Home > COMUNICATI STAMPA > Le studentesse del Montalcini ripudiano la guerra ai sensi dell’art. 11 della Costituzione partecipando al Premio Grillo

Le studentesse del Montalcini ripudiano la guerra ai sensi dell’art. 11 della Costituzione partecipando al Premio Grillo

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: IIS Montalcini

La classe 1 A indirizzo sociosanitario dell’Ipsia di Argenta ci vuole provare partecipando al concorso della Fondazione Premio Giovanni Grillo, militare italiano deportato nei campi di concentramento tedeschi durante l’ultimo conflitto mondiale.
Tale concorso é realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, con il patrocinio dell’Aeronautica Militare.
Il concorso ha come oggetto la riflessione sul tema della non violenza in riferimento all’art. 11 della nostra Costituzione che recita quanto segue: ‘L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni’.
Tale articolo é continuamente messo a rischio dai focolai di guerra che minano il delicato equilibrio della pace globale, influendo sul destino delle Nazioni e degli uomini che le compongono.
La classe 1 A SSS, che sta analizzando struttura e contenuto del testo Costituzionale, nell’ambito della disciplina di diritto ed economia, ha deciso di partecipare a questo concorso con un racconto fotografico, composto da 5 scatti, che abbia in sé un’idea di narrazione e che racconti il ripudio della guerra in modo serio e coinvolgente.
Tale lavoro originale e inedito e é stato inviato ieri alla commissione esaminatrice composta dal Presidente della Fondazione Premio Giovanni Grillo e da cinque componenti scelti tra persone di comprovata qualificazione professionale, di cui almeno due del MIUR.
Al vincitore andrà materiale didattico per un valore di mille euro e la premiazione avverrá con una cerimonia organizzata in occasione della Giornata della Memoria (27 gennaio) con date e luogo da definirsi.
Le studentesse di 1 A SSS hanno accolto tale iniziativa con grande fermento ed entusiasmo e si sono subito messe all’opera per ideare e creare un prodotto rispondente alle richieste ministeriali, che ribadisca in modo forte e deciso il ripudio della guerra quale modalità di risoluzione dei conflitti distruggente, alienante e affossante attraverso una cronistoria dal titolo ‘Niente guerra, ma pace in terra’ il cui contenuto é ancora top secret.
In bocca al lupo ragazze dalle vostre docenti Tamara Macrì e Alessandra Ferlini che sono sicure che, in questo modo, il contenuto dell’art. 11 della Costituzione non ve lo dimenticherete mai!

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi