Home > COMUNICATI STAMPA > n’azione condivisa per ridare a Comacchio ed ai suoi Lidi un ruolo leader nella Costa

n’azione condivisa per ridare a Comacchio ed ai suoi Lidi un ruolo leader nella Costa

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Ufficio Stampa – Ascom Ferrara

“Ridare alla costa di Comacchio un’ immagine (una cartolina) attraente, snellire la burocrazia, dare ai Lidi un’ efficace sistemazione urbanistica, trovare nelle istituzioni pubbliche partners che sappiano davvero ascoltare”. Sono queste in sintesi le proposte uscite dall’assemblea dei soci Ascom, oltre una cinquantina che si sono riuniti nel tour proposto da Confcommercio e denominato “Ascoltiamoci” il primo di una serie sul territorio provinciale e che ha avuto il suo avvio ieri sera (25/09) a San Giuseppe di Comacchio.
A coordinare i lavori il presidente della locale delegazione Ascom (che conta circa 400 soci) Gianfranco Vitali – affiancato dal direttore generale di Confcommercio Ferrara Davide Urban – che ha presentato l’analisi “delle ombre della stagione 2018, in attesa di avere i dati complessivi ed augurandoci che il fine stagione possa colmare il gap negativo. Tuttavia queste indicazioni devono fare riflettere ed occorre prendere provvedimenti per tentare un recupero – ha spiegato Vitali che ha avanzato precise proposte per il 2019 – la nostra industria turistica si regge sul turismo balneare e lo sarà anche in futuro e deriva prevalentemente dal target famiglie con bambini. La costa però sconta un deficit di investimenti pubblici e privati, senza investimenti l’industria di settore non può crescere. Da qui l’esigenza improrogabile di un progetto di riqualificazione della Costa che riguarda le ciclabili, le strade e l’arredo urbano, comunicando ai clienti, che pagano la tassa di soggiorno, cosa troveranno di nuovo l’anno successivo. Gli investimenti pubblici di certo saranno un forte incentivo ai privati, come sta accadendo a Comacchio centro – prosegue Vitali – Una strategia che deve concretizzarsi in una nuova politica degli intrattenimenti per ogni singolo lido legati ai singoli target (famiglie, bambini, giovani..) e che debbono realizzarsi per l’intera settimana: in sintesi ogni sera qualcosa deve accadere sul territorio, per ogni obiettivo. I soldi per finanziare gli intrattenimenti vanno reperiti anche dai mercatini serali, tramite una revisione del bando attuale e ricordando che chi lavoro per i Consorzi lo fa gratuitamente e per il bene comune, sottraendo tempo alle proprie aziende”.
Il tutto si deve accompagnare ad una nuova politica degli eventi sportivi, nautici e legati al wellness sia “valorizzando gli attuali appuntamenti e quelli collaterali ma anche programmandone dei nuovi che devono essere messi in cantiere già da ora in vista del 2019. Ma c’è di: più è necessario consolidare le strategie condivise con Ravenna e con il Parco del Delta con un piano marketing unitario. Tenendo conto che l’Ente Destinazione Turistica Romagna ha messo a disposizione fondi importanti (3milioni di euro per la Costa) e per i quali Comacchio deve mettersi in moto con sollecitudine – coinvolgendo le associazioni, le imprese, il mondo della scuola, gli stabilimenti balneari fondamentali in questa azione – per cogliere queste opportunità: ad esempio creando dei Club Turistici Tematici che riescano ad allungare la stagione ad almeno sei mesi e che tengano conto in modo preciso di ogni specifica esigenza per ogni fascia d’età” conclude il presidente Ascom Vitali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi