Home > COMUNICATI STAMPA > Le Scat Noir e Teo Ciavarella suonano per Lucio Dalla. Domani 2 marzo a Bologna

Le Scat Noir e Teo Ciavarella suonano per Lucio Dalla. Domani 2 marzo a Bologna

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Conservatorio Ferrara Press

Nella ‘stanza di Caruso’, come Lucio Dalla chiamava una sala di casa sua (tutto per via del grande quadro del tenore a cui dedicò una delle sua canzoni più celebri), ci sarà spazio anche per il Conservatorio di Ferrara, ottimamente rappresentato dall’energia delle giovani e talentuose Le Scat Noir e con loro da Teo Ciavarella, pianista e docente di Pianoforte Jazz al Conservatorio “Frescobaldi”, che porteranno per l’occasione i brani tra i più amati di Lucio Dalla, come appunto “Caruso” e “Nuvolari”.
Da domani 2 marzo dalle 20.30, infatti, a Bologna in via D’Azeglio, l’abitazione del famoso cantante scomparso nel 2012 si animerà di musicisti e amici per ricordarlo in musica, attraverso le sue canzoni più famose. In un dialogo costante tra la casa e piazza de’ Celestini, la Fondazione Lucio Dalla da domani al 4 marzo propone la nuova edizione di “A Casa di Lucio va in città”, appuntamento annuale di incontro per raccontare Dalla oltre la musica, nelle sue tante vesti artistiche.
Nella prima serata, dedicata al rapporto di Lucio Dalla con Bologna città Unesco della musica, se in piazza de’ Celestini sarà dato spazio ai giovani musicisti del Liceo musicale Lucio Dalla, la serata proseguirà in Casa Dalla con il Maestro Teo Ciavarella, che accompagnerà al piano al Le Scat Noir (ovvero Natalia Abbascià, Ginevra Benedetti, Sara Tinti), talentuoso gruppo jazz al femminile nato tra le mura del Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara. Le Scat Noir hanno infatti ottenuto già diversi riconoscimenti, da ultimo il Best Vocal Group al Tour Music Fest 2016. Insieme a loro, durante la serata suoneranno gli artisti Roberta Giallo, Simone Baroncini insieme a Nicoletta Mezzini, i Fratelli Marcheselli, Giulia Olivari accompagnata alla chitarra da Pietro Posani. Per l’occasione saranno presenti il sindaco di Bologna Virginio Merola, il direttore generale di CNA Bologna Cinzia Barbieri, il sovrintendente del Teatro Comunale Nicola Sani e Donatella Grazia, presidente della Fondazione Lucio Dalla.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi