Home > IL SETTIMANALE > n.23 del 14/04/17 > COLONNA2_23 > L’EVENTO
Fiera del libro per ragazzi: a Bologna tutta la magia del mondo tra carta e tablet

L’EVENTO
Fiera del libro per ragazzi: a Bologna tutta la magia del mondo tra carta e tablet

Tempo di lettura: 3 minuti

Non sono porte magiche né tunnel misteriosi, ma i semplici tornelli della Fiera di Bologna a far immergere il visitatore in un mondo fatto di nuove immagini, colori o tratti a china.
Fantasia allo stato puro espresso nelle modalità più tradizionali o con l’utilizzo della tecnologia digitale circonda ognidove nell’area dell’accoglienza della manifestazione.

Le pareti dedicate alla libera comunicazione degli artisti verso i passanti sono un vero e proprio spettacolo che catturano la curiosità delle persone in transito, mentre l’esposizione delle cartelle in concorso diventano oggetto di attente analisi dei occhi critici di artisti e addetti ai lavori. Centinaia di smartphone e tablet catturano le idee di altri artisti, probabilmente per non farsi sfuggire l’ispirazione che quella immagine ha suscitato in loro.

La magia del luogo è anche determinato dalla moltitudine di etnie presenti nei padiglioni dell’esposizione sia degli artisti che dalle case editrici, piccole o grandi, specializzare o generaliste, ‘pop’ o di nicchia che siano, gli stand sono contrassegnati dalle bandiere di tutto (o quasi) il mondo e vendono caratterizzati da “colletti bianchi” in giacca-cravatta così come da personaggi decisamente più eccentrici in abiti verdi e capelli arancioni.

Una ragazza mi fa notare che c’è ancora tanta distinzione di ‘genere’ tra il pubblico, alludendo al fatto che l’illustrazione per bambini è ancora troppo affidato alla sfera femminile, professionale e non. Peccato, perchè c’è veramente tanto da imparare, condividere e ‘viaggiare’ con la mente anche per noi maschietti.

Tra questi stand la dimostrazione che il mondo dell’illustrazione è veramente ampia e con differenti finalità è realmente tangibile e trovare rivisitazioni gotiche delle fiabe tradizionali è possibile quanto i gadget delle animazione delle serie più commerciali.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Caminetto fuoco
Il camino e lo spirito di Roman
Sardine: la fantasia e l’ironia contro l’oscuramento
Confermata la manifestazione di sabato sera in piazza Castello
LA CITTA’ DELLA CONOSCENZA
Le buone pratiche dei luoghi virtuosi (e quel pizzico di necessaria fantasia)
Per danzare non servono gli occhi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi