Home > COMUNICATI STAMPA > Leonardo da Vinci uomo di teatro. Un libro svela un inedito “dietro le quinte” del genio italiano

Leonardo da Vinci uomo di teatro. Un libro svela un inedito “dietro le quinte” del genio italiano

leonardo-corpo
Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Organizzatori
Bologna, 14 maggio 2019 – A cinquecento anni dalla sua morte, la poliedrica figura di Leonardo da Vinci pare destinata a rivelare continuamente nuove sfaccettature e aspetti sconosciuti, come la sua attività di scenografo teatrale, descritta con completezza nel bel volume I dilettevoli teatrali spettacoli di Leonardo da Vinci, curato dallo storico dell’arte Luca Garai e affidato a specialisti del grande maestro toscano. Il libro, edito da Pendragon, verrà presentato mercoledì 15 maggio alle ore 18.00 a Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8) alla presenza del curatore e di Marco Versiero, autore del saggio sulle invenzioni allegoriche e la giostra Sanseverino. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Il libro affronta per la prima volta il tema di Leonardo “uomo di teatro”: i costumi, le feste, gli spettacoli con scenografie mobili e dinamiche, allestiti sia in Italia sia in Francia, sono descritti con completezza e precisione, affrontando anche problemi di cronologia e interpretazioni tecniche, ma senza specialismi, in modo da risultare accessibili a tutti i lettori. Il volume, ricco di illustrazioni a colori, contiene saggi di alcuni tra i massimi esperti italiani di Leonardo.

Pittore, ingegnere, scienziato e anche scenografo, Leonardo incarna l’archetipo dell’uomo rinascimentale, di cui interpreta l’aspirazione universale di conoscenza del reale attraverso la ragione e l’esperienza. Il libro di Garai ha il merito di ripercorrere, tra le altre cose, alcune importanti e significative tracce artistiche e scientifiche lasciate da Leonardo a Bologna, sotto la Signoria dei Bentivoglio. In uno dei suoi soggiorni in città, nel dicembre 1515, da Vinci presentò, a Palazzo d’Accursio, il celebre “leone meccanico”: un vero e proprio robot in grado di camminare da solo, inchinarsi, sedersi e aprire il proprio petto lasciando fuoriuscire dei gigli, realizzato per l’incontro con il papa e con il re di Francia, Francesco I.

Luca Garai, nato nel 1962, laureato in Semiologia, è uno storico dell’arte e perito d’arte del Tribunale di Bologna. Ha collaborato alla mostra internazionale “La Mente di Leonardo” (The Mind of Leonardo, 2006-2009, esposta in Italia e all’estero). Ha pubblicato: Gli automi di Leonardo (Bononia University Press, Bologna 2007); La Festa del Paradiso di Leonardo da Vinci (La Vita Felice, Milano 2013); Diario di un Alchimista, saggio sull’origine della vita (La Vita Felice, Milano 2015); Il Tempio della Consolazione e Leonardo da Vinci (La Vita Felice, Milano 2019). Nel 2012 un suo saggio su “Il Molin da seta di Leonardo” (1490-91) è apparso nel bollettino dell’AHAI (Association Historien de l’Art Italien).

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi