Home > COMUNICATI STAMPA > Look at the pictures. Le controverse fotografie di MappleThorpe in undocumentario

Look at the pictures. Le controverse fotografie di MappleThorpe in undocumentario

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Arci Ferrara

Mercoledì 23 novembre, alle 21, è in programmazione al Cinema Boldini, in versione originale (con sottotitoli in italiano), il documentario Mapplethorpe: Look at the pictures. Fenton Bailey e Randy Barbato sono i registi che hanno voluto indagare un universo al confine tra pornografia e arte: uomini nudi in tute di gomma, primi piani di erezioni, scatti provocatori e lascivi. Sono le fotografie scattate da Robert Mapplethorpe, conosciuto da molti come il fotografo più ambiguo del ventesimo secolo: apertamente gay, Mapplethorpe ha ritratto il sesso maschile nelle forme più estreme, portando il suo lavoro ad essere ancora etichettato da molti come ‘pornografia mascherata da arte’. La storia della vita e dell’opera di Robert Mapplethorpe esplora l’interazione tra la sfera personale e professionale rivelando un artista che è riuscito a trasformare la fotografia contemporanea in arte. Il documentario costruisce una visione complessiva dell’esistenza dell’artista attraverso interviste ai suoi più stretti collaboratori, da Fran Lebowitz e Debbie Harry. Da segnalare anche la speciale partecipazione di Patty Smith.

Il costo del biglietto di ingresso è di 5 euro.
Per la programmazione completa del Cinema Boldini, si può consultare il sito http://www.cinemaboldini.it/.

Prima della proiezione verrà presentato ‘Riaperture’, il primo festival della fotografia a Ferrara in programma dal 17 al 19 marzo 2017. Ideato dall’omonima associazione culturale, il progetto prevede l’installazione di mostre fotografiche all’interno di luoghi pubblici o privati della città attualmente non in uso. Verrà proiettato il trailer del festival per sostenere la campagna di raccolta fondi su Produzioni Dal Basso, e annunciate le altre iniziative previste, tra http://www.ferraraitalia.it/
cui il concorso fotografico aperto a tutti e che mette in palio la possibilità di esporre nei giorni del festival.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi