Home > ACCORDI - il brano della settimana > Operation wanxgiving Turkey
Tempo di lettura: < 1 minuto

Non avrei mai pensato di ritrovarmi a dover sentire di un’altra guerra con gli americani più o meno “indirettamente” coinvolti.
La vita riserva proprio un sacco di sorprese.
Tuttavia le sorprese non sono mai sorprese vere e proprie, soprattutto quando c’è di mezzo chi – da circa un secolo – è sempre stato un po’ “il capo del cazzo e della merda” (cit.).
Non mi pare dunque il caso di spendere parole su Erdogan, anche perché sembra già di suo un po’ una bestemmia traslitterata male.
Se certe cose accadono ci sono delle spiegazioni e le spiegazioni – in questo mondo così prevedibile – sono sempre quelle.
Mi si perdoni dunque questo fare un po’ tranchant ma mentre scrivo il mio umore è un po’ quello che è.
La trancho dunque brevemente e via con un pezzo della settimana forse un po’ banale ma perfetto per questi giorni, per i prossimi e per quelli passati e immagino – purtroppo – anche futuri.
Cordiali saluti.

I’m so bored with the Usa (The Clash, 1977)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Il futuro non è scritto ma sa già un bel po’ di fritto
Nina
ricordi, vecchie fotografie
IL FIGLIO DELLA GUERRA
The Real Thing
(di Facebook, Coca-cola e altri accidenti)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi