Home > COMUNICATI STAMPA > L’Ordine dei Medici indice gli Stati Generali sulla Sanità

L’Ordine dei Medici indice gli Stati Generali sulla Sanità

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Ordine dei Medici di Ferrara

«Oggi più che mai, le risorse economiche rappresentano l’architrave su cui poggiano la salute e la sicurezza. Con ricadute nella sanità e nel sociale. Non è più rimandabile una cabina di regia che faccia sintesi delle soluzioni prospettate – e concretamente attuabili – da tutti i soggetti che operano sul campo e che sono impegnati a lavorare per il raggiungimento dello stesso obiettivo: un ‘percorso’ condiviso che consenta la tutela della salute nella massima sicurezza». Su questa premessa l’Ordine dei Medici di Ferrara ha indetto gli Stati Generali sulla Sanità. Annunciati a fine 2013 dal Presidente, Bruno Di Lascio, sono stati programmati per il prossimo 28 e 29 marzo. Gli inviti sono partiti da una settimana, «così i relatori avranno il tempo di programmare la loro presenza», sintetizza Di Lascio. «Come Ente ausiliario dello Stato – spiega – intendiamo sviscerare il tema ‘sanità’ nelle sue varie declinazioni, così da promuovere una corretta informazione verso i pazienti/cittadini, che reclamano risposte certe e che manifestano con le più svariate forme la percezione del proprio malessere, frutto di una ormai consolidata percezione di insicurezza. E intendiamo al tempo stesso dare risposte ai professionisti impegnati in prima persona, e in tutti i ruoli, nello svolgimento della propria attività». L’evento sarà suddiviso in due giornate: venerdì 28 marzo, a partire dalle 20.30, ci si confronterà su Risorse economiche in rapporto alla salute e alla sicurezza; il sabato 29, dalle 9.30, su Risorse economiche in rapporto alla problematica sociale. A relazionare il 28 sono stati invitati i Direttore Ausl e Sant’Anna, Paolo Saltari e Gabrile Rinaldi, il rettore dell’Università, Pasquale Nappi, i vertici di tutte le sigle sindacali di settore (Anaao, Cimo, Cgil, Cisl, Uil, Fials, Fimmg, Fimp, Snami), e il collegio dell’IPASVI. Il 29, i vertici dei Comitati Consultivi Misti dei singoli distretti, e di Sert, Udi, Caritas, l’Associazione Viale K. L’invito ad intervenire è stato inoltrato a tutti i sindaci e del territorio e a tutti i rappresentanti di partito.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi