COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Manovra. Risorse troppo esigue dal Consiglio dei ministri per la Sanità.

Manovra. Risorse troppo esigue dal Consiglio dei ministri per la Sanità.

Shares

Da: Regione Emilia Romagna

Manovra. Risorse troppo esigue dal Consiglio dei ministri per la Sanità. L’assessore Venturi: “Incredibile apprenderlo a mezzo stampa, prima del confronto con il ministro alla salute in Conferenza delle Regioni”

Il commento dell’assessore regionale alle Politiche per la salute sulla manovra del Governo appena varata

Bologna – “Mi pare evidente che il Governo abbia stanziato risorse troppo esigue per la Sanità. E mi pare incredibile che lo si scopra a mezzo stampa, prima di avere la possibilità di confrontarci con il ministro alla Salute in Conferenza delle Regioni”. Così dichiara l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, apprendendo dal comunicato di Palazzo Chigi l’entità dei finanziamenti per l’ambito sanitario nella manovra appena varata dal Consiglio dei Ministri.
“Solo 284 milioni per i rinnovi contrattuali di tutto il personale del Servizio sanitario nazionale e 505 milioni alle Regioni per le spese farmaceutiche non sono sufficienti- sottolinea l’assessore Venturi-. Inoltre, prevedere 50 milioni per tutte le Regioni per abbattere le liste d’attesa, è assolutamente inadeguato. In Emilia-Romagna abbiamo raggiunto l’obiettivo con una diversa modulazione di visite ed esami, aumentando l’offerta e assumendo più personale per affrontare le criticità, azioni per cui la Giunta ha destinato 10 milioni di risorse”.
“Anche in tema di borse di studio per le specialità mediche avremmo voluto confrontarci nel merito con il Ministro- aggiunge Venturi- visto che si tratta di un problema che da tempo solleviamo e su cui come Regione siamo impegnati e abbiamo investito importanti risorse nostre”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi