Home > IL QUOTIDIANO > L’OPINIONE
Legittima difesa: una legge confusa

L’OPINIONE
Legittima difesa: una legge confusa

Tempo di lettura: < 1 minuto

La Camera approva la legge sulla ‘Legittima difesa‘. Come giudicarla positivamente se per difendersi, in casa propria, bisognerà guardare attentamente l’orologio per non finire in galera? Si, perchè sarà consentito sparare solo di notte. A questo punto i giudici dovranno stabilire a che ora inizia e finisce la notte.

Con l’ora legale, si potrà sparare prima o dopo? Se si spara a un delinquente, che entra in casa di giorno, si va in galera, se gli si spara di notte è legittima difesa. Se non ci fossero tragedie di mezzo, ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate.
Dalle cronache risulta che aggrediscono anche di giorno, e anche violentemente nella maggioranza dei casi; anzi, con questa legge, i delinquenti, si concentreranno molto di più nelle ore diurne, protetti da una legge che li tutela: dalle 8 alle 20 perchè dopo rischierebbero la pelle.

Una legge confusa che crea inevitabilmente massima confusione.
Attenzione: il noto proverbio “è preferibile un brutto processo che un bel funerale” potrebbe essere adottato da molti italiani.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
LA STORIA INFINITA DELLA VIOLENZA PIU’ ANTICA:
ma la guerra alle donne continua in tutto il mondo
Il sasso di Gino Strada
LA FEBBRE ALTA DELLA DEMOCRAZIA
L’estate dell’Ottanta
La vacanza, la bomba, la scelta di mio padre

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi