Home > IL QUOTIDIANO > Mons Locus Calvarie
Tempo di lettura: < 1 minuto

Cinque sono le croci a protezione. Uno l’albero a vegliare come una è la chiesa posta come sigillo. Cento sono le tombe nascoste nel terreno e mille sono i pini a far da ombra ai sette sentieri che conducono sulla vetta. Undici sono gli spiriti che compaiono nelle notti senza luna e tre sono i dirupi che portano allo strapiombo. Quattro furono le popolazioni che lo abitarono, due le facce del sole che si possono vedere ma solo uno è il nome del luogo che cura l’anima, preserva il corpo e solleva lo spirito…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
In riva al lago
Xoana – Mefitis – Amsancti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi