COMUNICATI STAMPA
Home > PARTITI & DINTORNI > Nota della Segreteria Provinciale del Pri sulla questione della “personalizzazione” della politica

Nota della Segreteria Provinciale del Pri sulla questione della “personalizzazione” della politica

Tempo di lettura: 2 minuti

da: Walter Parenti

In merito a quanto riportato dalla stampa intorno alle prossime elezioni amministrative la Segreteria Provinciale del Pri diffonde la seguente nota:

“ Abbiamo letto sulla stampa che è intenzione del Pd lavorare per una conferma e – ove possibile – per un allargamento delle maggioranze di centro-sinistra. Contemporaneamente abbiamo appreso che è intenzione delle dirigenze di alcuni circoli comunali di procedere speditamente all’ individuazione dei candidati sindaci attraverso elezioni “primarie” da tenersi all’inizio del prossimo anno e, all’uopo, sono stati presentati alcuni candidati.
La Segreteria Provinciale del Pri, pur riconoscendo che il Pd – per numeri e tradizione- è legittimato a definire i percorsi che predilige, non può non sottolineare come questa esasperazione della “personalizzazione” della politica costituisca un reale pericolo perché allontana la possibilità di un sereno e proficuo confronto sui contenuti.
I repubblicani continuano a ritenere che l’ unica risposta positiva alla ventata montante dell’antipolitica sia la dimostrata capacità delle forze politiche nella loro intierezza – e non dei singoli esponenti – di relazionarsi alle reali esigenze dei cittadini attraverso l’ elaborazione di programmi concreti e conseguibili piuttosto che con delle competizioni il cui valore e significato hanno brevissima durata.
La Segreteria Provinciale del Pri, confermando la correttezza delle precedenti alleanze, ribadisce l’ assoluta necessità di definire un tavolo programmatico provinciale onde verificare le possibili convergenze su problemi qualificanti e non differibili quali la sanità, il sistema infrastrutturale, la sicurezza e la necessaria revisione delle politiche di welfare, dei diritti e di innovazione, nella direzione di un abbattimento delle disuguaglianze.
E’ impensabile, a giudizio dei repubblicani, posporre questo doveroso approfondimento per impegnare energie e risorse per elezioni “primarie” che, eventualmente, potranno tenersi a “posteriori” e dovranno essere di coalizione”.
il Segretario Provinciale Romano R. Danti

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi