Home > COMUNICATI STAMPA > Omaggio al Duca – Rione Santa Maria in Vado – Domenica 25 Marzo 2018.

Omaggio al Duca – Rione Santa Maria in Vado – Domenica 25 Marzo 2018.

Tempo di lettura: 2 minuti

Da ufficio stampa Ente Palio

Dopo il maltempo della scorsa domenica, continuano gli appuntamenti con l’Omaggio al Duca. Domenica 25 Marzo è il turno del Rione Santa Maria in Vado, che come sempre si esibirà all’interno del cortile del Castello Estense, alle ore 11.30.
Borso d’Este, a cui 50 anni fa il rinato Palio di Ferrara dedicò le sue rievocazioni storiche, espresse nella divisa araldica dell’Unicorno il simbolo della sua immagine di Principe ispirato alla Castità come scelta di purezza spirituale personale ma anche di rinuncia ad una discendenza, quale garanzia di una stabilizzazione dinastica nella successione del fratello Ercole, nato legittimo.
L’animale rappresenta poi la sublimazione della Castità in capacità attiva di purificazione delle acque a simboleggiare il programma di bonifiche borsiano.
L’Unicorno è anche il simbolo della Contrada di Santa Maria in Vado e ne rappresenta lo stretto legame con la figura di Borso.
La Contrada di Santa Maria in Vado, con l’evento del 25 Marzo 2018, intende celebrare il 50° anniversario del Palio, esaltando la figura di Borso con la sottolineatura del suo ruolo di garante della pace per lo stato ferrarese ed i suoi abitanti. Un non eccelso poeta modenese, ospite della Corte a Ferrara, Gaspare Trìbraco rivolge a Borso alcuni versi tratti dal suo Carmen de apparatu contra Turcum e ne legge successivamente alcuni altri composti nello stesso torno di tempo (ca. 1464) dal giovane M. Boiardo, autore di notevoli Ecloghe latine prima del suo trasferimento a Ferrara al seguito di Ercole.
La celebrazione del 50° è anche sottolineata dalla presentazione di un Omaggio al Duca di tradizionale impianto, ovvero basato sul Saluto al Principe e alla sua Corte, e dalla partecipazione all’Omaggio di diverse generazioni di contradaioli succedutisi nei decenni come Musici, Sbandieratori, Dame e Cavalieri, tra cui molte “vecchie glorie” e perfino nella parte di Trìbraco di Roberto Pavani, uno dei fondatori della Contrada Gialloviola e del Palio moderno, da 50 anni assiduo e instancabile protagonista.
Viva Borso, Viva Il Palio, Santa Maria in Vado Viva!

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi