COMUNICATI STAMPA
Home > PARTITI & DINTORNI > Pesca di frodo: proposte per maggiore controllo e sanzioni più pesanti

Pesca di frodo: proposte per maggiore controllo e sanzioni più pesanti

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Gruppo Partito Democratico Emilia-Romagna

Calvano e Zappaterra (PD): “Buona proposta dalla Provincia di Ferrara, al lavoro per legge che introduca sanzioni penali”.

Il confronto che ci ha visti impegnati con il Presidente della Provincia di Ferrara Tiziano Tagliani e il Sindaco del Comune di Ostellato Andrea Marchi, ha portato ad una proficua e condivisa proposta per l’introduzione in Emilia-Romagna di nuove leve per contrastare l’odioso e pericoloso fenomeno della pesca di frodo nei nostri corsi d’acqua interni.

Enti locali e associazioni, insieme, possono davvero contribuire a dare una svolta alla lotta a questo fenomeno che, lo ribadiamo anche questa volta, ha risvolti negativi sull’ambiente e sull’economia e va contrastato agendo su più livelli. Reputiamo infatti che controlli più capillari e sanzioni più dure siano necessari per contrastare il bracconaggio ittico.

Per intensificare e rendere più efficace i controlli, come Consiglieri regionali puntiamo ad utilizzare al meglio la disciplina prevista dall’art. 20 della L.R. 11/2012 (“Norme per la tutela della fauna ittica e dell’ecosistema acquatico per la disciplina della pesca, dell’acquacoltura e delle attività connesse nelle acque interne”), inserendo nel regolamento regionale la proposta avanzata dalla Provincia di Ferrara alla Regione Emilia-Romagna, di istituire aree di pesca regolamentata affidate ai Comuni su richiesta e concesse alle associazioni di pesca sportiva e di favorire il coinvolgimento e l’alleanza fra pescatori sportivi e professionisti per contrastare i predoni nelle acque interne.

Ma non solo. Dopo aver agito sul versante delle sanzioni amministrative, inasprendole attraverso la nuova disciplina prevista dall’art. 37 della L.R. 9/2015 (“Legge comunitaria regionale per il 2015”), crediamo opportuno sollecitare il legislatore nazionale per prevedere sanzioni penali per i pescatori di frodo. A tal proposito, valuteremo l’opportunità di presentare, come è nostra facoltà, un Progetto di Legge regionale da inviare alle Camere che vada in questa direzione.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi