prenderanno il via nelle prossime settimane i lavori di trasloco e adeguamento, per ospitare il nuovo servizio di Pediatria di Gruppo al terzo piano della struttura sanitaria San Camillo.

“Nei giorni scorsi ho incontrato, congiuntamente al Dott. Gianni Serra, Direttore del Distretto Sud-Est dell’Ausl, i pediatri di Comacchio e del Delta, – spiega il Sindaco Marco Fabbri -, i quali si sono resi disponibili ad accogliere la sfida, affinché il nuovo il sistema vada a pieno regime, entro la prossima estate.”

Tra le novità introdotte vi è lo svolgimento dell’attività ambulatoriale in un’unica sede, per rendere più agevoli gli scambi di esperienze professionali, con presa in carico dei piccoli pazienti in modo tale che ogni professionista sia in grado di garantire un’assistenza personalizzata e approfondita e per un arco di tempo maggiore rispetto a quello attuale.

“Questa nuova formula di organizzazione del lavoro garantirà ai genitori dei bambini di Comacchio e del Delta, – precisa il Sindaco-, una presenza maggiore dei medici, mediante la rotazione degli stessi e la sostituzione in caso di assenza e/o partecipazione ad attività di formazione e di aggiornamento. Così come richiesto anche durante la seduta del Consiglio Comunale il 14 dicembre 2015, abbiamo deciso di portare avanti subito l’80% del progetto pubblico, – chiarisce il Sindaco-, già finanziato che, diversamente avrebbe potuto essere cancellato in caso di ulteriore attesa, a fronte dei nuovi tagli previsti per il 2016.”

Al momento, a distanza di ormai due mesi dalla citata seduta del Consiglio Comunale, non sono pervenute progettualità rispetto al 20% della struttura sanitaria del San Camillo, rimasta vuota e per la quale non si è escluso l’intervento dei privati.

“Stiamo ‘portando dentro’, in spazi vuoti, servizi importanti – sottolinea il Primo Cittadino -, quali la pediatria, la riabilitazione e l’igiene pubblica, evitando ai nostri concittadini di fare anche fino a 60 chilometri per fruire di tali servizi in altre località. Rispetto a 15 anni fa, si sta parlando di implementare nuovi servizi, riempiendo spazi vuoti e dunque portando a Comacchio delle cose e non, invece, portandone via come è successo nel 2000. Lo stiamo facendo per diversi nuovi servizi che arriveranno a Comacchio, – conclude il Sindaco -, tra i quali lo sportello della Camera di Commercio, il cui arrivo è stato preannunciato nei giorni scorsi.”

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi