COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Mercoledì 17 febbraio Roberta Anau presenta il libro “Un’ebrea terra terra”

Mercoledì 17 febbraio Roberta Anau presenta il libro “Un’ebrea terra terra”

da: da: ufficio stampa IBS Eventi Ferrara

Mercoledì 17 febbraio ore 17:30, presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino, Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara, Roberta Anau presenta il libro “Un’ebrea terra terra” (Golem edizioni).
Dialoga con l’autrice Maria Gloria Panizza.

Sono gelosa di tutto quello che ho creato qui dentro. Posso mordere se qualcuno attenta ai miei fiori, alle mie piante, alla mia frutta. Permetto agli altri di entrare, a patto che sappiano afferrare il genius loci. Per tutti questi anni ho continuato a considerare la Miniera, le case, le camere, le sale da pranzo del ristorante, e tutto il verde dei giardini e dei boschi come una mia estensione, non certo un servizio pubblico. Ho un rifiuto totale verso l’essere considerata al servizio di qualcuno, quindi mi difendo mettendo le mani avanti.
Ho introdotto i nuovi precetti della “casa del sidro”, in primis la vecchia regola del mangia questa minestra, qui si ammannisce solo quello che piace a me, si finisce tutto quello che ci si fa mettere nel piatto, non si cucina niente di diverso per i bambini, che devono imparare ad assaggiare di tutto e non solo le quattro P, pasta, pane, patate, prosciutto, qui non si gioca a pallone, non si fanno movimenti inconsulti se si avvicina un insetto e quelli che non amano i cani son pregati di andare da un’altra parte.
“Una poco classica Santippe ebrea”, da pensionata statale, si reinventa come imprenditrice agricola, in una terra non proprio di latte, ma di sicuro con qualche goccia di miele. Roberta “sragiona”, spacca le zolle e il capello, orecchio fino, occhio lungo, cervello e bocca in perenne movimento. Un percorso da autodidatta senza fine, il suo, legato a filo triplo con natura, animali e Ferrara, in cui la storia e le Storie si fondono, la scrittura e le Scritture si compenetrano e si completano, e le scoperte vanno a braccetto con le elucubrazioni, la “vita di coppia”, le bue e un ironico cipiglio alla Brontolo.
Un romanzo della memoria vivido e schietto, la scommessa di un’anima traboccante, che nessun vaso di Pandora potrebbe contenere.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi