COMUNICATI STAMPA
Home > PARTITI & DINTORNI > Mozione “Progetto Ardentemente”

Mozione “Progetto Ardentemente”

Tempo di lettura: 3 minuti

da: Gruppo Consiliare G.O.L. – Giustizia Onore Libertà

PREMESSO
che l’Associazione Arci 4OldPc intende creare un luogo di incontri e di condivisione sociale, realizzato e sostenuto dai cittadini stessi in cui si apprende e si insegna qualcosa anche al fine di recepire i bisogni e gli interessi generali della comunità, promuovere l’imparzialità e la trasparenza e, con questo intento ha visitato l’ex scuola Banzi da anni dismessa;

ACCERTATO
– che durante le visite, diversi cittadini avendo visto membri dell’Associazione hanno chiesto cosa si stava per aprire e perché da anni la scuola era chiusa;

che l’edificio “ex scuola Banzi”, oggetto del Progetto Ardentemente presentato dall’Associazione, vuoto dal 2002 è andato inutilmente all’asta nell’anno 2006. Attualmente dichiarato “in stato di ammaloramento”;

che il piano di valorizzazione degli stabili pubblici, potrebbe trovare parziale soluzione assegnando detta struttura all’Associazione in parola, la quale ha presentato al Comune di Ferrara il Progetto “Ardentemente”, impegnandosi contemporaneamente alla sistemazione dell’immobile denominato “ex scuola Banzi”, inserito nel PUV,” e il progetto il “KimeraProject”, relativo al settore dell’innovazione, presentato nel 2014 senza però ricevere riscontri adeguati dall’amministrazione;

ESSENDO NOTO

che l’Art. 1 dello Statuto del Comune di Ferrara afferma che: “Il Comune di Ferrara esercita la propria funzione recependo i bisogni e gli interessi generali della comunità assicurando il buon funzionamento, l’imparzialità, la trasparenza, l’informazione, l’efficacia, l’efficienza, l’economicità e la semplificazione dell’azione amministrativa; opera per rimuovere ogni ostacolo che impedisca la piena parità delle donne e degli uomini nella vita sociale, culturale ed economica..”;

che il Comma 1 dell’Art. 29 dello Statuto del Comune di Ferrara riconosce che: ”Il Comune riconosce, promuove e tutela la partecipazione delle cittadine e dei cittadini, singoli o associati, all’amministrazione dell’Ente, al fine di assicurare il buon andamento, l’imparzialità e la trasparenza”;

CURIOSO

che, nel sito del Comune di Ferrara, alla pagina puvferrara, era presente il file“puv_tavoli_presentazione” (accordo tra Comune e Demanio, contenente istanza stakeholder) e come subito dopo che l’Associazione ha chiesto informazioni, il file sia scomparso dal sito e da internet e successivamente sia stato inserito nel sito del comune alla pag puvferrara un file denominato “2013_11_25_bozza intesa istituzionale” sostituendo il documento contenente l’istanza stakeholder;

TUTTO CIO’ PREMESSO
IL CONSIGLIO COMUNALE DI FERRARA
IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

affinché sia dato pieno riscontro al Comma 1 dell’Art. 29 dello Statuto del Comune di Ferrara, fornendo riscontro alle richieste dell’Associazione;
per spiegare il motivo per cui il file “puv_tavoli_presentazione” è stato eliminato da internet dopo la richiesta di informazioni da parte dell’Associazione e sostituito col file “2013_11_25_bozza intesa istituzionale”, incompleto e senza firma, modificando la data di aggiornamento della pagina;
ad adottare azioni concrete affinché l’ex scuola Banzi, così come altri edifici inseriti nel PUV non subiscano degrado a causa dell’inerzia dell’Amministrazione Comunale.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi