Home > COMUNICATI STAMPA > Lunedì 21 marzo la cittadinanza onoraria a Don Stoppiglia

Lunedì 21 marzo la cittadinanza onoraria a Don Stoppiglia

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Comune di Comacchio

Avrà luogo lunedì sera, in occasione della Seduta del Consiglio Comunale, la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a Don Giuseppe Stoppiglia, ex parroco di Comacchio ed ex Presidente dell’Associazione Macondo che da anni opera in America Latina e Africa. L’evento è stato presentato questa mattina dall’Assessore Sergio Provasi e da Sandra Carli Ballola ed Ermanno Mantovani, due dei firmatari dell’istanza presentata al Comune di Comacchio.
“Siamo portavoce di un desiderio che nasce da centinaia di cittadini ed in particolare da quel gruppo di giovani che hanno conosciuto Don Stoppiglia durante gli anni di sacerdozio qui a Comacchio – ha spiegato appunto la Prof.ssa Carli Ballola – questa onorificenza non vuole essere un’operazione nostalgia, ma il riconoscimento di una figura che a Comacchio è stata protagonista di una rivoluzione anche culturale e che ha poi avuto riscontro anche a livello nazionale e globale”.
“Con questa cittadinanza onoraria abbiamo voluto cogliere anche il desiderio inespresso dello stesso Don Giuseppe che, proprio a Comacchio, è diventato sacerdote nel 1965 – ha aggiunto Ermanno Mantovani – Fino a qualche giorno fa lui era all’oscuro di tutto, perché a collaborare con noi è stato Don Gaetano Farinelli. A Prescindere da quello che è diventato dopo aver lasciato Comacchio, Don Stoppiglia ha indirizzato la nostra vita all’ascolto e all’aiuto del prossimo, segandoci per sempre”.
“Don Giuseppe fu sacerdote a Comacchio in un periodo di forti cambiamenti – ha ribadito Sandra Carli Ballola – In quegli anni seppe interpretare la Chiesa e la Citta di Comacchio in maniera diversa e noi oggi vorremmo ripartire proprio da quegli interrogativi sul ruolo che questo territorio deve avere e che già, più di 50 anni, fa Don Stoppiglia aveva, quasi profeticamente, proposto”.
A concludere la conferenza stampa è stato, infine, l’Assessore Provasi: “ho avuto l’onore di conoscere Don Stoppiglia e devo dire che è stato illuminante. Siamo molto lieti di aver potuto accogliere questa proposta e di poter finalmente dare un riconoscimento ad una personalità che per la comunità comacchiese è stata così carismatica”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi