Home > IL QUOTIDIANO > Per George Floyd
Tempo di lettura: < 1 minuto

La purificazione viene dalle fiamme, dal fuoco che cancella i peccati di un popolo abituato a schiavizzare e che ancora oggi uccide senza rimorso.
Fiamme alte, infernali, per lavare via l’onta che macchia.
Fiamme altissime e nero fumo, come la faccia di chi, spiaccicato a terra, chiede solo ossigeno, proprio come le fiamme ne chiedono per poter continuare a bruciare.
L’essenza della protesta è quella di infiammare tutto ciò che circonda.
Per una nuova umanità.
Per la memoria di George Floyd.
Perché i bianchi capiscano.
Perché i neri si rialzino.
Perché gli omicidi di Stato finiscano.
Brucia America.
Brucia tutto.
Brucia il mondo intero.
E come la fenice, dalle ceneri, risorgi popolo liberato, per un futuro di rispetto ed uguaglianza.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
TERZO TEMPO
Sport e movimento Black Lives Matter: uniti per gli stessi obbiettivi
Il futuro non è scritto ma sa già un bel po’ di fritto
TERZO TEMPO
La protesta silenziosa
DIARIO IN PUBBLICO
Fisiognomica e Via col vento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi