Home > IL QUOTIDIANO > Mondi che non comunicano

Vincitore di tre Nastri d’Argento, tre candidature a David di Donatello, il divertente ‘Come un gatto in tangenziale‘ racconta di Giovanni (Antonio Albanese), presidente di un think tank, alle prese con la figlia Agnese (Alice Maselli) che intreccia una storia d’amore adolescenziale con Alessio (Simone de Bianchi), del difficile quartiere romano detto Bastogi. Un non luogo, fatto di storie di vita complesse e intrecci delle più disparate comunità.
Anche la madre di Alessio, Monica (Paola Cortellesi), non vede di buon occhio una storia fra due ragazzi di estrazione tanto diversa, appartenenti, a suo avviso, a mondi opposti non comunicanti. Ragionando solo con gli occhi di due innamorati, Agnese e Alessio non vedono però tutti quegli ostacoli: non lo sono il quartiere fitto di graffiti che cade a pezzi, i diversi stili di vita, la caotica coccia di morto (lido di Fiumicino) contro la tranquilla Capalbio, i padri – Giovanni, pensatore che frequenta Bruxelles, contro Sergio (Claudio Amendola) che invece entra ed esce dal carcere- o le madri, la senza lavoro Monica contro Luce (Sonia Bergamasco), trasferita in Francia, dove coltiva lavanda per profumi, sentendosi francese.

Quando Luce rientra dalla Francia, Monica invita tutta la famiglia a pranzo a casa sua. Qui irrompe Sergio, appena uscito dal carcere grazie a un indulto, che manifesta il proprio disprezzo per le rispettive professioni dei genitori di Agnese. Luce è scioccata dal contesto, il caso regna sovrano, insieme a malintesi e colpi di scena. Non si è uguali, inutile illudersi, si pensa da entrambe le parti. Un divario difficile da colmare. Un centro ricco e prospero e una periferia caotica e perduta che non comunicano, intellettuali-borghesi e storie di emarginazione che appaiono lontano anni luce. Ma Monica si informerà sui fondi europei, quelli di cui tanto parla Giovanni, alla ricerca di uno spiraglio, di una rinascita che si può sempre sperare. E che a chi sogna e sa impegnarsi apre ogni porta.

Una commedia ironica ma un po’ amara, che fa riflettere.

Come un gatto in tangenziale, di Riccardo Milani, con Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Sonia Bergamasco, Luca Angeletti, Antonio D’Ausilio. Italia, 2018, 98 mn.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Vite disperse… vite da salvare
Una vita soltanto!
I DIALOGHI DELLA VAGINA
Cuori nel bozzolo… come uscirne?
LA RECENSIONE
La lotta per non essere ultimi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi