Il fenomeno del “nomadismo digitale” è una realtà attuale alla quale si ricorre in molte professioni.
L’essere dinamici in ambito lavorativo si sposa con tale condizione che prevede figure professionali itineranti, sempre accompagnate dal proprio pc. La tecnologia ci segue ormai ovunque e permette di lavorare tramite piattaforme digital a distanze più o meno elevate. Ecco che recarsi in ufficio non sembra più una priorità o per lo meno, qualcosa di indispensabile per non trascurare i propri doveri.
In ciò è opportuno vedere uno strumento utile, specialmente in caso di distanze limitanti, o l’ennesimo sintomo di una tecnologia sempre più invadente?

“La tecnologia dovrebbe migliorare la tua vita, non diventare la tua vita”
Harvey B. Mackay

Una quotidiana pillola di saggezza o una perla di ironia per iniziare bene la settimana…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
C’è Rousseau e Rousseau
In Italia cinquemila miliardi di euro in tasca ai privati, ma il divario fra ricchi e poveri aumenta
Fuoco e fiamme
Giovani al lavoro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi