Home > COMUNICATI STAMPA > Mostra “Bruno Vidoni. Le ali di Ipnos” a Ferrara

Mostra “Bruno Vidoni. Le ali di Ipnos” a Ferrara

Da: Liceo Artistico Dosso Dossi.

Aprirà al pubblico, martedì 25 febbraio 2020, presso la sala esposizioni del Liceo Artistico “Dosso Dossi” a Ferrara, in via Bersaglieri del Po, 25, la mostra BRUNO VIDONI. LE ALI DI IPNOS. La presentazione si terrà venerdì 28 febbraio alle ore 17,30.

LE ALI DI IPNOS è un racconto fotoromanzato che l’artista Bruno Vidoni (Cento, 1930-2001) completò nel 1980, dopo avervi lavorato a più riprese dai primissimi anni settanta. Pensato per essere presentato all’interno della propria personale intitolata Sogno e fotografia, allestita presso il Centro Attività Visive delle Civiche Gallerie d’Arte Moderne di Ferrara, allora dirette da Franco Farina, è rimasto inedito sino al 2018, quando venne esposto in Francia all’interno dell’undicesima edizione dei Rencontres Internationales Photographiques de Serre et d’Olt.
Nel racconto verbo-visivo costruito da Vidoni si assiste ad un intrigante gioco onirico, dove nel sogno si materializzano personaggi che a loro volta sognano…
Le ali di Ipnos si inserisce in una particolare forma di comunicazione verbo-visiva, quella dei fotoromanzi non sentimentali e sperimentali, che ebbero il loro più interessante sviluppo fra gli anni sessanta e settanta del Novecento e seppero configurare sia produzioni di tipo popolare sia artistiche.
I fotoromanzi non sentimentali (polizieschi, gialli, horror, noir, fantascientifici) furono terreno di fertile sperimentazione estetica. In Francia fu il milieu parigino che gravitava intorno al Surrealismo a cogliere le possibilità artistiche del mezzo (Ado Kirou, Le Groupe Panique, Jerome Savary, Jean Louis Brau, Claude Palmer, ecc.). In Italia furono artisti come Augusto Sanchez Queirolo, Marco Rostagno, ma soprattutto Paolo Baratella e Bruno Vidoni a percorrere le strade del fotoromanzo artistico sperimentale. La cura filologica dell’edizione è del Centro Etnografico Ferrarese, istituto che da diversi anni sta operando il riordino delle complesse produzioni vidoniane, attraverso una puntuale azione di studio e valorizzazione della figura dell’eclettico artista centese che, va ricordato, fu attivo collaboratore dell’istituto ferrarese. Il catalogo è pubblicato dall’Editoriale Sometti, Mantova (prezzo di copertina € 10,00).

La mostra attiene alle iniziative messe in atto dal Liceo Artistico Dosso Dossi, afferenti la borsa di studio istituita dalla signora Marina Ferriani, moglie dell’artista, presso il liceo ferrarese, che annualmente viene elargita a due studenti del quinto anno.

L’autore
Bruno Vidoni è entrato nella storia della fotografia italiana grazie ad alcune provocatorie produzioni d’immagini realizzate negli anni settanta del Novecento. Non fu solo fotografo, ma anche pittore, incisore, poeta, critico d’arte e ricercatore etno-storico. Nato a Cento nel 1930, iniziò la sua formazione presso l’istituto d’arte “Dosso Dossi” di Ferrara per trasferirsi poi all’istituto d’arte di Modena, ove conseguì il diploma. Nel 1956 approdò all’insegnamento di materie artistiche nelle scuole medie, rimanendo in servizio attivo sino al 1982. Si è spento per un male incurabile nel 2001.

Bruno Vidoni. Le ali di Ipnos
Sala mostre del Liceo Artistico Dosso Dossi
Ferrara, Via Bersaglieri del Po, 25
Durata: dal 25 febbraio al 9 marzo 2020
Orari: da lunedì a sabato 15,30-18
domenica 10-13 e 15,30-18
Ingresso libero

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi