Sembra, certe volte, che la realtà giochi dei brutti scherzi. Proprio a qualche settimana dall’anniversario delle due esplosioni atomiche che coinvolsero e sconvolsero il Giappone nel 1945, un’esplosione, se pur di potenza di molto inferiore, riapre i riflettori sul pericolo delle armi nucleari. Un incidente in Russia, precisamente a Severodvinsk, ha riacceso la memoria su questa problematica, visto anche il numero di vittime in aumento e i tentativi di depistaggio iniziali. A proposito di ciò, suona come un monito un aforisma, una massima, attribuita ad Einstein che ebbe modo di verificare in prima persona la portata di queste armi di distruzione di massa tanto diffuse, e che oggi, come allora, dovremmo sempre tenere bene in mente:

“Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza Guerra Mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre.”
Albert Einstein

Una quotidiana pillola di saggezza o una perla di ironia per iniziare bene la settimana…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Stop all’odio: ricostruiamo un fronte di civiltà
PER CERTI VERSI
Ilia
L’orrore in prima visione
Cattive amicizie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi