Tempo di lettura: 2 minuti

I nostri politici più patrioti e identitari festeggiano via social la vittoria sportiva di un italiano/a, e sempre più spesso si trovano davanti un atleta negroide o una squadra color ebano. Un po’ come se un piccolo fuhrer dei nostri tempi si trovasse costretto, per opportunismo, a festeggiare la vittoria di un Jessie Owens che vestisse la casacca tedesca al posto di un ariano. Nel caso di Jacobs gli è andata di lusso, perchè il padre è un marine americano. Nel caso di Paola Egonu gli va peggio: fosse per loro, questi campioni gareggerebbero sotto un’altra bandiera, quella che deriva dalla nazionalità dei loro genitori. Fosse per loro, questi atleti non avrebbero potuto nemmeno entrare in Italia, a meno che i loro genitori avessero potuto dimostrare ab origine, prima di metterci piede, di avere già un lavoro pronto ad aspettarli (se lo trovate assurdo, leggetevi la Bossi-Fini). La storia dell’immigrazione dei genitori, o dei nonni, di questi atleti è fatta anche di periodi di clandestinità, di irregolarità. Che per loro è un reato. Invece adesso li festeggiano, i figli e i nipoti dei clandestini. Per gli ipocriti difensori delle nostre radici e della nostra identità, esse si difendono innalzando muri. Come se la nostra identità non derivasse da quale sangue scorre nelle vene di un uomo, ma da quanto solida è la tradizione ed il costume che siamo in grado di trasmettergli, e da quanto può arricchirci entrare in contatto con la sua tradizione ed il suo costume. E se non ci riusciamo, la colpa è nostra, perchè evidentemente siamo i primi a non esserne convinti.

“La gente ha bisogno di un mostro in cui credere. Un nemico vero e orribile. Un demone in contrasto col quale definire la propria identità. Altrimenti siamo soltanto noi contro noi stessi.”

Chuck Palahniuk

 

Commenta

Ti potrebbe interessare:
mimmo lucano
Chi ha lasciato solo Mimmo Lucano?
mani inclusione solidarietà
PRESTO DI MATTINA
Identità narrabili
ragazza
CONTRO VERSO
La svergognata
Nausea

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi