Home > INTERVENTI > Naomo, Feltri e la macchina del fango

Naomo, Feltri e la macchina del fango

Tempo di lettura: < 1 minuto

da Mauro Marchetti

Caro Gessi,
quando Vittorio Feltri pubblicò il certificato penale di Boffo, direttore di “Avvenire” fu accusato di avere scatenato la “macchina del fango”. Ma Zavagli non ha fatto lo stesso con Naomo Lodi? Perché due pesi e due misure?

Caro Marchetti,
le due vicende non mi sembrano paragonabili. Nel caso Boffo, Feltri mescolò verità e menzogne, per questo si parlò di macchina del fango e il direttore del Giornale fu sospeso dall’Ordine dei Giornalisti. E soprattutto Boffo non aveva incarichi di pubblica rappresentanza, mentre il nostro Naomo si candida per un posto in Consiglio comunale. Ed è giusto che gli elettori sappiano chi votano. 

Commenta

Ti potrebbe interessare:
maschere nomi cognomi soprannomi
DIARIO IN PUBBLICO
Nome, cognome, soprannome
CANGIASCUTMÁI: LA CITTA INVIVIBILE
PANDEMIA E FANTASIA
DIARIO IN PUBBLICO
Il Lido: terra di polpacci e vecchi stizzosi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi