Home > COMUNICATI STAMPA > Martedì 14 ottobre, all’Ibs, “Dipendo da me” spettacolo teatrale ispirato al bestseller di Allen Carr “E’ facile smettere di fumare, se sai come farlo”

Martedì 14 ottobre, all’Ibs, “Dipendo da me” spettacolo teatrale ispirato al bestseller di Allen Carr “E’ facile smettere di fumare, se sai come farlo”

da: Responsabile Eventi Libreria IBS.it Ferrara

Intervengono l’editore Francesca Cesati e l’attore Valerio Morigi

Questo libro è la chiave che vi permetterà di uscire dalla prigione del fumo con facilità. Il metodo Easyway (letteralmente modo facile) non si basa su inutili tattiche intimidatorie, non fa appello alla forza di volontà né porta ad ingrassare, ma, capitolo dopo capitolo, dimostra come sia il fumatore accanito sia quello occasionale possano, serenamente, liberarsi dalla schiavitù della nicotina per sempre. Tutto quel che occorre per diventare felici non fumatori è solo il tempo di leggere queste pagine, come testimoniano i milioni di persone che l’hanno già letto, perché – nonostante sembri impossibile – smettere di fumare è facile, se sai come farlo.
Dipendo da me, prodotto dalla casa editrice Ewi, è frutto del lavoro artistico del giovane attore romano Ezio Passacantilli il quale, dopo aver letto il best seller ” E’ facile smettere di fumare se sai come farlo” ed essendosi di conseguenza liberato dalle sigarette, ha deciso di sottoporre ad Ewi un primo copione trovando immediatamente appoggio e supporto da parte dell’editore.
Lo spettacolo
La pièce, basata sull’esperienza personale dell’autore, ha la struttura di un monologo che, sfruttando tecniche del teatro di narrazione, racconta le vicende paradossali, comiche, patetiche, tragiche e grottesche di Mauro, il protagonista, costretto a vivere in una situazione di dipendenza. Un evento imprevedibile farà in modo che egli riprenda in mano le redini della propria vita, conservando, del passato, solo un silenzioso testimone.
Ezio Passacantilli attore e autore romano. Laureato in “Arti e Scienza dello Spettacolo” presso “La Sapienza” di Roma, ha formazione che esplora diversi generi tra le quali la biomeccanica, la commedia shakesperiana, il teatro dell’ assurdo e il teatro di narrazione nel quale si specializza negli ultimi anni. Incline più che altro alla commedia lavora con A. Fornari, M. Falaguasta, ed altri. Dal 2010 ha iniziato ad occuparsi anche di regia, partecipando ad alcuni concorsi; nel 2012 vince il premio Traiano nella sezione corti teatrali, con un corto su A. Magnani.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi