Home > PARTITI & DINTORNI > Pettazzoni e Piastra ( LN ) : Treni Sicuri allargare la gratuità del trasporto ferroviario anche agli appartenenti alle Forze Armate per garantire maggior sicurezza ai passeggeri.

Pettazzoni e Piastra ( LN ) : Treni Sicuri allargare la gratuità del trasporto ferroviario anche agli appartenenti alle Forze Armate per garantire maggior sicurezza ai passeggeri.

Tempo di lettura: 3 minuti

Da Ufficio stampa Gruppo Lega Nord Emilia e Romagna

Pettazzoni e Piastra ( LN ) : Treni Sicuri allargare la gratuità del trasporto ferroviario anche agli appartenenti alle Forze Armate per garantire maggior sicurezza ai passeggeri.

La mobilità ferroviaria sul nostro territorio è in continua crescita. Sono oltre 31 milioni i passeggeri Emiliano Romagnoli che nell’anno 2017 hanno percorse le tratte ferroviarie della Regione. Purtroppo negli ultimi anni sono cresciuti gli atti di violenza nei confronti di passeggeri e personale ferroviario. Fonti di stampa affermano che ogni giorno all’interno delle carrozze ferroviarie si verificano due aggressioni.

Purtroppo c’è una forte carenza di personale delle Forze dell’ordine a discapito del presidio di convogli e delle stazioni ferroviarie con conseguente minor sicurezza e tutela di capotreni, controllori e passeggeri. Soprattutto è rischioso viaggiare di notte: molti passeggeri hanno paura di borseggi e furti, ma vivono anche l’incubo di incontrare bande di teppisti.

“Dal 2014 – spiega il consigliere del Carroccio Pettazzoni, la regione Emilia Romagna ha favorito l’accesso gratuito ai treni regionali al personale delle Forze dell’ordine, aumentando la percezione di sicurezza ai viaggiatori. In Lombardia, l’accesso gratuito è stato esteso anche agli appartenenti delle Forze Armate a condizione che prima di salire sul convoglio si devono qualificare al capotreno. In caso di necessità il controllore o lo stesso capotreno possono chiedere ai tutori dell’ordine, anche se fuori servizio, di intervenire in caso di situazioni di pericolo. Ritengo che anche la Regione Emilia dovrebbe valutare l’ipotesi di siglare un protocollo simile a quello firmato in Lombardia dove, dal 2017, è operativo il progetto Treni Sicuri che prevede l’impiego di 800 militari sulle rotte ferroviarie maggiormente trafficate e a rischio. Credo di interpretare il pensiero e l’interesse di milioni di viaggiatori, soprattutto pendolari, chiedendo alla Regione Emilia Romagna di ampliare la gratuità del trasporto anche alle Forze Armate e valutare altresì la possibilità di estendere l’operazione Strade Sicure – attiva in numerose città – anche sul comparto ferroviario “.

A dare maggior risalto alle dichiarazioni del consigliere regionale interviene il parlamentare Carlo Piastra “ Il problema della sicurezza per chi viaggia sui treni è fondamentale, dobbiamo garantire sia ai passeggeri che al personale di bordo una più ampia copertura contro i rischi di aggressioni o furti, soprattutto per che è costretto a viaggiare di notte. Pertanto mi farò carico di portare avanti questa battaglia in parlamento per garantire maggiore sicurezza a tutti i viaggiatori, controllori e capotreni. “.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi