COMUNICATI STAMPA
Home > STORIE > ALTRI SGUARDI > PAROLE A CAPO
Seb Tennent: “Scambio” altre poesie

PAROLE A CAPO
Seb Tennent: “Scambio” altre poesie

Tempo di lettura: 3 minuti

“La vera poesia può comunicare anche prima di essere capita.”
(T. S. Eliot)

 

Ferrara bagnata 

D’autunno, è bagnata!
E così lucida, è Ferrara!
Pare già preparata
ad un ballo di corte.
Finito l’acquazzone,
è come una duchessa
dopo il trucco,
per l’acclamazione.
A vestirsi di nuovo,
a rimirarsi
in vie che sono specchi
di soave perfezione.

 

Autunno 

L’autunno, mai
ha spento sorrisi
L’autunno arriva
in punta di piedi
Senza preavvisi
in un batter di ciglia
Più introspettiva
diventi
e più riflessiva
lieve, è la caduta
foglia dopo foglia
Ti ricopre l’auto
che hai parcheggiato
come al solito, ai bordi
di un viale alberato
Ché solo è bastato
quel vento spirato
E le parole pronunciate
su fondente cioccolato
Li cerchi ancora, quei crepitii
di fuochi, ai quali t’avvicini?
La fantasia, la protezione
di una soffice maglia?
Aromi, tisane di poesia
lasciata in infusione?
Pagine di libri
che al ritmo della pioggia
fagociti sul letto?
Troverai in un abbraccio
tutte le risposte
e conferme
e germogli di vita
che già meditavi.

 

Perfetti sconosciuti

Capita poi in un giorno sereno,
dannato e inatteso, un intoppo,
quando vorresti far tabula rasa
di certi pensieri
e paranoie
di troppo.
Ti perdi tra campi
a due passi da casa,
e vai per sentieri
e per scorciatoie
che più son tortuose
e strette, più volentieri
tu ti ci immergi,
in incontri casuali,
gratificanti saluti,
perfetti sconosciuti
e si fa così veloce
e semplice il modo
in cui, poi, si vaporizza
ogni amarezza.

 

Scambio 

Cosa c’è fra di noi,
se non scambi
arteriosi e venosi,
se non una simbiosi
perenne,
totale,
densa emoglobina,
reciprocamente
a ossigenarci,
mutuamente
a condividere
e dentro, pulsarci
tutto, ogni cosa
nell’atrio e nel ventricolo?

 

Seb Tennent (Ferrara, 1969). Laureato in chimica. Ha lavorato per lunghi anni come analista di laboratorio nel settore agrario. La “quasi-distruzione” del comparto bieticolo-saccarifero avvenuta a partire dal 2005 ha causato la chiusura del laboratorio. Ora lavora in una cooperativa di servizi di vigilanza e, nel tempo libero, esplora in bici il territorio ferrarese  e, “nascosto” da uno pseudonimo, scrive poesie sulla sua pagina Facebook.

La rubrica di poesia Parole a capo curata da Gian Paolo Benini e Pier Luigi Guerrini esce regolarmente ogni giovedì mattina su Ferraraitalia. .\4
Per leggere i numeri precedenti clicca [Qui]

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi