Home > INTERVENTI > Lettera di Giovanna Mazzoni a tutte le vittime del decreto Salvabanche

Lettera di Giovanna Mazzoni a tutte le vittime del decreto Salvabanche

Da: Giovanna Mazzoni (No Salvabanche)

Il 22 Dicembre 2015, un anno fa, ci siamo incontrati per la prima manifestazione, a Roma.
Partendo da Ferrara, in treno, mi aspettavo di non trovare posto, invece le presenze erano… come al solito, come se niente fosse successo, in Italia, di deflagrante e sorprendente, per il sistema bancario e per la vita delle famiglie. Da Ferrara, ma anche da Bologna e da Firenze, da Ancona… tutto movimento di persone ordinario. A Roma, davanti a Banca d’ Itaia ovvero al Palazzo delle Esposizioni, eravamo circa trecento persone, ma c’ erano anche i risparmiatori traditi della Deiulemar , società armatoriale, poi gli attivisti di Federconsumatori e Adiconsum e tanti giornalisti free lance. Per fortuna che i Toscani e i risparmiatori di Pizzoli avevano i loro cartelli, ancora semplicemente “istanti”, non questuanti, nè reclamanti nè offensivi o imprecanti. Ci siamo incontrati, ci siamo stretti le nostre mani di lavoratori, per la prima volta, poi abbiamo cominciato a vederci su facebook, poi ad Arezzo per la fine dell’ anno e via via, tanti appuntamenti, tanti sospiri, poi dileggi verso le gerarchie finanziarie burocratiche e politiche, poi illusioni e delusioni, anzi crollo di fiducia in chi si arroga il diritto di guidare il Paese. Cari amici, noi abbiamo fatto la nostra parte, ma paradossalmente proprio il silenzio in cui la RAI ha voluto irretirci, l’ indifferenza delle migliaia di vittime del cinismo di Banca d’ Italia e del MEF, hanno indotto il crollo del circuito virtuoso RISPARMIO-INVESTIMENTO. E per la fine dell’anno, bisesto e funesto, ci aspetta il risiko più sporco e immorale della storia repubblicana.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi