Home > COMUNICATI STAMPA > Nuovo responsabile Cna Bondeno – Poggio R. – Vigarano M

Nuovo responsabile Cna Bondeno – Poggio R. – Vigarano M

Da: Cna Ferrara

Marco Mazzoni, nuovo responsabile Cna delle Sedi di Bondeno, Poggio Renatico e Vigarano Mainarda. Poco meno di 500 le imprese associate, operanti nei settori della produzione, delle costruzioni e dei servizi.
Incontreremo i sindaci per concordare scelte
a favore dello sviluppo delle imprese locali
Marco Mazzoni, 37 anni, è il nuovo responsabile delle sedi Cna di Bondeno, Poggio Renatico e Vigarano Mainarda, in sostituzione di Enrico Zappaterra, che segue attualmente la sede di Comacchio. In precedenza, Mazzoni si è occupato precedentemente di ambiente e sicurezza per l’Associazione e ora questo nuovo incarico, che coglie come una opportunità importante di crescita personale. Agli uffici Cna di Bondeno, Vigarano Mainarda e Poggio Renatico fanno capo poco meno di 500 imprese, distribuite tra diversi settori di attività, dei servizi (25%), della produzione (23%), delle costruzioni (14%), installazione e impianti (12%), alimentare (8%) e comunicazione (5%).
“Mi trovo a vivere una nuova dimensione di lavoro, che mi consente una visuale a 360 gradi sulla realtà delle nostre imprese. La fase economica odierna è, in verità, ancora complessa e le aziende faticano a rilanciare la propria attività. Ad esse, dobbiamo saper offrire risposte efficaci”. Tra i terreni principali, quello del confronto e della collaborazione con le Amministrazioni locali per la definizione di politiche di sostegno allo sviluppo delle imprese, con l’obiettivo di realizzare un ambiente più favorevole alla loro crescita.
“Le imprese sono gravate da vincoli pesanti, che dipendono in gran parte da politiche di carattere nazionale. Ma, siamo convinti che, anche nel nostro territorio, sia non solo possibile, ma necessario aiutare concretamente il lavoro delle imprese adottando misure di alleggerimento del peso fiscale, di semplificazione burocratica, a partire ad esempio dalla armonizzazione dei regolamenti comunali. Un percorso che, come abbiamo più volte auspicato, può trovare una forte accelerazione attraverso il processo di aggregazione dei Comuni dell’Alto Ferrarese. L’Unione tra Mirabello e S. Agostino non può che essere un punto di partenza”.
Nelle prossime settimane, l’Associazione chiederà incontri ai sindaci dei tre Comuni, mettendo al centro proprio questi temi. “Il dialogo con le istituzioni locali è sempre stato costruttivo – precisa Mazzoni – e non abbiamo fatto mancare il nostro appoggio a scelte giuste, come quella approvata recentemente dal Comune di Bondeno, con il bando a sostegno dei giovani imprenditori che, a nostro parere, può essere adottato anche in altri Comuni. Certo, proseguiremo in questa direzione, nell’intento di migliorare le condizioni in cui le nostre imprese si trovano ad operare, consapevoli che dal loro sviluppo la comunità locale non possa che trarne beneficio”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi