Home > COMUNICATI STAMPA > Mani Tese cerca 100 volontari a Ferrara per impacchettare i regali di Natale!

Mani Tese cerca 100 volontari a Ferrara per impacchettare i regali di Natale!

Da: Mani Tese – Ufficio Stampa

La campagna, in collaborazione con laFeltrinelli, dal 1 al 24 dicembre 2018, supporterà i progetti di Mani Tese a sostegno delle famiglie in Kenya e in Mozambico

Milano, 9 novembre 2018 – Torna, in 43 città e più di 80 librerie, la campagna “Molto più di un pacchetto regalo!”, l’iniziativa di raccolta fondi natalizia realizzata in collaborazione con laFeltrinelli, giunta quest’anno alla sua XII edizione.

Mani Tese, l’ONG impegnata da oltre 50 anni a combattere le ingiustizie nel mondo e promuovere stili di vita sostenibili, cerca 100 volontari a Ferrara per impacchettare regali. Sul sito www.manitese.it, nella pagina dedicata alla città, è possibile visionare la lista delle librerie coinvolte.

Un altro modo di vivere il Natale
Armati di carta regalo e decorazioni natalizie, i volontari e le volontarie di Mani Tese, dovranno confezionare libri e oggetti acquistati dai clienti delle librerie laFeltrinelli nel periodo prenatalizio (dal 1 al 24 dicembre 2018). Le offerte raccolte andranno a supporto dei progetti di cooperazione allo sviluppo di Mani Tese a sostegno delle famiglie in Kenya e in Mozambico.

I progetti sostenuti
In Kenya e in Mozambico le famiglie sono colpite dalla fame e dalla povertà aggravate dai cambiamenti climatici in atto nei Paesi.

In Mozambico il progetto “Quelimane agricola” intende incrementare lo sviluppo rurale sostenibile e il rafforzamento del sistema agroalimentare locale nella provincia della Zambezia, dove il 70% della popolazione si trova sotto la soglia di povertà.

Il progetto “Foreste” si occupa invece della tutela delle risorse naturali e della promozione dell’agricoltura sostenibile per contrastare i cambiamenti climatici.

In Kenya il progetto “Imarisha!” si occupa di lotta al cambiamento climatico e salvaguardia ambientale attraverso la gestione partecipata della foresta Mau e del suo bacino idrico, la mappatura della biodiversità e delle aree a rischio, la riforestazione e il consolidamento degli argini del fiume Molo, la fornitura alle famiglie di fornelli migliorati, la costruzione di impianti fotovoltaici e a biogas.

Nella contea di Baringo, il progetto “Sicurezza Alimentare e Nutrizionale” promuove la diversificazione produttiva per migliorare la capacità della popolazione di affrontare le ricorrenti crisi, distribuendo sementi resistenti alla siccità e sviluppando l’allevamento di capre da latte, maiali e pesca.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi