Home > COMUNICATI STAMPA > Mercoledì 30 settembre, Ferrara, presentazione del libro di Sara Fantini “Le tre fiere”

Mercoledì 30 settembre, Ferrara, presentazione del libro di Sara Fantini “Le tre fiere”

da: organizzatori

Presentazione libraria: Le tre fiere di Sara Fantini (Nuovecarte 2015)
Ferrara, palazzo Boncossi – mercoledì 30 settembre 2015 – ore 17

Mercoledì 30 settembre alle ore 17, a Ferrara, nella prestigiosa sede di palazzo Bonacossi, è in calendario la prima presentazione del romanzo di Sara Fantini: Le tre fiere, appena proposto sugli scaffali dalla casa editrice Nuovecarte.
Introdotti dall’editrice, Silvia Casotti, ne parleranno con l’Autrice: Sante Trerè, autore di numerosi saggi sulla lingua e letteratura italiane per le scuole, che ha redatto la prefazione del volume, e Leonardo Punginelli, responsabile dell’Ufficio Giovani Artisti del Comune di Ferrara, accompagnati da letture di brani a cura di Paola Casotti e intermezzi d’arpa di Irene De Bartolo.
Fantini – nata nel 1993 a Castel san Pietro Terme, laureanda presso l’ateneo bolognese con una tesi sulla fiaba e il favoloso in Calvino – si è già distinta come giovane talento letterario in numerosi concorsi e manifestazioni nazionali ed internazionali.
Nel romanzo Le tre fiere amplia e approfondisce la sua ricerca esistenziale e letteraria già tracciata nel precedente Goccia di pioggia partendo da un classico dell’immaginario collettivo occidentale: il personaggio e la fiaba di Cappuccetto Rosso, per sviluppare, in un clima fantasy ricco di tensione e colpi di scena, una storia inaspettata fino alle ultime pagine.
Il racconto, scrive Trerè, si svolge secondo “un procedere incalzante di travestimenti, di trasformazioni, di metamorfosi e di anfibologie, che a volte e solo a posteriori verranno caratterizzate e motivate con chiaro effetto di suspence, di spannug tragica, analoga alla struttura narrativa del giallo. La fiaba, con questa riscrittura postmoderna, viene violentata e cannibalizzata per essere poi riutilizzata con modalità stranianti e dissacranti, facendosi portatrice di nuovi e più attuali orizzonti di senso”.
Al di là di altre trascritture e trasposizioni della fiaba, soprattutto in termini erotico-sessuali, qui ci troviamo di fronte alle riflessioni “di un adolescente dei nostri giorni alle prese con il disadattamento, le difficoltà della crescita, le violenze del quotidiano, l’attuale disorientamento valoriale”.
Tematiche fondanti sono quelle della guerra, del tradimento, del fallimento, così come dell’amicizia e – quasi sottesa – dell’amore, costeggiate da suggestioni-corollario che ampliano e rafforzano l’impianto emozionale che ne fa un romanzo della consapevolezza e della formazione, adatto non soltanto ai giovani lettori, ma che si farà certamente apprezzare anche da un pubblico più adulto e, magari, disincantato.
Per maggiori approfondimenti rimandiamo al sito dedicato: http://nuovecarte/letrefiere.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi