Home > COMUNICATI STAMPA > Musica Marfisa 11 luglio 2019

Musica Marfisa 11 luglio 2019

Da: Gli amici della musica Uncalm

Musica a Marfisa d’Este giovedì 11 luglio 2019 ore 21,15

La musica a Marfisa d’Este (Corso Giovecca 170 Ferrara) organizzata dal Circolo Frescobaldi è pronta al via: giovedì 11 luglio 2019 alle ore 21,15 i protagonisti della serata dedicata al tango sono L’Orquesta Típica Estetango e i ballerini della Scuola “Tango Diferente”: Emanuela Iannice, Stefano Tebaldi, Giulia Casadio e Cinzia Ricci. La serata ha come tema AMA… il Tango Argentino. L’ingresso è a offerta libera.

L’Orquesta Estetango nasce nel 2007 dall’incontro di alcuni suoi elementi in una scuola di tango di Ferrara. L’organico ha una formazione stabile di 7 musicisti (acordeòn, 2 violini, pianoforte, violoncello, contrabbasso e chitarra). Diversi tra loro per formazione e percorsi musicali, che vanno dalla musica sinfonica, alla lirica, al jazz, al country e al folk, fondono le proprie esperienze e sensibilità, dando vita ad un repertorio che pur rispettando sempre la tradizione esecutiva argentina, si contraddistingue per la freschezza e la ricchezza degli arrangiamenti originali di diversi brani.
Emanuela Iannice e Stefano Tebaldi, sono gli insegnanti della Scuola “Tango Diferente” di Ferrara, ballano e studiano Tango Argentino dal 2003. Coppia anche nella vita, sposati dal 2006, sono stati ospiti in svariati eventi e Festival Internazionali, legati al Tango Argentino, sia in Italia che all’Estero.

Giulia Casadio, si forma dall’età di 6 anni come danzatrice classica con l’insegnante Anna Maria Grosso (scala di Milano), metodo Vaganova. Ha partecipato al corso di Formazione Professionale ad Alta Specializzazione Disciplina Tango Argento presso “1ADance” di Milano acquisendo il livello Argento. Dal 2017 inizia a collaborare con la scuola di “Tango Diferente”.

Cinzia Ricci, ha studiato danza orientale presso la scuola Haradance di Linda Gamberini, studia tango argentino da nove anni con i maestri Stefano Tebaldi ed Emanuela Iannice. Lo studio della danza l’ha portata, nel corso degli anni, a sperimentare sonorità e gestualità di culture diverse.

Il ricavato verrà impiegato per finanziare i progetti di AMA Ferrara a sostegno dei malati di alzheimer e delle famiglie.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi