COMUNICATI STAMPA
Home > GERMOGLI - l'aforisma della settimana > L’insolito nascosto nei luoghi quotidiani…

L’insolito nascosto nei luoghi quotidiani…

di Francesca Ambrosecchia

Troppe volte mi capita di alzare lo sguardo e notare qualcosa di nuovo. Qualcosa che non avevo mai notato della mia città. Piccoli dettagli che sfuggono a chi non è un attento osservatore. La cosa mi stupisce ogni volta che accade e non capita di rado. Non è d’altronde la città in cui vivo da sempre?!
Quando viaggio e visito nuovi luoghi, cerco di cogliere al massimo non solo l’atmosfera ma anche ogni particolare che lo caratterizza guardando in basso, a destra, sinistra e all’insù.
Le strade della nostra città, soprattutto del quartiere dove abitiamo, le conosciamo talmente bene o per meglio dire quasi a memoria, da spostarci di fretta senza guardarci attorno, senza prenderci il tempo per fare ciò.
Forse dobbiamo pensare alla nostra città come alla meta di un viaggio: un posto che abbiamo “visitato” spesso ma mai abbastanza per conoscerlo in ogni sua parte…

“Quando vivi in un luogo a lungo, diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco”
Josef Koudelka

Una quotidiana pillola di saggezza o una perla di ironia per iniziare bene la settimana…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
I DIALOGHI DELLA VAGINA
A DUE PIAZZE – Specchio, specchio delle mie brame…
I DIALOGHI DELLA VAGINA
A DUE PIAZZE – Confidarsi con l’estraneo…
LA CITTA’ DELLA CONOSCENZA
L’era dell’incompetenza e i rischi per la democrazia
I DIALOGHI DELLA VAGINA
Il pranzo della suocera

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi