Home > COMUNICATI STAMPA > Le Danze, nuovo appuntamento per i Concerti di Palazzo Bonacossi

Le Danze, nuovo appuntamento per i Concerti di Palazzo Bonacossi

Da ufficio stampa Conservatorio Ferrara Press

Un ensemble assai particolare suonerà martedì 6 marzo alle ore 18 per Le Danze, il quinto appuntamento della rassegna I Concerti di Palazzo Bonacossi (via Cisterna del Follo 5, Ferrara). Ad accompagnare il sopranoClaudia Muschio, infatti, saranno Marco Gerboni ai sassofoni, al fagotto Paolo Biagini – che è stato il precedente direttore del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara – e Andrea Ambrosini al pianoforte.

In programma le musiche di Manuel de Falla, che è stato un compositore spagnolo che visse tra Otto e Novecento ed esponente dell’impressionismo musicale,Darius Milhaud, compositore francese la cui musica è tecnicamente caratterizzata dalla politonalitàed esteticamente romantica, Venus Rey Jre Fabio Gianolla, il fagottista della Youtube Simphony Orchestra compositore di moltissime musiche per orchestra sinfonica con una passione per la musica jazz e più in generale per lasperimentazione. Le danze antiche e moderne per fagotto multifonico raccolgono una serie di brani ispirati a variedanze riattualizzate e rivisitate attraverso il ricco caleidoscopio delle possibilità offerte dallo sviluppo dellostrumento e della musica dei nostri giorni. Particolare degno di nota è l’utilizzo dei suoni multifonici, combinazionidi diteggiature particolari in grado di produrre accordi molto ricchi. Manuel de Falla ha contribuito, insieme a Albéniz e Granados, a dare una fisionomia nazionale alla musicaspagnola, imponendola in tutto il mondo come uno spaccato artistico e culturale autonomo, rivelando una spiccata modernità e una ricerca attenta al linguaggio armonico e strumentale. Riguardo a Scaramouche diMilhaud, verrà eseguito il terzo tempo, ossia la Brazileira, composizione colorata di luminosa allegria il cuiMilhaud ricorda i suoi trascorsi a Rio de Janeiro manifestando ancora una volta la simpatia e l’attenzione per i ritmi della danza sudamericana. L’opera, composta da 3 movimenti, è stata composta nel 1937.

I Concerti di Palazzo Bonacossi nascono con l’intento di far riscoprire la musica da camera, nei suoi vari stili e diversi autori. Il ciclo di dodici pomeriggi musicali,a cadenza settimanale,è promosso dal Conservatorio Frescobaldi di Ferrara in collaborazione con i Musei Civici d’Arte Antica di Ferrara e il Comune di Ferrara. Da Mozart a Ravel, da Monteverdi a Debussy, la rassegna porterà a Palazzo Bonacossi un ricco repertorio con esibizioni dei docenti e di alcuni dei migliori allievi del conservatorio ferrarese. Tutti i concerti di Palazzo Bonacossi iniziano alle 18 e sono a ingresso libero.

I prossimi appuntamenti in programmadurante il mese sonomartedì 13 marzo con il mezzosopranoAgata Bienkowska e Luigi Di Ilio al pianoforte (Ravel, Poulenc, Bizet), martedì 20 marzocon Alessandro Perpich al violino e Andrea Ambrosini al pianoforte, martedì 27 marzo con musiche di Tovey, Kahn, Desprez e Hindemith eseguite dal trio clarinetto (Claudio Conti), corno (Massimo Mondaini) e pianoforte (Annamaria Maggese) e dal quartetto a due trombe (Martina Dainelli e Sebastiano Giudici), trombone (Giacomo Scanavini) e corno (Massimo Mondaini).

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi