Home > IL QUOTIDIANO > Paolo Cirelli, neo segretario di confartigianato Ferrara, ieri mattina (21 gennaio) in visita in camera di commercio

Paolo Cirelli, neo segretario di confartigianato Ferrara, ieri mattina (21 gennaio) in visita in camera di commercio

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Camera di Commercio di Ferrara

“La ripresa e la modernizzazione della provincia di Ferrara non può prescindere dalla presenza della Camera di commercio, presidio permanente sul territorio a sostegno delle imprese e attore insostituibile dello sviluppo territoriale, che va ben oltre alle pur fondamentali funzioni amministrative di tenuta del Registro delle imprese e di raccordo tra politiche pubbliche e istanze del mondo produttivo”. Così Paolo Cirelli, neo Segretario provinciale di Confartigianato Ferrara, in visita ieri mattina mattina (21 gennaio) in Camera di commercio, che ha aggiunto: “Dalla casa delle Imprese, che per noi è la prima Autorità Istituzionale economica del territorio, vogliamo iniziare un percorso di confronto leale ed aperto che, partendo dal basso delle Istituzioni più prossime per poi giungere a quelle regionali e nazionali, possa convergere su progettualità straordinarie come una sensibile fiscalità di vantaggio e la prossima programmazione dei Fondi Europei. Siamo convinti – ha proseguito il Segretario di Confartigianato – che solo con vere e proprie misure straordinarie riservate a Ferrara, alle imprese ivi insediate ed a quelle che potremmo attrarre proprio da normative di esclusivo vantaggio, sapremo colmare quella distanza competitiva che ci allontana sempre più dalle caratteristiche socio economiche della nostra Regione”.

Il presidente Govoni, nel ringraziare Cirelli dell’incontro, ha sottolineato come “il futuro della provincia sia inscindibilmente legato alle piccole e medie imprese ed all’impresa diffusa, chiave di volta della sua competitività, struttura portante dell’economia reale e che sa coniugare competizione ed efficienza insieme a prossimità e coesione sociale. Le imprese piccole e medie compongono un mondo che innova, che produce ricchezza e occupazione, che alimenta la connettività del tessuto sociale. Costruire le condizioni che consentano a queste imprese di esprimere compiutamente le loro potenzialità – ha continuato il presidente della Camera di commercio – è una responsabilità di tutti: delle istituzioni e della politica, delle forze economiche e sociali”.

Nel corso dell’incontro, inoltre, ci si è soffermati sulla necessità di intervenire per rimuovere gli ostacoli di sviluppo delle imprese come l’alta burocrazia e la scarsa chiarezza normativa – in particolare in materia di lavoro – dovuta anche alla sovrapposizione continua di provvedimenti legislativi. “Fare impresa in Italia e nella nostra provincia – hanno concluso Govoni e Cirelli – significa, infatti, ancora oggi fare i conti con una burocrazia spesso ostile ed obsoleta, che fa prevalere inutili formalismi che disincentivano la competitività delle imprese sui mercati nazionali ed internazionali”.

La presenza di Confartigianato negli Organi della Camera di commercio

• DONATELLA ZUFFOLI – componente la Giunta camerale
Responsabile Credito Confartigianato Ferrara
• MARINO FORTINI – componente il Consiglio camerale
Presidente Otm Fortini Srl – Renazzo – lavorazioni meccaniche e torneria
• CATERINA PAPARELLA – componente il Consiglio camerale e il Comitato provinciale imprenditoria femminile
Socio amministratore di Paparella Lino Snc di Paparella Enrico & c. – Quartesana – autoriparazioni meccaniche e motoristiche, elettrauto, riparazione attrezzi agricoli, impiani GPL e metano

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi