Home > COMUNICATI STAMPA > Mercoledì 11 aprile 2018, Michele Smargiassi “un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso”

Mercoledì 11 aprile 2018, Michele Smargiassi “un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso”

Tempo di lettura: 4 minuti

Da organizzatori

Per la prima volta l’associazione Feedback organizza una serie di talk dedicati al mondo della fotografia. Fotografi professionisti, critici ed esperti saranno nostri ospiti per raccontarci le loro esperienze, per parlare del ruolo della fotografia nella loro professione, e per mostrare i propri lavori più significativi. Sono in calendario otto serate con cadenza mensile; gli incontri si svolgeranno presso la Videoteca Vigor del Comune di Ferrara, in via Gaetano Previati 18, a partire dalle ore 20.45. La partecipazione è gratuita per tutti i soci Feedback.
Il settimo incontro della serie si terrà mercoledì 11 aprile, e sarà nostro ospite il giornalista e scrittore Michele Smargiassi, con il talk “un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso”.

Mercoledì 11 aprile 2018, Michele Smargiassi “un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso”

L’avvento della tecnologia digitale, con i potenti strumenti di manipolazione dell’immagine che mette a disposizione di tutti, ha gettato più di un’ombra di discredito sulla credibilità della fotografia, al punto che siamo ormai pronti a considerare esaurito dopo meno di due secoli il compito storico di documento e racconto del mondo dell’invenzione di Daguerre. Attraverso una rilettura trasversale della sua storia e decine di casi e di esempi di manipolazione, questa conversazione cerca invece di dimostrare che la fotografia ha sempre trasformato, tradotto e spesso deformato i propri soggetti; nel suo andamento quasi da manuale, tenta di affermare che solo con una conoscenza non ingenua del processo di trasformazione della realtà in immagine fotografica, e di tutte le deformazioni intenzionali o inconsapevoli che ne derivano, è possibile salvare quel fondamentale e unico potere di testimonianza “per prelievo” che la fotografia, unica tra le immagini prodotte dall’uomo, possiede ancora, e al quale non è giusto rinunciare.

Chi è Michele Smargiassi
Michele Smargiassi nasce a Dovadola nel 1957. Racconta che il suo babbo Alberto, cancelliere di pretura, possedeva una Voigtländer con mirino a traguardo che gli lasciava usare con cautela, ed era forse l’unico in paese ad avere anche una cinepresa 8 millimetri: da lui ha avuto il gusto di “guardare le figure”. La mamma Miranda, insegnante di scuola media, non ha mai lasciato gli scaffali di casa vuoti di libri: da lei ha avuto il gusto di “leggere le storie”. A Modena, la città in cui si è trasferito, ha fatto pian piano sposare queste due vocazioni. Si laurea in Storia Contemporanea all’Università di Bologna con una tesi sulle trasformazioni urbanistiche di Modena a cavallo del Novecento, viste attraverso l’occhio della cartolina illustrata. Giornalista prima a l’Unità, dal 1989 passa a la Repubblica. Si occupa di società e cultura. Oltre a testi per mostre, cataloghi, riviste e volumi collettivi, prefazioni e postfazioni, articoli per riviste specializzate e culturali, ha scritto svariati libri tra cui: “Un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso.” (Contrasto, 2009); il saggio “La famiglia foto-genica” per gli Annali della Storia d’Italia (Einaudi, 2004); presso DeriveApprodi è uscito nel 2015, nella raccolta “Etica e fotografia” a cura di Raffaella Perna e Ilaria Schiaffini, il suo saggio “Bugie dell’elocutio”. Di recente ha scritto una prefazione a un libro che teneva a far conoscere in Italia, “L’immagine condivisa” di André Gunthert (Contrasto, 2016), e una postfazione al libro di Simona Guerra “Il bambino di Scanno” (Postcart, 2016) dedicato a una celeberrima fotografia di Mario Giacomelli. Fa parte del comitato scientifico del Centro italiano per la fotografia d’autore di Bibbiena e del comitato scientifico della Fondazione Nino Migliori. Tiene da anni il noto blog Fotocrazia in cui affronta temi etici legati alla fotografia, fotografia e internet, manipolazioni digitali. Afferma di fare il giornalista con sua grande sorpresa, visto che era il suo sogno da bambino; mentre adesso che è giornalista, a volte di mestiere vorrebbe fare il bambino.
Feedback Associazione di Promozione Sociale
www.feedbackvideo.it – info@feedbackvideo.it
C.F. 93069550387
Per ulteriori informazioni potete consultare il nostro sito www.feedbackvideo.it, o scrivere all’indirizzo fotografia@feedbackvideo.it

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi