Home > IL QUOTIDIANO > MANOSCRITTI “A MACCHINA”:
l’Intelligenza Artificiale applicata alla trascrizione automatica

MANOSCRITTI “A MACCHINA”:
l’Intelligenza Artificiale applicata alla trascrizione automatica

Tempo di lettura: 3 minuti

 

da: Ufficio Stampa Mediamente

Manoscritti “a macchina”: l’Intelligenza Artificiale applicata alla trascrizione automatica. Domani Lorenzo Baraldi e Sara Tonelli in diretta streaming per AGO
Manoscritti "a macchina": l'Intelligenza Artificiale applicata alla trascrizione automatica. Domani Lorenzo Baraldi e Sara Tonelli in diretta streaming per AGO

Una conversazione che esplora le possibilità dell’AI nel campo della comprensione automatica del testo digitalizzato e presenta il nuovo prototipo di Lettura automatica del manoscritto progettato da AimageLab e DHMoRe: OGGI alle 18 Sara Tonelli, della Fondazione Bruno Kessler, e Lorenzo Baraldi, ricercatore del DHMoRe, illustrano il funzionamento e le potenzialità dei sistemi di trascrizione automatica nel corso dell’incontro in diretta streaming “Manoscritti a macchina. Un progetto di comprensione automatica”.
Lorenzo Baraldi è ricercatore presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Lavora sotto la supervisione della Prof.ssa Rita Cucchiara su Deep Learning, analisi video e Multimedia, e insegna nei corsi di Computer Vision, AI for Automotive e Image Processing.
Sara Tonelli è una linguista computazionale, dal 2013 direttrice del gruppo di ricerca per le Digital Humanities della Fondazione Bruno Kessler. È coinvolta in progetti europei come H2020 PERCEPTION che indaga l’aspetto linguistico legato alla narrazione delle migrazioni verso l’UE, e dal 2021 coordina KID ACTION European project dedicato all’individuazione di pratiche di cyberbullismo tra adolescenti attraverso sistemi d’educazione interattiva.Il laboratorio AimageLab e DHMoRe si stanno occupando di sviluppare algoritmi di Intelligenza Artificiale per la lettura automatica della scrittura manoscritta. Queste attività, risultato della ricerca in Computer Vision che da anni viene svolta all’interno del Laboratorio AimageLab, permettono di riconoscere e trascrivere in automatico grandi quantità di testi manoscritti, rendendo accessibili e ricercabili fondi storici a studiosi e appassionati.
Ora il prototipo di trascrizione automatica progettato da Unimore è disponibile sul sito di Aimagelab per il pubblico che può testarne l’utilizzo su un campione di manoscritti digitalizzati, tra cui autografi di Muratori e Leopardi, e scoprire in prima persona le potenzialità dell’AI.Fino al 27 aprile, poi, tutti possono contribuire a un esperimento partecipato tra linguistica cognitiva e data science, proposto da FEM, Future Education Modena: accedendo alla piattaforma di linguistica digitale LINDA (https://linda.education/iquanti/)  – progettata per innovare la didattica della lingua italiana e l’educazione mediale – i partecipanti accedono a un esperimento collettivo; l’obiettivo è mettere la percezione dei singoli al servizio dell’analisi di fenomeni sociali e linguistici complessi, per scoprire una realtà granulare, articolata, non appiattita.E’ possibile seguire gli appuntamenti di AGO in diretta sulla pagina Facebook AGO Modena Fabbriche Culturali (@AGOModenaFaCultura) e sul sito www.agomodena.it

Commenta

Ti potrebbe interessare:
LA SCIENTIFICA TRINITA’ DIGITALE E LA VITA NELL’AMBIENTE INTELLIGENTE:
Internet delle Cose, Megadati, Intelligenza Artificiale
INTERNAZIONALE A FERRARA 2019
Uscire dall’algoritmo si può: è tutta una questione di meraviglia
Intelligenza artificiosa, i robot fra dipendenza e autonomia
BORDO PAGINA
Futurologia e Postpolitica nell’Italia del futuro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi